giovedì 31 gennaio 2008

I giorni della merla

Dalle nostre parti in Romagna, gli ultimi 3 giorni di gennaio e i primi 3 di febbraio sono detti “I giorni della merla”. Sono i giorni considerati più freddi dell'anno. Secondo una leggenda romagnola una volta la merla aveva le piume bianche e durante il mese di gennaio stava nel suo nido senza mai uscire per paura del freddo. Verso la fine del mese vedendo apparire il sole uscì dal nido credendo che fosse arrivata la primavera. Gennaio che è un po’ stronzo, (ma molto meno del trio Mastela-Dini-Turigliatto) per farle dispetto, mandò negli ultimi tre giorni del mese un freddo tanto intenso che la merla per non morire dovette introdursi in un camino fumante. La merla si salvò, ma le sue piume da bianche divennero nere per il fumo del camino e rimasero di quel colore per sempre.
Nei giorni della merla, il Presidente Napoletano è impegnato nella melina delle consultazioni. La situazione è un vero e proprio casino. Il povero presidente non sa dove sbattere la testa. L’interminabile via vai delle delegazioni non hanno fatto altro che complicare le cose.
elezioni subitoelezioni no” “porcellum si” “porcellum no””riforme si” ”riforme no”e così via.
Ieri sera incarica Marini per vedere se trova l’ago nel pagliaio.
In questo caos riusciranno i nostri a salvare la merla?
Naturalmente non sappiamo come andrà a finire, ma alcune considerazione le voglio fare.
Una volta si diceva che l’unione fa la forza. Purtroppo bisogna prendere atto che non è così.
L’Unione quando perde, perde. Quando vince perde lo stesso. E questo mi pare che valga per tutti. Vincere le elezioni per poi non sapere governare, che senso ha? Lo dovrebbe capire anche l’ultimo degli imbecilli.
Riproporre una minestra riscaldata, con lo stesso schema che si è dimostrato fallimentare è politicamente demenziale.
Berlusconi gasato dal suo sondaggio, vuol di nuovo proporre la grande ammucchiata (se li contate sono17 partiti, dei quali 13 con consensi sotto il 2 per cento) può fare quello che gli pare.
Il Partito Democratico invece ha bisogno, come ha detto qualcuno, di uno “shock da innovazione” perché il rapporto con la vecchia politica si è logorato e deve scegliere una strada diversa.
Chiara, semplice e comprensibile. Vi ricordate “Pane, Pace, Lavoro”.
Primo per vincere bisogna crederci. Secondo, la disaffezione al voto è verticalmente in ascesa e interessa sia la sinistra che la destra. Non credo che ci sia la percezione esatta della disaffezione e della poca credibilità di questa politica.
La prima preoccupazione del PD è non perdere il contatto con il popolo della sinistra. Il PD deve sicuramente superare alcune sue divisioni interne e sbarazzarsi di chi dimostra di non condividere il progetto (penso ai teodem). Sulla chiarezza della laicità dello stato ci si gioca gran parte del consenso.
Terzo,negli ultimi tempi abbiamo assistito ad un incremento formidabile dell’istanza di partecipazione dal basso. Le primarie, nel senso del principio generale di partecipazione democratica può essere lo strumento adeguato. Potenziare le Primarie e applicarle alle candidature parlamentari è, a mio avviso, il grimaldello per il necessario “shock innovativo”.
Quarto ed ultimo (per ora) Il Partito Democratico deve alle prossime elezioni politiche, qualsiasi sia la legge, presentarsi da solo. “A babbo morto” chi se la sente di realizzare “Pane, Pace,Lavoro”, è benvenuto. Tra la certezza di perdere e la possibilità di farcela, per remota che sia, non ci sono dubbi. Forse così riusciremo a salvare la merla. GPS

Il centro del centro

Ve lo ricordate il Cesa, capogruppo dell’UDC, diventato famoso durante il caso Mele per la sua straordinaria proposta del “bonus troia”. Bene il nostro di troiate continua imperterrito a partorirne.
Ieri si è incavolato perché "La sospensione del Presidente della Regione Siciliana, peraltro gia' dimessosi, da parte del Presidente Prodi, rappresenta una grave violazione dello Statuto della Regione e della Costituzione".
Il Totò era stato condannato a 5 anni con l’interdizione permanente dai pubblici uffici.
Cesa imperterrito prosegue: “Cuffaro è un uomo che ama la sua terra e la sua gente e ha fatto tanto per la sua Sicilia”.
“Fin dalle prossime elezioni saranno i siciliani a dire a tutta l’Italia se credono alla colpevolezza del loro presidente o al contrario un uomo buono e onesto. Il partito non ha intenzione di fare a meno di lui in futuro: sarà il capolista al Senato o alla Camera”.
E a pure chiesto, sull'argomento, un incontro urgente con il Capo dello Stato. Il nostro consiglio al Presidente:lei che è persona seria, lo faccia rotolare dalle scale.
Intanto il partito dei casini si squaglia, Baccini e Tabacci lasciano e l’UDC si riposiziona. (foto) GPS

mercoledì 30 gennaio 2008

Monnezza celeste

Dopo quella napoletana, la mondezza questa volta è celeste, ben 10 tonnellate ci cascheranno in testa dal cielo. Si tratta di un di satellite spia americano che presumibilmente a marzo, userà il nostro pianeta come discarica. Una nuvola invisibile di veleno composta di minuscoli pezzetti, e quindi lo respireremo, lo ingurgiteremo senza neanche venirlo a sapere. Gli americani fanno come al solito i finti tonti e non danno informazioni.
Da Washington è arrivata solo un’ammissione imbarazzata e reticente: siamo tutti a rischio nelle prossime settimane e molti governi - amici e nemici - sono stati contattati e altri saranno allertati mentre la crisi si aggrava.
Questa la dichiarazione del portavoce del Consiglio di Sicurezza, Gordon Johndroe: «Negli ultimi anni molti satelliti sono usciti dall’orbita e sono caduti senza danni. Al momento stiamo valutando le possibili opzioni per mitigare qualunque problema. Le autorità di diverse nazioni sono state informate».
Le traiettorie di questi satelliti sono previste e pilotate secondo per secondo, fino alla caduta controllata in zone remote o in tratti di oceano liberi dal traffico.
Questa volta, invece, il satellite è pericolosamente fuori controllo.
Lo spione incazzato, si è trasformato in un ribelle.
La sua carcassa è ormai scomoda sotto tutti i punti di vista: politicamente, per il crollo di immagine degli Usa e strategicamente, per il rischio che segreti tecnologici e dati sensibili cadano in mani poco raccomandabili.
Rimane il fatto che il satellite contiene molte sostanze «proibite», tra cui l’idrazina, un composto dell’azoto utilizzato come combustibile e noto per le caratteristiche corrosive, tossiche e cancerogene.
Siete avvisati, dopo "il lume a marzo" tutti col casco! (fonte clandestinoweb) GPS

martedì 29 gennaio 2008

Buffone per legge

Se un politico non mantiene le promesse fatte ai propri elettori, non attuando ciò che si era proposto di fare durante il suo mandato, non è reato additarlo come un 'buffone'. Non si tratta, infatti, di critiche alla persona ma al suo operato politico-amministrativo.
La Cassazione ha annullato così con rinvio una sentenza di condanna per ingiuria, del tribunale di Poggio Mirteto in provincia di Rieti, per un cittadino che durante un'assemblea pubblica, aveva interrotto il discorso del sindaco chiamandolo 'ridicolo e buffone'.
Finalmente da oggi e per legge, possiamo impunemente dare dei buffoni ai politici che non rispettano la parola data. (fonte ansa.it) Mamma mia da dove incominciamo? Io incomincio da qui (foto). Voi fate un po’ come vi pare. GPS

Non solo selicone



Angela Bismarchi, 36 anni, brasiliana, anche quest'anno ha deciso di sottoporsi alla magia del bisturi prima della Parata della Samba, l'evento clou del carnevale di Rio.

La nostra Angela col ritocco ci va a nozze. Ha collezionato ben 42 operazioni di chirurgia estetica, cifra record che si avvicina a quella massima nel guinness dei primati (47).


