lunedì 31 dicembre 2012

La tradotta del Mario Monti

Il tempo stringe e la paura di rimanere col sedere senza scranno parlamentare fa quaranta. I più sensibili e attivi sulla piazza sono quelli che del cambio di casacca in cambio di una poltrona hanno fatto un mestiere.
Fa tendenza in questi professionisti lo stile del Bocchino, federale Fli che su Repubblica: “Non c’è ragione perché non ci sia una mia candidatura”, “Sono in attesa di remunerazione da Monti”. Per un Bocchino il Monti non dovrebbe spendere più di tanto.
Ma nel tradotta dell’ Agenda Monti, “in attesa di remunerazione”, stanno stipati e ammassati fino all’inverosimile, come i tacchini allevati in batteria, le ciurme della questua.
Qualcuno, ma il dato è provvisorio, ha provato a contarli: "l’ Udc, Montezemolo, le Acli, Fini, la Cei, Sant’Egidio, Pietro Ichino, i focolarini, Catricalà, l’Osservatore Romano, le cancellerie europee, Lorenzo Dellai, Enrico Bondi, le suore di Sion, la Bce, Lorenzo Cesa, la Merkel, Pisanu, Marcegaglia, Bonanni, Marchionne, il ciellino ed ex pdl Mario Mauro, l’ex pd Linda Lanzillotta, l’ex radicale ed ex pdl Della Vedova, l’ex renziano Mario Adinolfi, l’ex pidiellino Alfredo Mantovano, l’ex predellino Giorgio Stracquadanio, l’ex quasi tutto Clemente Mastella, i famosi mercati più l’Avvenire e Corrado Passera che però all’ultimo giro si è incazzato (poi gli passa), mentre si aspettano news anche da Oscar Giannino".
Dopo gli incontri segreti nel convento di Santa Dorotea al Gianicolo gli aggiornamenti ultima ora.
Nonostante l’odierno e temerario “Io mi sento progressista”, stanno per aggregarsi le pie donne “Memores Domini” del Movimento “Celeste Pentiti”, il Ku Klux Klan “Fiorito è innocente” e in attesa della Banda della Magliana l’ ex pdl Mario Mauro vuol far salire pure il “Cerchio Magico” legaiolo.
Mentre restano a piedi i ministri Corrado Passera, Paola Severino, Filippo Patroni Griffi, Elsa Fornero, Anna Maria Cancellieri e Corrado Clini, in compenso però il Montezemolo seguirà la tradotta in Ferrari. GPS

I risultati delle primarie per la scelta dei parlamentari del PD in Provincia di Ravenna


Si sono svolte regolarmente le operazioni di voto negli 88 seggi delle primarie per scegliere i parlamentari del PD, allestiti nella Provincia di Ravenna.
Hanno votato 15.002 persone circa il 36% circa rispetto al 25 novembre scorso.
Questi i risultati:
Idem 9.382, Pagani 8.739, Maestri 2.657, Roncuzzi 2.629, Collina 2.583, Lamonarca 1.453.
Un’ altra grande prova di democrazia che solo una forza organizzata, radicata nel territorio e che crede in quello che fa, poteva allestire in tempi ristretti e in giornate "impossibili". (fonte Pd Ravenna) GPS

sabato 29 dicembre 2012

Ma quelli del “Il quarto stato“ non abboccano più

Questa mattina il Pubblico ministero palermitano ha ufficialmente presentato se stesso come capolista e candidato premier della lista degli arancioni, più precisamente nominata “Rivoluzione civile INGROIA”.
Certo poteva andare meglio, è vero tutti ci aspettavamo qualcosa di più.
Colpisce quel suo nome scritto così piccino piccino e la patacata stil psiconano:
Conquisteremo Palazzo Chigi – ha detto Ingroia – e avremo milioni di consensi perché vogliamo fare una rivoluzione pacifica dei cittadini, una rivoluzione civile”.
Ma quelli del “Il quarto stato“ non abboccano più, van via e partono cantando con la disperazione in cor. GPS

venerdì 28 dicembre 2012

Provocatrici e provocatori

Il parroco di San Terenzo di Lerici don Piero Corsi:
“Quante volte vediamo ragazze e signore mature circolare per strada con vestiti provocanti e succinti? Costoro provocano gli istinti peggiori e poi si arriva alla violenza o abuso sessuale: forse se la sono cercata”.

