mercoledì 26 settembre 2007

La signora Nicolina e il grillismo

Scena: casa Mandaro.
Personaggi: la signora Nicolina e Matteo.
Matteo:«Sono una manica di stronzi!»

Nicolina: ….
Gino:«B16? Un amministratore delegato tedesco che gestisce due milioni di lavoratori in nero» (di ritorno da Iesolo)
Nicolina: ….
Matteo: «Andrebbero presi tutti a calci in culo!»

Nicolina: ….
Matteo:«Una cariolata di merda »
Nicolina: ….
Matteo: «A lavorare, in miniera!»

Nicolina: «Matteo, scusa, quando scendi in piazza a fondare un partito, mi pigli anche un chilo di zucchine?» (imput da ilmondodigalatea) GPS

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Sicuramente comprerò un chilo di zucchine.
Sicuramente non fonderò un partito.
Forse un giorno farò una lista civica.

Però mentre parlavo con mia mamma (visto che il riferimento è palese) ho anche detto:

"Hanno fatto un parco!"
"Nessuno lo voleva!"
"Faranno un ente inutile per gestirlo e per trovare una poltrona a uno che non ha un emerito cazzo da scrivere".

Con affetto
Mandaro.

GPS ha detto...

...Ogni riferimento a fatti realmente accaduti
o a persone realmente esistite o esistenti
è (quasi) puramente casuale…..
Per la verità le zucchine le avevamo comprate al mercato…. Però un Cucù di mancava, così non ci facciamo mancare niente. Grazie! GPS

Anonimo ha detto...

Di Niente!
Sarò ben lieto di tenere le tue microspie accese a casa mia per divulgare i liberi pensieri del cucù!

Però ti chiedo solo un piacere, puoi nominarmi anche in prima persona, senza tirare in ballo altre persone inerenti alla mia famiglia, visto che in questo caso
niente era casuale.
In cambio, per smorzare i toni e non mancare di rispetto a nessuno, non ti do consigli su come utilizzare alternativamente la zucchina.

Sempre con il medesimo affetto.
Mandaro ovvero Matteo.

Marcoooo ha detto...

cucù è veramente troppo!