La ultima operazione, la 42esima , è dedicata agli occhi, che verranno allungati per renderli più orientali in omaggio al tema del carnevale: il centennale dell'immigrazione giapponese in Brasile.
Il "taglia e cuci" e la nuova frontiera del “non solo silicone” fa dei veri miracoli, speriamo che non ci sia un ape che la punga (fonte repubblica.it) GPS

Kart in love

Dopo i Parcheggi Rosa a Conselice di Ravenna un’altra iniziativa lodevole che va segnalata.
Domenica scorsa si è svolto il "Kart in love", una manifestazione tra "piloti improvvisati" per avvicinare anche le persone disabili a sport e motori.
Questi conselicesi hanno addirittura realizzato un kartodromo, il "Planet kart".
Così domenica sono scesi in pista volti noti e meno noti tra cui anche alcuni pazienti e dipendenti del Centro protesi Inail di Vigorso di Budrio, religiosi, giornalisti e personaggi famosi come Gloria Bellicchi (Miss Italia '99), Paolo Cevoli di Zelig e Dodi Battaglia dei Pooh. La gara di go kart, è stata realizzata dal Centro di cooperazione missionaria dei frati cappuccini e organizzata in collaborazione con il Centro protesi Inail.
La manifestazione, ha ottenuto il patrocinio dei ministeri per le Politiche giovanili e le attività sportive e della Solidarietà sociale, del Comitato italiano paraolimpico, della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Ravenna e del Comune di Conselice. Si vuole "diffondere una cultura di integrazione e di partecipazione attraverso lo sport, strumento fondamentale, in un percorso di riabilitazione non solo fisica ma anche sociale, per il recupero di una vita autonoma e indipendente", hanno detto gli organizzatori ( fonte Comune di Conselice). GPS

lunedì 28 gennaio 2008

Il dottore dice che sei morto..

Se il dottore dice che sei morto, sei morto è inutile che gridi!
Questo è quello che ci racconta una barzelletta. A Civitavecchia (Roma) invece una signora non ci sta e ha gridato.
Recatasi all'ospedale San Paolo dopo essersi infortunata ad una gamba a causa di una caduta, viene dimessa dopo un paio d’ore.
La mattina successiva, la signora rientra nell’ istituto scolastico dove lavora e consegna in segreteria il referto rilasciato dall’ospedale.
E’ a questo punto che viene a sapere che è morta. O, almeno, così era scritto sul certificato di dimissione dall'ospedale.
Una collega un po’ “pignola” della segretaria, gli ha rifiutato il certificato, perché («qui c'è scritto che sei morta!»). Per fortuna che la solerte burocrata non ha chiamato le pompe funebri.
La signora non ha potuto riprendere il lavoro, ha gridato, ma non vi diciamo cosa.
Poi con santa pazienza, è tornata all'ospedale dove le hanno dato il pezzo di carta giusto col quale è potuta tornare al lavoro.(fonte il messaggero.it) GPS

Santa monnezza

Il cardinale di Napoli Crescenzio Sepe, ha voluto che le ampolle contenenti il sangue di San Gennaro, fossero portate eccezionalmente in processione all’interno del Duomo, nel corso di una speciale veglia di preghiera.
In passato le reliquie del patrono erano portate in giro per la città martoriata da eventi catastrofici come pestilenze, guerre, carestie e terremoti.
Il miracolo però non c’è stato, il sangue di San Gennaro non ha battuto una goccia.
Alessandro Manzoni, cattolicissimo, nei “Promessi Sposi” si scagliò contro il Cardinale Federico Borromeo che, promuoveva processioni con il corpo di Carlo Borromeo, per far allontanare la peste.
Il Manzoni sosteneva che le processioni avrebbero ottenuto l’effetto contrario, cioè acuito il diffondersi dell’epidemia.
Va a finire che ha ragione il Manzoni: l’esposizione delle reliquie napoletane non fanno altro che aggiungere monnezza alla mondezza? GPS

sabato 26 gennaio 2008

Cannolo Day

Aveva festeggiato la condanna a cinque anni di reclusione con cannoli e spumante. Ma gli devono essergli rimati nel gargarozzo.
Totò Cuffaro ha annunciato le sue dimissioni "irrevocabili".
Una scelta non molto spontanea, visto che la Procura di Palermo stava per predisporre un provvedimento di sospensione dalla carica.
Lo faccio per coerenza, per non tradire quegli ideali ai quali sono stato educato”. “Scelgo la via dell'umiltà” ha dichiarato.
Così la Sicilia andrà alle elezioni regionali,entro tre mesi dallo scioglimento dell'Assemblea.
Ma Totò di cartucce ne ha ancora, infatti non pensa affatto di lasciare la politica.
All’'Udc hanno già fatto sapere che , alle prossime elezioni politiche, lo candideranno come capolista al Senato o alla Camera dei deputati, inserito subito dopo il nome del leader Pier Ferdinando Casini.
Intanto, a Palermo diecimila persone hanno dato vita al “Cannolo Day” per festeggiare,
Con tanto di ""cannolo girls"" che, indossavano un costume da cannolo di cartapesta e giravano per la piazza offrendo cannoli veri ai manifestanti. GPS

Made in Italy


I Dogon sono una tribù indigena che occupano da migliaia di anni una regione del Mali, a sud del deserto sahariano. La tribù è composta da circa 100.000 membri. La tribù è molto solitaria e vive in caverne alle pendici di una collina, oppure sparsi su un altopiano roccioso facente parte dei Monti Homburi, vicino Timbuktu, nel sud-ovest del Mali.
Nella foto li vedete che seguono in diretta tv, la seduta del senato italiano.
Urla, insulti "Checca squallida, frocio"", “pezzo di merda", “cesso” e sputi in faccia, calci, nonché bottiglie di vino e c’è pure chi si ingozza con mortadella, tutto in pieno Senato della Repubblica.
Alla fine del collegamento, l’anziano del villaggio rivolgendosi ai suoi : "Cazzo, ma questi ci somigliano un casino!" GPS

venerdì 25 gennaio 2008

La donna ideale

Credete che la donna ideale non esiste?, perché è un po’ come credere nella befana?
Bene vi sbagliate alla grande. Sentite quello che succede, ad esempio in Inghilterra, Dani Graves di 25 anni ha trovato Tasha Maltby di 19.
Il Dany, infatti va in giro per la città, tenendo al guinzaglio la fidanzata proprio come un cagnolino.
Nessuna costrizione, ha giurato Tasha: "è una mia libera scelta essere il suo animale domestico" ha spiegato la ragazza al Daily Mail, "e questo non danneggia nessuno". Non è forse dolce e brava.
Ditemi onestamente chi non vorrebbe una Tasha.
Dany , la scorsa settimana, ha avuto qualche problema quando ha tentato di portare Tasha a fare un giro nell’autobus, perché si sono visti negare l’ingresso. Lui teneva lei proprio al guinzaglio, come potete vedere nella foto. Infatti la legge inglese pare che stabilisca che:“I cani non sono ammessi e neppure le persone strane“. Tanto che il controllore li ha lasciati a piedi.
Ora la coppia ha querelato l’azienda di trasporti, perchè “vittima di una discriminazione“.
Non credo che in Italia esista un legge simile, pertanto se riuscirete a mettere il collare alla”vostra”, secondo me un giretto lo potete fare. GPS

Il falso Neruda

Clemente Mastella ieri al senato, nel motivare il suo ribaltone per affossare Prodi, cita Pablo Neruda , "lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine".
Quasi tutta la stampa italiana ha sottolineato e rilanciato la 'dotta citazione' di Mastella.
Peccato che quello che ha letto non è Neruda, ma una poesia della scrittrice e giornalista
Martha Medeiros, brasiliana di Porto Alegre.
Parafrasando Renzo Arbore: Lo diceva Neruda che di giorno si suda….. ma al senato si è stronzi di sera ..Si!
Mastella ha scelto di citare Neruda, come qualsiasi deficiente adolescente che dopo una sega, non si lava neanche le mani. Falso, bugiardo e pagliaccio fino al midollo. GPS

giovedì 24 gennaio 2008

E' la crisi

Sulla carta la sfiducia , c'era già. Il voto lo ha confermato.
Romano Prodi non ce l'ha fatta: 161 voti contrari, contro i 156 favorevoli. Votano con la Cdl Mastella, Dini, Barbato, Turigliatto e Fisichella. Astenuto, invece, il liberaldemocratico Scalera. I tre assenti sono Pallaro, Pininfarina e Andreotti.
A questo punto si apre formalmente la crisi di governo ed entra in campo il Presidente della Repubblica, nel ruolo costituzionale di garante del rapporto di fiducia che deve esistere fra l'esecutivo e le Camere.

La prassi prevede che il capo dello Stato, udite le comunicazioni del presidente del Consiglio, prenda atto della richiesta di dimissioni e si riservi di decidere in merito, invitando il governo a restare in carica per il disbrigo degli affari correnti. Contestualmente o in un secondo momento, il capo dello Stato decide di avviare le consultazioni, convocando al Quirinale i presidenti delle Camere, i senatori a vita, gli ex presidenti della Repubblica e le forze politiche rappresentate in Parlamento. GPS

La vetrina web della Pro Loco di Casola Valsenio



La Pro Loco di Casola Valsenio ha messo in rete la sua “vetrina multimediale”. Il nuovo blog Pro Loco Casola Valsenio ha un paio di giorni.
L’intento dell’Associazione è quello di valorizzare, sviluppare e promuovere le risorse del territorio Comunale, favorendone lo sviluppo turistico, culturale, ambientale, sociale, storico, artistico.

Il sito è stato realizzato per fornire chiare e continuative informazioni sugli eventi e sulle manifestazioni culturali e turistiche del paese.


Comprensivo di un calendario sempre aggiornato, sugli eventi e sulle manifestazioni, con tanto di documentazione fotografica. Il blog vuole anche essere uno spazio aperto al dibattito con la comunità casolana e non, per scoprire insieme e migliorare le varie opportunità che Casola Valsenio “Il Paese delle erbe e dei frutti dimenticati” può offrire.

A Laura (webmaster) e a Mirka , presidente della Proloco, i nostri complimenti e l’augurio di buon lavoro.GPS

Nonnine sexy

Questa storia ci arriva da Londra. Le protagoniste sono tre arzille vecchiette, Lena , Fran e Van che insieme fanno 187 anni.
Lena , Fran e Van alla ribalta per la loro saggezza? Stimate e ricercate per i preziosi consigli che provengono dalla loro esperienza di vita? Manco per il cavolo.
Le tre arzille nonnine vanno fortissimo tanto nei locali della capitale come sul web, dove si spogliano per denaro e si divertono a mettersi in mostra per i clienti e i voyeur della rete, fedeli al motto «il sesso non ha età».
Le foto sul web sono state la molla che ha spinto anche Van, 51 anni generosamente portati, a scegliere la carriera della porno-diva taglia XXL. Originaria di Tamworth, nello Staffordshire, la signora gestisce oggi un sito web a luci rosse dedicato alle donne come lei, ovvero abbondanti e non più giovanissime, e visitabile a pagamento (l’abbonamento costa 15 sterline, pari a 20 euro, al mese). «È stato il mio fidanzato Gary a spingermi a farlo, dicendomi che ero stupenda e che avrei dovuto mostrarlo a tutti. Così, mi ha convinto a posare in un succinto bikini rosso, mentre lui scattava foto su foto e io non mi sono mai sentita così sexy in vita mia. Non appena abbiamo lanciato il sito, siamo stati letteralmente inondati di contatti e ora io ricevo messaggi da uomini di tutte le età».
E poi i miei nipoti sono orgogliosi di quello che facciamo e dicono che siamo “cool” ovvero “alla moda” " e molto figo" (fonte corriere.it) GPS

Al senato ultimo round

Prodi sarebbe orientato a presentarsi oggi pomeriggio a palazzo Madama, per prendere la parola e ascoltare il dibattito che ne seguirà, perchè tutto venga fatto in modo chiaro, trasparente e alla luce del sole.
Poi deciderà se insistere nel percorso parlamentare. Il voto di fiducia e' atteso in questo caso in serata.
Il percorso più probabile dello scontro finale sembra questo. Prodi sembra convinto che alla fine alcuni e decisivi voti contro, potrebbero all’ultimo tramutarsi in uscita dall’aula se non in aperti sì.
Da non trascurare poi che la fine della legislatura, “ha messo in fibrillazione molti senatori di opposti schieramenti che non hanno nessuna intenzione di lasciare anzitempo la poltrona. Molti inquilini di palazzo Madama non hanno maturato ancora il diritto alla pensione, mentre altri, dopo tre o quattro legislature alla spalle temono proprio il pensionamento da parte dei rispettivi partiti”, come sottolinea oggi il Messaggero. Il salto nel buio piace a pochi. Alla fine gli istinti alla sopravvivenza potrebbero avere la meglio.
Non abbiamo la sfera di cristallo, ma credo che Prodi abbia più possibilità di quelle che gli vengono accreditate. Staremo a vedere (la vignetta è di
Matra blog) GPS

mercoledì 23 gennaio 2008

Il Gufo Day

A Ostellato, in quel di Ferrara, è scoppiata la guerra dei gufi. Sono ben 30 gli esemplari che hanno scelto due pini accanto ad un’ asilo per stazionare . Si tratta di gufi comuni (Asio otus), una specie protetta. Questi gufetti con le loro cagatine nell’area del cortile, dove devono giocare i bambini, creano non pochi problemi.
Si è tentato di tutto per allontanarli, prima con dissuasori acustici, poi con quelli meccanici, ma questi gufi rompipalle rimangono imperturbabili al loro posto.
Inevitabili le polemiche e da bravi italiani, sono nati due partiti: i pro e i contro i gufi.
Per la LIPU ''I metodi utilizzati dal Comune sono inefficaci - racconta - e poi questi uccelli non vanno allontanati: sono una specie protetta dall'articolo 2 della legge 157 e parte integrante dell'ambiente. Sporcano? La soluzione e' molto semplice, e non costa nulla: basterebbe spazzare ogni mattina le 'borre' ovvero le cagatine.
In attesa della soluzione che per ora non si vede, gli ambientalisti, ti pareva, pensano di organizzare un Gufo Day ad Ostellato ! GPS

Bill Clinton: E dai, chi cazzo vuoi che lo scopra?


Bill Clinton è uno dei protagonisti della campagna elettorale americana a fianco della moglie Hillary.
Lunedì scorso, ha partecipato alla solenne cerimonia delle celebrazione di Martin Luther King.
Nel corso del discorso di commemorazione, che ti fa il nostro Bill, si è addormentato ed è stato beccato (nella foto).
Lo aveva detto a Monica anche nel 1999 : "E dai, chi cazzo vuoi che lo scopra?"
Il video in cui Clinton non riesce a resistere al colpo di sonno circola su Youtube
da qualche giorno.(fonte messaggero.it). GPS

Il “Giorno della Memoria”

Il "Giorno della Memoria" ricorre il 27 gennaio di ogni anno, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz nel 1945.
E’ stato istituito con legge dello Stato (Legge n.211 del 20 luglio 2000).
E’ una giornata dedicata al ricordo della
Shoah, cioè lo sterminio del popolo ebraico. Una giornata per ricordare che durante la seconda guerra mondiale, milioni di uomini, donne e bambini sono stati perseguitati con le leggi razziali, strappati alla loro vita e portati nei lager da dove, solo in pochi sono tornati.
Perché ricordare ?”

Ad Auschwitz, uno dei più terribili campi di concentramento, è stata trovata una pietra anonima, dove con un chiodo un prigioniero ha lasciato scritto "Chi mai saprà quello che mi è capitato qui?". Non sappiamo chi fosse, sappiamo solo che era una persona e che ha sofferto in modo incredibile. Ricordare tutte quelle vittime è quindi molto importante.
Le persone che si sono salvate hanno raccontato la loro storia e tutti noi abbiamo il dovere di non dimenticarla”. (fonte junior.rai.it)

Col passare degli anni le persone che hanno vissuto quella terribile esperienza non potranno più raccontarla e noi potremmo dimenticarla. Invece, la memoria delle terribili storie di tutte quelle persone ci deve aiutare a costruire un futuro migliore.
Un futuro in cui quelle atrocità non si ripetano mai più

Dal "Giorno delle Memoria” deve venire un fermo monito contro l’odio razziale, etnico e religioso, contro la violenza e contro le guerre che continuano ad insanguinare molte parti del mondo, contro pregiudizi e discriminazioni nei confronti di chi è considerato diverso, che purtroppo riemergono in maniera preoccupante anche nei Paesi e nelle società più sviluppate come la nostra. GPS

Per saperne Sito ANPI qui, Video Youtube su Auschwitz qui . GPS

martedì 22 gennaio 2008

E’ morto il comandante Bulow

Conoscevo personalmente Arrigo Boldrini, soprannominato “Bulow”, una popolare figura di internazionalista romagnolo.
Impossibile dire di Boldrini in poche righe, amava venire a Casola Valsenio e fin che gli è stato possibile non è mai mancato. Si trovava bene fra “i suoi partigiani” e nei monti della 36 Brigata Garibaldi. Cordiale, gentile, alla “buona” come sa essere un romagnolo. Lo ascoltavamo con ammirazione, interesse e rispetto, consapevoli di avere di fronte una “personalità” che veramente ha “fatto” la storia della Repubblica Italiana.
Arrigo Boldrini è deceduto questa mattina. Il 93enne comandante partigiano e uomo politico era ricoverato in ospedale da dieci giorni. "Arrigo Boldrini ci ha lasciato - commenta il sindaco Fabrizio Matteucci. Abbiamo perso un grande italiano. La sua scomparsa lascia un vuoto enorme. Boldrini, il Comandante “Bulow”, Medaglia d’Oro al Valor Militare, è stato protagonista e guida della Resistenza, che in Italia e a Ravenna unì le grandi forze democratiche. Membro della Costituente ha dato all’Italia una Costituzione democratica e moderna".
Parlamentare dal 1953 al 1994 ha contribuito alla ricostruzione e alla rinascita della democrazia e della società italiana. Presidente dell’Anpi è stato sempre in prima fila nella difesa e nel rinnovamento delle nostre istituzioni. Boldrini ci ha lasciato una straordinaria eredità politica e morale. Ravenna, città di grandi tradizioni civili e democratiche, è orgogliosa di averlo avuto fra i suoi figli migliori.
_________________________________________________________________________
Arrigo Boldrini nasce a Ravenna il 6 settembre 1915. Ottiene il diploma di perito agrario. Tenente di complemento nel 120° reggimento fanteria della divisione "Emilia" , nell'agosto 1943 aderisce al Partito Comunista Italiano (PCI) e, dopo l'8 settembre, è tra i principali organizzatori della Resistenza in Romagna.
Diviene ufficiale di collegamento del Comando Unico Militare Emilia Romagna e comandante della piazza di Ravenna. Nominato comandante della 28ª Brigata Garibaldi “Mario Gordini”, partecipa a numerose azioni di guerriglia, rimanendo ancheferito. Le spiccate capacità di stratega e la sua teorizzazione della “pianurizzazione” della guerra partigiana, fino ad allora immaginata possibile solo sulle colline o sulle montagne, gli valsero il soprannome di “Bulow”, in ricordo del famoso conte Friedrich Wilhelm von Bülow.
Dal 1947 Arrigo Boldrini viene eletto per alcuni decenni segretario nazionale dell'Associazione Nazionale Partigiani, di cui diviene poi Presidente onorario. Membro della Consulta Nazionale prima e dell'Assemblea Costituente poi, è stato poi eletto per cinque volte alla Camera dei Deputati nonché Senatore per cinque legislature. Dirigente regionale e nazionale del Partito Comunista Italiano, è stato membro del Comitato Centrale e della 'Direzione Nazionale' del Partito. Successivamente ha aderito al Partito Democratico della Sinistra (PDS). (fonte ravennanotizie.it) GPS

La Medaglia d'Oro al VM fu conferita a Boldrini durante le operazioni belliche, in una grande manifestazione pubblica sulla piazza di Ravenna , personalmente dal generale Mac Creery, comandante dell'VIII Armata, il 4.2.1945. (nella foto in alto). Arrigo Boldrini in visita al Centro di Documentazione sulla Guerra di Liberazione a Casola Valsenio (Ra) (foto sotto)

Il PD balla da solo

Solo ieri scrivevo che sognavo un paese normale. Ma era un sogno. Può succedere solo in questa Italia che il leader di un partito, meglio una micro oligarchia e un “family politic”, può annunciare la fine di una maggioranza politica in una conferenza stampa, e poi a Porta a Porta.
«Basta, è finita». Clemente Mastella annuncia lo strappo dell’Udeur, aprendo di fatto la crisi di governo. «Usciamo dalla maggioranza, l’esperienza di questo centrosinistra è finita». Alla base della sua decisione, «la mancata solidarietà» dell’intera maggioranza.
Dietro il paravento della persecuzione giudiziaria della cara moglie, il novello martire scarica il governo Prodi per salvare il culo suo e dei suoi compari.
La verità è che per evitare una riforma elettorale seria o il referendum, con ha già in tasca un accordo con Berlusconi, punta tutto sulle elezioni anticipate per sopravvivere. Eravamo stai facili profeti “comunque il ricatto è destinato a continuare, anzi la campagna acquisti ha più possibilità di fare centro
Il voto anticipato è in grado di distribuire favori a molti e in modo trasversale, il Porcellum è un sistema che consente già di muoversi con le «mani libere».
Infine da non sottovalutare poi, l’attacco al governo sferrato dal cardinale Angelo Bagnasco sulla scia del caso Ratzinger-Sapienza, una scomunica politica che non poteva certo lasciare indifferente un cattolico come Mastella. Solo una coincidenza di giornata le bordate della Cei e lo smarcamento dell’ex Guardasigilli? Il vaticano promette voti?
Sta di fatto che dopo 18 mesi , il governo Prodi è in una crisi irreversibile con un orizzonte di assoluta confusione.
Prodi ha sempre detto non è tollerabile la nascita di alcun governo che non sia quello scelto dagli elettori nell’aprile 2006
Nel momento in cui la fine del governo Prodi si rivelerà definitiva, le elezioni in primavera sembrano uno sbocco quasi inevitabile
Che fosse necessario fare alcune riforme per rafforzare la stabilità e la governabilità di questo paese , tutti d’accordo, ma in concreto solo blà,blà. Bisogna prendere atto che in questo parlamento non esistono le condizioni.
Contorsioni e bizantinismi: governi tecnici, larghe intese, istituzionali, con chi?, non farebbero che incasinare una situazione già di per se incomprensibile.
Concordo dunque con il Libertario che oggi afferma:”Ma a questo punto siamo assolutamente convinti del fatto che Veltroni quando ha detto "alle prossime elezioni corriamo da soli" non abbia forzato i giochi ma abbia sostenuto un'ipotesi assolutamente possibile, pragmatica, da percorrere, inevitabilmente. Allora il PD balla da solo! Partecipa al nostro sondaggio. GPS

lunedì 21 gennaio 2008

Carnevale con la "Regina" a vapore

Per andare a vedere i più noti carnevali d'Italia, quelli di Fano e Venezia, partiranno da Rimini vecchi treni a vapore. E' un'iniziativa dell'associazione 'Treni storici Emilia Romagna-Adriavapore'.
Il 27 gennaio il treno 'Regina 685-196', costruito nel 1922, partirà nel primo pomeriggio dalla stazione di Rimini alla volta di Fano, in occasione del Carnevale dell' Adriatico. Viaggerà a una velocità di 120 chilometri orari e nei vagoni anni '30, perfettamente restaurati, gli ospiti del treno saranno accolti dal sindaco di Fano, Stefano Aguzzi, e dalla banda musicale 'La musica Arabita', che accompagneranno il passaggio dei partecipanti fino alla sfilata dei carri.
Qui potranno assistere al tradizionale lancio di caramenlle e poi di nuovo tutti 'in carrozza'. Alle 18.15 la vecchia locomotiva ripartirà per Rimini.
Stesso treno, ma percorso diverso, il 3 febbraio: passando per Ferrara, il treno a vapore sarà diretto a Venezia, per il carnevale in laguna. Quello di Venezia 2008, sarà un carnevale ‘Sensation’: da sentire, vedere, gustare, toccare, immaginare.
I posti sono limitati: prenotazioni al dopolavoro ferroviario di Rimini. Informazioni su
www.adriavapore.it. GPS

Strozza tu che strozzo anch’io

È rivolta tra i “partiti piccoli” della maggioranza e dell'opposizione sulla proposta di legge elettorale. I piccoli sono oramai ridotti a micro oligarchie e “family politic” che non vogliono perdere il potere di ricatto. Parafrasando Paolo Rossi:
“E’ meglio strozzarli da piccoli con tanti turaccioli, che vedere ‘sto schifo’ da grandi”.
Partecipate al gioco, ne potete strozzare quanti ne volete.

Alleanza Siciliana
Azione Sociale
Democrazia Cristiana per le Autonomie
Comunisti Italiani
Federazione dei Verdi
Fiamma Tricolore
Italia dei Valori
Italiani nel Mondo
La Destra
Lega Nord
Movimento Repubblicani Europei
Partito Democratico Meridionale
Partito di Dini
Partito Pensionati
Partito Repubblicano Italiano
Partito Socialista
Repubblicani, Liberali, Riformatori
Sinistra Democratica
Udeur
E se proprio non riuscite a trattenervi anche un paio dei “grandi” o segnalate qualche omissione.
Alla fine del mese tiriamo le somme.
Consigli per lo strozzo: per giocare cliccare su commenti, nella finestra che si apre spuntate Nickname e inserite il vostro nome, l’url se non l’avete lasciate perdere e incominciate a strozzare. GPS

La mossa del serpente

Sono un incurabile ottimista. Continuo a sognare Un Paese normale.
Però stamattina, una strana vena poetica mi assale e mi sono trovato a recitare: Io scavo, tu scavi, egli scava, noi scaviamo, voi scavate, essi scavano.... non sarà una bella poesia ma dovete convenire che è profonda. In tutti questi mesi ho ripetuto: adesso abbiamo toccato il fondo, n
el paese dei Balocchi. Invece… Io scavo, tu scavi……, forse è vero che al peggio non c’e’ mai fine.
Quando in un Paese, una condanna a 5 anni di reclusione con l’ interdizione dai pubblici uffici, (se ne aspettava 8 o l’ergastolo?) di un personaggio politico nazionale (Totò) è celebrata come un vittoria, ditemi voi ha che livello è lo stato del buco.

Le cronache ci riferiscono “Si fa il segno della croce quando il giudice di Palermo legge la sua condanna”, “Piange per la felicità Totò Cuffaro e offre cannelloni”, "Resto", risponde a Silvio Berlusconi che gli telefona di sera e gli dice "ti voglio bene". Poi le congratulazioni e la benedizione di Casini, il quale ha trionfalmente dichiarato " Lo sapevo che non era mafioso ".
Anche in quel di Babele, 5000 a.C., dicevano ”Sta torre col cazzo che casca!” GPS

venerdì 18 gennaio 2008

Un ventre da "guerra"

Le "guerre" tra Egitto e Israele non finiscono mai.
Fortunatamente questa volta sono volate solo parole.
Stavolta sono gli egiziani che si sono incazzati: "Lo Stato ebraico ci vuole rubare anche la danza del ventre", è l'accusa. La causa è il Festival internazionale dedicato a questo antico e sensuale ballo orientale, che si è svolto a Eilat. Un evento giudicato uno schiaffo dall'autorevole settimanale egiziano A-Subua, che titola a tutta pagina: "Gli israeliani sono ladri di cultura". La stampa egiziana apre il fuoco, neanche fosse stato rubato il tesoro di Tutankhamon. D'altra parte, la polemica è rovente da un anno sull'asse Cairo-Eilat. Il Festival internazionale della danza del ventre, organizzato nella città sul Mar Rosso, era già stato boicottato nel 2006 dalle danzatrici egiziane. Ma quest'anno i media arabi, tra cui l'altro settimanale patinato Akhr Saa, hanno dato maggiore clamore alla protesta. A-Subua non si è accontentato di sparare a zero sugli organizzatori dell'evento. Ha chiamato in causa direttamente il ministro degli Esteri israeliano, accusandolo di voler "appropriarsi di un'arte e di una tradizione che appartiene solo all'Egitto". (fonte la repubblica.it)
Come diceva Diogene, credo, una sega al momento giusto avrebbe impedito la guerra di Troia. Speriamo che un bel ventre, roteato bene, abbia lo stesso effetto. GPS

Nel nome del padre, del figlio e di Tatò

Vi ricordate di Toto Cuffaro, quello di Totò ha fatto il test, Anche Totò Cuffaro in pellegrinaggio a Santiago de Compostela, Ma quanto scrive sto Totò Cuffaro, bene anche per lui sta arrivando “il giorno del giudizio”.
Sono infatti in camera di consiglio da giovedì mattina i tre giudici del tribunale di Palermo chiamati ad emettere la sentenza del processo "Talpe alla DDA" nel quale, fra gli altri, è imputato il presidente della Regione Siciliana, Salvatore Cuffaro.
Per il Tatò, che è imputato di favoreggiamento aggravato e rivelazione di segreto d'ufficio, la procura di Palermo ha chiesto una condanna ad otto anni di reclusione.
Nell’attesa, il nostro Totò è in "ritiro spirituale", assieme alla famiglia e ai suoi amici più fidati, in una villa di campagna fuori Palermo.
Il Cuffaro, sta aspettando di conoscere non solo il verdetto del processo ma anche quale sarà il suo futuro. In caso di condanna per mafia, infatti, il leader dell'Udc in Sicilia ha già fatto sapere che si dimetterà dalla carica di governatore e lascerà la politica. Sarà vero? I giudici della terza sezione del tribunale di Palermo, presieduta da Vittorio Alcamo, sono entrati in Camera di consiglio ieri mattina alle 10 e dovranno esaminare ben 200.000 pagine del dossier .Secondo le previsioni la sentenza dovrebbe essere pronunciata entro oggi, al più tardi, sabato. (fonte lasicilia.it) GPS

La 3 giorni del Partito Democratico

Da oggi il Partito Democratico sarà presente in tutte le realtà della Provincia di Ravenna. Un appuntamento importante per il nuovo partito che potrà così radicarsi a livello capillare nelle tante comunità del territorio, un territorio nel quale si registreranno significative adesioni diffuse. Il Partito Democratico sarà così in tutti i comuni con circoli e unioni comunali e comprensoriali, ad affermare la volontà di volere incidere nel dibattito e nell'iniziativa politica pubblica. "Il Partito Democratico lo faccio io", è questo lo slogan che accompagna il week end costituente del nuovo partito nella provincia di Ravenna. Il 18, 19 e 20 gennaio saranno giorni decisivi per l'organizzazione del Partito Democratico in tutti i comuni, in tutte le frazioni e i contesti locali. Per tre giorni tutti i cittadini potranno raggiungere i rispettivi seggi ed esprimersi per eleggere i segretari dei circoli e i comitati direttivi. Il Partito Democratico troverà così una organizzazione capillare , utile al partito per poter essere nel cuore delle comunità, essere visibile e operativo a tutti i livelli. In quel week end si ritireranno anche i certificati di fondatori del nuovo partito e si eleggeranno delegati per le assemblee comunali e provinciale. Si potrà votare venerdì 18 gennaio, alla sera, sabato 19, dalle ore 9 alle 17, domenica 20 dalle 9 alle 12. Alberto Pagani, il coordinatore provinciale del Partito Democratico traccia le idee generali che stanno alla base di questo fine settimana costituente: "Il partito democratico della provincia mette le radici, nel territorio, tra i cittadini. Dopo avere superato con passione e coinvolgimento le tappe dell’organizzazione nazionale, regionale e provinciale, ora affrontiamo il passaggio più importante e delicato. Finalmente in tutte le frazioni, in tutti i comuni e in tutte le comunità, il partito democratico prenderà forma.
Un passaggio centrale, perché il Partito democratico deve essere nel cuore delle nostre comunità, deve essere vicino ai cittadini, ai problemi e alle conquiste delle nostre società. Per poterlo fare è necessario che si organizzi con coordinatori, organismi dirigenti: con gli strumenti propri dell’azione politica dei nostri giorni. Poi metteremo in campo percorsi on line, forum tematici, eventi specifici, per discutere dei problemi che interessano la vita delle persone: il carovita, la sicurezza, la precarietà del lavoro, la tutela dell’ambiente. "Così saremo in grado di incidere nel dibattito e nell’azione politica. Il 18, 19 e 20 gennaio - prosegue Pagani - avete la possibilità di decidere in che modo volete radicare il Partito democratico nei vostri territori, attraverso quali persone volete intraprendere questo viaggio, in che modo mettere in rete le vostre comunità con i contesti comprensoriali e provinciali. Sarà una grande occasione, un’occasione democratica che renderà più autorevole, forte ed efficace il lavoro del nostro partito. Poi volteremo pagina, verso nuovi risultati, per il bene della nostra provincia, dell’Italia e delle nuove generazioni. Dopo gennaio guarderemo al futuro con uno sguardo più consapevole. Il radicamento in tutte le realtà, anche le più piccole, è essenziale per potere fare grandi progetti. Tocca a tutti noi, possiamo fare la nostra parte per avvicinare con convinzione il Pd alle nostre comunità, perché come racconta De Gregori “ la storia non si ferma davanti ad un portone”. Così, il 18, 19 e 20 gennaio diventeremo più grandi. Insieme." (fonte comunicato stampa pdravenna) GPS
Per informazioni rispetto ai rispettivi seggi e circoli, i cittadini possono chiamare a:
Ravenna, 0544/ 281611, 219493
Faenza, 0546/ 28784, 21505
Lugo, 0545/ 31703
Cervia, 0544/ 971042
Partito Democratico Ravenna
Partito Democratico Castelbolognese
Partito Democratico Casola Valsenio

giovedì 17 gennaio 2008

100 regole per non fare cilecca

La bellissima Manuela Arcuri, durante un'intervista a Vanity Fair, ha raccontato che oramai si è rassegnata al fatto che tutti gli uomini nella prima notte di sesso con lei fanno cilecca.
Fortunatamente l'attrice si è detta «rassegnata» ma disposta a concedere «sempre una seconda chance».
Allora perché i maschietti non continuino a fare la figura dei pirla, gli diamo una dritta.
Leggete attentamente:
Il dizionario dell'orgasmo A come "A+", ovvero orgasmo massimo, O come "Oh My God", mio Dio...e così via per tutto l'alfabeto. Dalla A alla Z, ci sono almeno cento modi di provare un orgasmo e Karen Manning, sexy e piccante mamma di 41 anni di Brixham, Devon in Inghilterra, ha provato a descriverli tutti in un vero e proprio manualetto organizzato sotto forma di dizionario dell'orgasmo.
Ne dà notizia l'autorevole Sun online, secondo il quale la bionda Karen ha già venduto 500 copie della sua guida solo a Brixham, il colorato porticciolo della riviera inglese, dove sembra che le attività sotto le lenzuola prosperino allegramente.
Rapido o lento, precoce o tardivo, esplosivo o profondo, inatteso o cercato. Sull'argomento orgasmo femminile si è scritto e dibattutto molto, c'è chi lo simula, chi lo prova multiplo, chi non lo prova affatto, chi non sa identificarlo e ancora chi non può farne a meno.
"Ho identificato più di 100 modi differenti di provare un orgasmo", ha spiegato Karen, che, dopo aver ammesso di godere di una felice e di intensa vita sessuale, ha deciso di scrivere il dizionarietto, aiutata anche dal suo compagno.
"Ogni orgasmo è differente... e così ho cominciato a prenderne nota e a descriverli ogni volta".
E sì perchè il piacere non si prova mai allo stesso modo. A contribuire ci sono fattori psicologici, fisiologici ma anche semplicemente oggettivi, come il luogo, il tempo e...naturalmente il partner.
Certo è che nella maggior parte dei casi si tratta di estasi, un piacere a cui nessuna donna vorrebbe rinunciare.
C'è la Sveltina (Quickie), l'"Oh My God", che non ha bisogno di ulteriori spiegazioni, perchè l'esclamazione stessa dice tutto, e poi l'orgasmo elettrizzante, tra i più rari, che provoca una specie di elettroshock del corpo e l'orgasmo massimo definito A+...l'orgasmo "In Flight", anche conosciuto come "Mile High", si raggiunge invece nei bagni di un aereo in volo, mentre il "PA Orgasm Broadcast" viene definito come "un orgasmo trasmesso attraverso un sistema di amplificazione sonora". Attenzione ai vicini di casa! E buona fortuna.(fonte Tgcom) GPS

Sì ai tre referendum

Per la consulta ammissibili tutti e tre i quesiti referendari.
"La Corte costituzionale ha dichiarato ammissibili le tre richieste di referendum abrogativo aventi ad oggetto alcune norme del d.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 (Approvazione del testo unico delle leggi recanti norme per la elezione della Camera dei deputati) e del decreto legislativo 20 dicembre 1993, n. 533 (Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica). Le sentenze saranno depositate entro i termini previsti dalla legge".

Il verdetto è arrivato, i tre quesiti referendari in merito alla riforma della legge elettorale sono ammissibili. I quesiti prevedono il divieto di candidature multiple, l'abrogazione - alla Camera e al Senato - della possibilità di collegamento tra liste, e l'attribuzione del premio di maggioranza alla lista che raccoglie il maggior numero di voti e non più alla coalizione. Sbarramento del 4% alla Camera e dell'8% al Senato.
Il governo dovrà ora decidere la data di convocazione della consultazione popolare, in una data compresa tra il 15 aprile e il 15 giugno prossimi. Avevo considerato questo referendum uno strumento di autodifesa, una “pistola carica nel cassetto” da usare solo in caso di necessità OK al referendum. Nei mesi scorsi avevo pure auspicato che il Parlamento trovasse una soluzione bipartisan per cancellare il “porcellum”.
La "bozza Bianco", cioè la riforma elettorale proporzionale con soglia di sbarramento al 5%, è deposita alla commissione Affari costituzionali e rappresenta un’ alternativa alla proposta referendaria. Essa ha suscitato l'ira dei partiti minori, a cui però Walter Veltroni manda un messaggio preciso: sulla soglia di sbarramento non si tratta, perché è la «ragione» della riforma.
I tempi sono strettissimi, il conto alla rovescia è iniziato l’augurio è che il parlamento faccio il suo mestiere: cancelli il porcellum.
Il messaggio è chiaro, pensare al paese invece che ai biechi interessi di bottega e di bandiera o alla conservare una poltrona di un Titanic che affonda.
Se non né è capace, i cittadini avranno la parola con il referendum.
Quanto mai opportuna la striscia rossa dell’Unità oggi che cita Vittorio Foa: «Forse il degrado della politica e delle sue parole sta proprio nell’agire pensando di essere soli e nel pensare solo a se stessi. Ecco perché quando un ragazzo mi chiede cosa vuol dire far politica, la sola povera risposta che sento di dargli è di pensare agli altri: solo l’altro dà senso alla nostra identità».
Per saperne di più sul referendum clicca qui GPS

L’urlo di Ceppaloni

Clemente Mastella ha confermato le sue dimissioni da ministro della Giustizia e il presidente del Consiglio Romano Prodi sarebbe pronto ad assumere l’Interim della Giustizia.
Ieri era stato indagato con la moglie Sandra Mastella, per concorso in concussione assieme al consuocero Camileri dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere.
Tanto che i carabinieri del comando provinciale di Caserta, reparto operativo, hanno eseguito 23 ordinanze di custodia cautelare, di cui 4 in carcere e 19 agli arresti domiciliari.
Staremo a vedere come finirà questa inchiesta, a naso mi sembra un po’ debole.
Come, un po’ penosi, mi sono sembrati gli applausi nell’aula di Montecitorio a favore del ex ministro. Antonio Padellaro oggi sull’Unità si pone un interrogativo che condivido “ ma prima di “solidarizzare a prescindere” non sarebbe stato meglio informarsi bene sui reali contenuti dell’inchiesta?"
La prima impressione è che non cambierà assolutamente nulla.
Mastella sarà sostituito da qualcun altro, si parla di Mauro Fabris.
Ma l’Udeur azzoppato dove andrà? Appoggio esterno a Prodi si dice. Comunque il ricatto è destinato a continuare, anzi la campagna acquisti ha più possibilità di fare centro. GPS

mercoledì 16 gennaio 2008

Che palle




E' successo stamattina a Roma.
Alcune centinaia di migliaia di palline di plastica colorate sono state lanciate da Trinità dei Monti, rimbalzando sulla famosa scalinata, sino ad arrivare ai piedi della fontana di Piazza di Spagna, tra lo stupore di passanti e turisti.


Il lancio delle palline dalla scalinata di piazza di Spagna a Roma è stato rivendicato da Graziano Cecchini, l'uomo che tinse di rosso l'acqua della Fontana di Trevi nell'ottobre scorso. "E' un'operazione artistica che documenta con l'arte il problema che abbiamo in Italia". (fonte ansa) GPS

Marroni a tutta birra

E’ quasi tutto pronto. A febbraio inaugura a Marradi il microbirrificio Birra Artigianale Cajun, del brisighellese Gianfranco Amadori e Walter Scarpi che farà la birra anche con le castagne.
Nel nostro territorio si tratta dell’unica esperienza, la più vicina si trova in provincia di Bologna. L'idea di base del progetto nasce all'inizio del 2006 quando, dopo anni di birre industriali, i due neobirrai hanno assaggiato per la prima volta una birra artigianale. Da quel momento è scattata la passione per la birra che ha portato i due a cambiare lavoro e anche vita. Proprio la differente concezione di fare la birra - le multinazionali pastorizzano e filtrano, perdendo alcune qualità organolettiche che restano intatte nella birra cruda - sta alla base della scelta del loro logo: un paio di forbici. L’esordio avviene nel luglio 2006 quando, coadiuvati da enti locali come la Pro Loco e il comune di Marradi, hanno com-missionato al birrificio Lodigiano la prima birra di castagne col marchio registrato Lom, poi venduta durante la Sagra dei marroni di Marradi nell'ottobre del 2006. Nei mesi a seguire la birra di marroni è stata piazzata in una quindicina di locali della valle del Lamone e di Forlì. A quel punto si è interrotta la collaborazione con il birrificio Lodigiano per passare al Birrificio Rhyton di Mercatale di Vernio (Po), più vicino sia geograficamente che idealmente alla filosofia Cajun. Da allora la birra è distribuita nella zona di Faenza, Ravenna e nella valle del Lamone, dal distributore Moon Caffè di Faenza, che smista circa 700 litri mensili. E a breve partirà la distribuzione anche nelle province di Firenze, Prato, Pistoia ed Empoli, nell’attesa di trovare un distributore nazionale.La Cajun s.n.c. nasce ufficialmente il 4 luglio 2007. I mesi successivi sono stati spesi per individuare il locale, adeguarlo all’installazione dell’impianto produttivo e ottenere tutti i permessi necessari per produrre birra. Ora l'impianto è in grado di produrre 600 litri di birra al giorno, ma dalla produzione alla vendita ne passano circa 30, di cui la prima metà per la fermentazione in tini di acciaio inox e la seconda per la rifermentazione e maturazione in bottiglia o in fusto, secondo l’antico metodo di produzione (antecedente l’avvento della refrigerazione).La società è operativa dal 2 gennaio e a partire dalla metà di febbraio saranno disponibili due tipologie di prodotti: la Lom, birra ambrata a base del Marron Buono di Marradi con una gradazione alcolica di 6% vol; e la Cecca, birra bionda in stile belga a 5,5% vol. Intanto il birrificio Cajun è stato insignito del «Premio per Miglior formula innovativa per imprese di recente costituzione», conseguito durante la Settimana del Capitalista Personale, organizzata dalla Cna di Firenze. (di Martino Savorani fonte "sette sere") GPS

B16 Indietro tutta

L'avvenimento è troppo importante per glissarlo. E’ vero però che il tema è carico di pericoli. L'accusa di faziosità pende come una spada di Damocle. Correrò questo rischio.
B16 non si recherà più alla Sapienza. Declina così "l'invito" (peregrino) del Rettore a presenziare all'inaugurazione dell'anno Accademico della prestigiosa Università. Dal Vaticano la motivazione adottata si ricollega ad "un problema più di immagine che di sicurezza per l'incolumità del Santo Padre".
Lo Tsunamy delle dichiarazioni sta ci sta inondando. Tutti d'accordo, sinistra, centro, destra, politici, giornalisti, commentatori televisivi e via dicendo. Tutti contro a chi ha impedito al Papa di parlare.
Personalmente questo gran calderone mi convince poco, mi pare zeppo di ipocrisia e opportunismo. Intanto è stato B16 a fare l’indietro tutta, la motivazione sta nel comunicato del Vaticano: per non compromettere la sua immagine. Pertanto nessuno gli ha impedito di parlare.
I docenti scienziati e gli studenti della Sapienza hanno protestato contro il Rettore e contro la presenza del Papa alla cerimonia di apertura dell'anno accademico. Si può essere d’accordo o no ma questi sono i fatti.
Oggi tutti sono diventati seguaci di Voltaire e del suo “Disapprovo quello che dite, ma difenderò fino alla morte il vostro diritto di dirlo”, Che B16 sia un martire, perché non può dire quello che pensa, scusate l’espressione ma fa cagare. Tutte le volte che starnutisce e questo succede quasi giornalmente viene trasmesso a rete unificate.
Di conseguenza non può però pretendere , dopo che entra a gamba tesa continuamente minacciando la scomunica dei politici che si schierano dalla parte dei Dico, dicendo al parlamento italiano come deve fare e disfare le leggi, agli amministratori come si amministra e come si fanno le delibere , di calpestare la dignità degli omosessuali, di mostrarsi irrispettoso verso i credenti di altre religioni e molto altro ancora, di non essere criticato.
Proviamo allora ha chiederci innanzitutto perchè B16 ovunque va, non fa altro che alimentare le polemiche e zizzania?
Ricordo agli smemorati che circa 5 anni fa (era il 17 maggio 2003), l'ateneo capitolino, in un clima completamente diverso, riservava al predecessore,
Giovanni Paolo II, un onore fino ad allora mai concesso: la laurea honoris causa in Giurisprudenza. Questo forse vuol dire qualcosa? ( la vignetta è di Staino Unità.it di oggi) GPS

martedì 15 gennaio 2008

La lezione del cattolico Sarkozy

Continua il tormentone Sarkozy-Bruni. Dicono che tutti aspettassero febbraio, mese durante il quale la nuova coppia si sarebbe dovuta sposare. E invece, a quanto pare, loro hanno bruciato i tempi: e si sono già giurati amore eterno.
La notizia è stata data dal sito web del giornale regionale
Est Republicain. Dall’Eliseo, però, dichiarano di non aver “alcun commento” da rilasciare in merito a questa notizia. (fonte Haisentito ).
Sinceramente della coppia Sarkozy-Bruni non ce ne frega proprio niente.
Segnaliamo la notizia per sottolineare ancora una volta il comportamento dei politici di destra, baluardi della difesa della famiglia tradizionale.

Avete notato che i politici di sinistra sono fedeli monogami e quelli di destra, che cianciano tanto di famiglia, sono tutti poligami e peggio?
…e dal cattolico Sarkozy un’altro esempio delle radici cristiane dell’Europa(la vignetta tratta da Emme 2 ) GPS

Tatuaggio pro condom al carnevale di Rio 2008

Le origini del Carnevale brasiliano risalgono ai tempi della colonizzazione portoghese: dalle feste di strada, con (lanci d’acqua, uova, farina, calce, arance fradice e avanzi di cibo), si manifestò l’interesse per le maschere e per i costumi (detti ‘fantasias’).
Il primo ballo in maschera fu organizzato, nel 1830, da un italiano, presso l’Hotel Italia di Rio de Janeiro. Sino a giungere ai ‘matiné’ (balli all’aria aperta) ed ai concorsi femminili per l’elezione della donna più bella, dello scorso secolo, periodo in cui le Associazioni carnevalesche promossero le prime sfilate di carri allegorici, donando alla festa quel tocco musicale tipicamente brasiliano che è sopravvissuto fino ai nostri giorni, originando la nota samba.
Oggi, il Carnevale rappresenta, per i brasiliani, l’evento culturale più importante della loro vita, anche se i giorni di festa sono soltanto 5, la fase preparatoria dura tutto l’anno: 365 giorni di stenti e risparmi per poter esibire il costume più spettacolare della sfilata, decorato con una miriade di piume colorate e paillettes. Oltre alle ragazze seminude che sfilano in perizoma, coperte solo da stravaganti tecniche di body-painting e brillantini, la vera attrazione sono le Scuole di Samba, associazioni rionali che sfilano nel Sambodromo per vincere il prestigioso Stendardo d’oro.
L’edizione 2008 che avrà luogo dal 31 Gennaio al 05 Febbraio 2008 , avrà una novità. L’idea è venuta al Ministero della Sanità. A tutti i partecipanti che vorranno, potranno farsi tatuare temporaneamente con questa scritta: 'Ho personalita'. Uso il preservativo'. . I tatuaggi, a centinaia di migliaia, saranno disponibili presso giornalai, stazioni della metro e nei chioschi che il ministero tradizionalmente usa per la distribuzione gratuita di preservativi durante i 5 giorni del Carnevale a Rio de Janeiro, San Paolo, Salvador, Recife e Olinda. (fonte ansa) GPS

Ai Vigili del fuoco la nostra fiducia

I Vigili del fuoco sono i primi in classifica quanto a fiducia degli italiani. E' quanto emerge da una indagine di GfK, che ha diffuso oggi i risultati del GfK Trust Index sul clima di fiducia dei cittadini in 19 Paesi verso i pubblici servizi e le istituzioni.
GfK ha realizzato la ricerca sull'Indice di Fiducia (GfK Trust Index, Fall 2007) per determinare l'atteggiamento della popolazione di 19 Paesi verso nove organizzazioni legate ai servizi erogati al pubblico: banche, uffici statali e governativi, vigili del fuoco, sindacati, istituti di beneficenza, polizia, servizi postali, la magistratura e le organizzazioni ambientali.
La ricerca effettuata nell'autunno 2007 e' stata condotta tramite 19.890 interviste individuali.
I Vigili del Fuoco sono il servizio pubblico considerato degno di maggiore fiducia in testa alla classifica sia in Europa che in America. "Dopo il comportamento eroico tenuto dai Vigili del Fuoco di New York in occasione dell'11 Settembre la popolazione europea ed americana sembra prestare maggiore attenzione alla valenza sociale del servizio prestato dai vigili del Fuoco - commenta Silvestre Bertolini, Amministratore Delegato di GfK Marketing Services Italia - Non solo negli USA, ma anche in Italia il corpo dei Vigili del Fuoco totalizza il piu' alto punteggio nell'indice di fiducia tra le organizzazioni ed i pubblici servizi sotto esame, seguiti immediatamente dalla Polizia".
Secondo la ricerca sulle 9 categorie ed organizzazioni di servizio al pubblico, i Vigili del Fuoco riscuotono il piu' alto indice di fiducia della popolazione (punteggio assoluto 3,9 in una scala da 1 a 4).
Al secondo posto troviamo i servizi postali (2,9) e la polizia (2,8). Seguono poi le organizzazioni ambientaliste, i giudici e gli istituti di beneficenza.
Gli impiegati statali, le banche e le organizzazioni sindacali occupano gli ultimi tre posti in classifica nell'indice di fiducia. L'indice di fiducia e' calcolato secondo una scala a quattro punti, dove il voto 1 rappresenta "assolutamente inaffidabile" ed il voto 4 corrisponde a "molto affidabile". In Italia in particolare il corpo dei Vigili del Fuoco totalizza 97 punti (su 100), seguito dalla Polizia a quota 72, al terzo posto si collocano le Organizzazioni Ambientaliste con un indice di 61, al quarto le Poste con 57, le Associazioni no-profit con 45, la Magistratura con 38, i Servizi sociali con 34, le Banche con 25 e i Sindacati con 22.(fonte AGI) GPS

lunedì 14 gennaio 2008

B16 in retromarcia


(da “Periodico di filosofia da ridere e politica da piangere, un’idea di Sergio Staino” ) Emme 2 oggi (come tutti i lunedì) con l'Unità. GPS

L’ apartheid rifondarola

Sentite un po’ questa. In uno scuolabus a Roma, della circoscrizione VII Municipio, quartieri Prenestina e Casilina, c’è un litigio fra ragazzini. Fra i ragazzini ci sono alcuni bimbi rom. Un gruppo di genitori dopo il bisticcio, protesta e avanza la richiesta di separare negli scuolabus i ragazzi ariani dai rom.
Ora dovete sapere che la zona del VII Municipio di Roma è uno dei capisaldi “rossi” della capitale.
E chi si fa capo di questa strozzata di protesta?. Udite! Il consigliere Lucio Conte di Rifondazione Comunista. Il Conte riesce perfino ha far approvare a maggioranza dal consiglio di circoscrizione, una mozione presentata da Rifondazione comunista (votata da Sinistra democratica, più tutto il centro destra, contrario il Partito Democratico) in cui si chiede all'assessore comunale alla scuola di valutare la richiesta di separare i bimbi rom dagli altri bimbi sugli scuolabus.
Credo di averlo già detto, oramai non mi stupisco più di niente. Detto questo, credo proprio che sia la sinistra ad avere un problema di apartheid: quello di separarsi dagli imbecilli. GPS

Un bel virus non fa mai male....

L’Italia rientra nella top ten mondiale dei Paesi che ospitano il maggior numero di siti web infetti. Lo dice una ricerca di Sophos, azienda specializzata nella sicurezza informatica e nella tecnologia di controllo dell'accesso alla rete (NAC). Nella top ten dei Paesi con più siti infetti, al primo posto troneggia la Cina, seguita da Stati Uniti e Russia.
Nei primi 10, oltre all'Italia decima , gli altri Paesi europei presenti in classifica sono la Germania al quarto posto, Ucraina al quinto, la Gran Bretagna al settimo, la Polonia all'ottavo e i Paesi Bassi al nono.
Da notare che, rispetto alla ricerca precedente, la Cina sorpassa gli USA, escono Canada e Francia dalla top ten, che cedono il posto a Paesi Bassi e Italia.
Sophos ha pubblicato anche la classifica dei malware - software creato con il solo scopo di causare danni più o meno gravi al computer su cui viene eseguito. Il termine deriva dalla contrazione delle parole inglesi malicious e software e ha dunque il significato letterale di "programma malvagio"; in italiano è detto anche codice maligno - piu' diffusi: al primo posto c'e' 'Iframe'. (fonte AGI) GPS

Voglia di circonvallazione

Castelbolognese, posta fra Imola e Faenza, è letteralmente tagliata in due dalla Via Emilia.
Si parla di oltre 18.000 veicoli, di cui 2.000 camion che transitano ogni giorno nel centro della cittadina.
La voglia di circonvallazione a Castello è dunque cosa antica. Pare che se ne parli dagli anni 50. Non c’è dubbio che i castellani sono sottoposti ai disagi non più sostienili. Una strada come la Via Emilia molto trafficata comporta, fra l’altro anche gravi problemi di inquinamento acustico ed ambientale.
Pertanto poter deviare il traffico, tramite una variante in modo da poter far passare fuori dal centro i veicoli che circolano sulla via Emilia, rappresenta la soluzione del problema.
Così sabato mattina 12 gennaio per la quarta volta, si è svolta la manifestazione per la circonvallazione, messa in campo dal comitato Circoliamo per Castello. Un lungo corteo sfidando la pioggia, tutti con la casacca arancione del Comitato, e la banda musicale di Castel Bolognese hanno sfilato lungo la via Emilia per più di un'ora, interrompendo a singhiozzo il traffico che soffoca il nostro paese.
La banda musicale ha dato un'aria di festa e incoraggiato la partecipazione alla manifestazione, che è riuscita meglio delle aspettative, viste le avverse condizioni metereologiche.
“Siamo favorevolmente impressionati dal coinvolgimento della gente, questo ci fa coraggio e vuol dire che c'è una grande voglia di ottenere la tanto attesa circonvallazione.
Adesso ci aspettiamo che il progetto preliminare, che stanno realizzando i tecnici del Comune, venga consegnato nei tempi previsti e accordati con la sede centrale dell'ANAS, e cioè entro la fine di gennaio” hanno affermato quelli del comitato.

Il progetto prevede costruzione di una nuova strada da via Borello a via Casanola. In parte usando vie già esistenti o da adeguare, a valle della linea ferroviaria Bologna-Rimini.
In prospettiva, la circonvallazione castellana dovrebbe congiungersi con la nuova circonvallazione a valle di Faenza anche questa in corso di progettazione.

domenica 13 gennaio 2008

Immondezza di pensiero

Venerdì annunciavamo in Imola città solidale, la disponibilità del Sindaco di Imola a dare una mano d'aiuto allo smaltimento dei rifiuti della Campania. Personalmente avevo giudicato e giudico questa decisione giusta, generosa e solidale.
Bene, sabato mattina sul muro della facciata del municipio a Imola sono apparse scritte ingiuriose e minacce all’indirizzo del sindaco, Massimo Marchignoli.
“MERDA DI SINDACO DI PORTATI IN CASA TUA L’IMMONDIZIA DI NAPOLI
LA PAGHERAI
MUORI”.

Andrea Bondi nel suo blog ci dà una puntuale testimonianza dell’accaduto e della reazione della città.(le foto sono tratte dal suo blog).
Mai come in questa occasione il detto: la mamma degli idioti e' risaputamente sempre incinta, è appropriato.
Speriamo che questi cretini di turno vengano beccati, ci riferiscono che nell’androne del Comune funzionano le telecamere della video sorveglianza.
Quello che invece mi preme sottolineare è il comportamento della destra, che sta vergognosamente speculando, un po’ ovunque, sulla tragica questione dei rifiuti campani. Una politica becera e infame che dietro al contrasto di un gesto di solidarietà, nasconde un odio tossico che sa di intolleranza, egoismo, irresponsabilità, cioè:"Immondezza di pensiero"