Intervistato dal National Catholic Register, a proposito dello scabroso tema degli abusi sui minori da parte dei prelati, padre Groeschel ha argomentato in questo modo: Spesso accade che sia il bambino a sedurre il prete e non viceversa”.
Il quotidiano Journal News dello stato di New York, ha pubblicato sul suo sito la mappa interattiva, con tanto di nome, cognome e indirizzo dei possessori di arma da fuoco in due contee dello stato.


Il Vaticano attraverso Pontifex.it pubblicherà la mappa interattiva, con tanto di nome, cognome e indirizzo dei preti pedofili ... si fa per dire.... ci mancherebbe, poi ci tocca scomunicare anche il pastore tedesco. GPS

giovedì 27 dicembre 2012

Primarie PD provincia di Ravenna, i candidati e dove si vota

Domenica 30 dicembre gli iscritti al Pd e gli elettori che si sono iscritti alle primarie "Italia Bene comune" per la scelta del candidato premier dello scorso 25 novembre, potranno scegliere i propri candidati per le elezioni politiche del 2013.
In provincia di Ravenna si potranno votare sei candidati Josefa Idem, Marina Lamonarca, Mara Roncuzzi, Stefano Collina, Andrea Maestri, Alberto Pagani.
Si voterà dalle 8 alle 21 e si potranno esprimere una o due preferenze; nel secondo caso una dovrà essere attribuita a una donna e una a un uomo (pena l’annullamento della seconda).
Qui sotto l'elenco dei seggi nei 18 comuni della provincia dove sarà possibile votare.

RAVENNA:

1 - Ravenna - Sede PD via Maggiore 71, sala "Piazza Rinascita" (ex Strocchi),
sezioni elettorali n. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 9, 13, 35, 36, 37, 38, 101, 102, 120, 133, 154, 158
2 - Ravenna - Sala AUSER via S.Alberto 61, sezioni elettorali n. 16, 42,116, 128, 130, 132, 145
3 - Ravenna -Teatro Zodiaco via Mattei 28, quartiere S. Giuseppe, sezioni elettorali n. 10, 17, 19, 123, 142
4 - Ravenna - Palazzo Legacoop via Faentina 106 (possibile accesso con parcheggio anche su via Villa Glori), sezioni elettorali n. 34, 39, 40, 41, 74, 109, 115, 121,134, 143, 147, 152, 159, 160
5 - Ravenna - Circolo Pd di Via S. Mama 75 (circolo Arci Mama's - ex Scintilla),
sezioni elettorali n. 7, 12, 14, 23, 24, 25, 26, 27, 28,29, 30,31, 32, 33, 105, 118, 119,129, 137, 140, 144, 148, 161, 162;
6 - Ponte Nuovo - Sede del Comitato Cittadino, Campo Sportivo di via Ancona, sezioni elettorali n. 46, 75, 87, 110, 111, 124, 146
7 - Classe - Sede PD via Classense 88 / h, sezioni elettorali n. 47, 48, 117
8 - Fosso Ghiaia - Bar Happy Boys, via Romea Sud 423, sez. elett. n. 131
9 - Borgo Montone - sede PD (locale sottostante bar via Fiume Abbandonato 312), sezioni elettorali n.151, 153 di Borgo Montone, n. 43 di Villanova di Ravenna e n. 44 di San Marco
10 - San Bartolo - Bar Arci via Cella 292 sezione elettorale n. 45
11 - Ravenna - Circolo Arci 2001 - via dei Poggi, sezioni elettorali n. 8, 20, 22, 138,139, 150, 163
12 - Ravenna - Sede Pd di Via Tommaso Gulli 124, sezioni elettorali n. 18, 21, 103,104, 108, 125, 127, 136
13 - Porto Fuori - Sala Kojak via Staggi 4, sezioni elettorali n. 49, 65, 114,122
14 - Mezzano - Sede PD via Bassa 34, sezioni elettorali n. 60, 63, 64, n. 61 di Torri, n. 67 di Ammonite
15 - Savarna - Sala "Gino Pozzi" via Savarna 269/C (sopra Caffè del Teatro), sezioni elettorali n. 58, 59, 62
16 - Piangipane - Teatro Socjale, via Piangipane 153, sezioni elettorali n. 70, 71, 72
17 - Camerlona - locali pizzeria Luna Rossa via Reale 44, sezione elettorale n. 107
18 - San Michele - Circolo ARCI Via Faentina 312, sezione elettorale n. 73
19 - Sant'Antonio - Sede Circolo PD Cà Bosco, sezioni elettorali n. 112, 164 e n. 66 di San Romualdo
20 - Santerno - ex scuola elementare via Santerno, sezioni elettorali n. 68 e 69
21 - Castiglione di Ravenna - Sede PD Via Zattoni 22, sezioni elettorali n. 98, 99, e n. 100 di Mensa Matellica
22 - San Zaccaria - Sede PD Via Becchi Tognini 6, sezioni elettorali n. 94 e 95
23 - San Pietro in Trento - Sede PD Via Taverna 140, sez. elettorali n. 77, 78, 80, 81
24 - S. P. in Vincoli - Sala Circoscrizione via Pistocchi 41/a, sez. elett. n. 82, 83, 84, 86
25 - Campiano - sala "le Dune" via Petrosa 205, sezioni elettorali n. 89, 90
26 - San Pietro in Campiano - Sala sopra Bar Arena, via del Sale 81, sezioni elettorali n. 93 di Bastia e n. 88 di San Pietro in Campiano
27 - Santo Stefano - biblioteca Valgimigli (ex scuole elmentari) via Cella 488, sezioni elettorali n. 91, 92 di Santo Stefano e n. 85 di Carraie
28 - Marina di Ravenna - Sede PD di via Zara 19 (sala adiacente al bar), sezioni elettorali n. 51, 106, 113, 126, 157
29 - Punta Marina Terme - Sede Circolo ARCI, viale dei Navigatori 33, sezioni elettorali n. 50, 76, 141, 155 e n. 11, 15, 135, 149 di Lido Adriano
30 - Porto Corsini - Sede PD via Po 15 c/o Banca Popolare, sezioni elettorali
n. 79, 156 e n. 52 di Marina Romea
31 - Casal Borsetti - Circolo PD via Bonnet 1, sezione elettorale n. 53
32 - Sant'Alberto - Circolo Arci via Nigrisoli, sezioni elettorali n. 55, 56, 57
33 - Mandriole - Sede Comitato cittadino via Mandriole, sezione elettorale n. 54

CERVIA:

1 - Cervia -Palazzina comunale piazza 25 Aprile 11, sez. elett. n. 1, 2, 6, 7, 8, 9
2 - Milano Marittima - sede PD di Via Romagna, sezioni elettorali n. 3, 4, 5, 17 e 18
3 - Pinarella-Tagliata, Bar Pinarella via Fienilone 37, sezioni elettorali n. 10,
11, 12, 13, 14 e n. 15, 16 di Tagliata
4 - Pisignano-Cannuzzo - Sede Quartiere via Zavattina 6/D, sezioni elettorali n. 27 di Pisignano, 26 di Cannuzzo
5 - Montaletto-Villa inferno - Sede Quartiere via del lavoro 39, sezioni elettorali n. 28 di Villa Inferno, n. 29 di Montaletto
6 - Savio - Sede di Quartiere via Martiri Focaccia 16, sezioni elettorali n. 23 di
Savio di Cervia, e n. 96, 97, 165 di Savio di Ravenna
7 - Cervia - Bar Rinascita via delle Rose 33, sezioni elettorali n. 19, 20, 21,
22 di Malva nord - Terme
8 - Castiglione - Palazzo Guazzi via Castiglione, sezioni elettorali n. 24, 25

RUSSI:
1 - Sede PD via Gobetti 7, votano tutti i cittadini del territorio.

ALFONSINE:
1 - Alfonsine - Sede PD sez. Centro storico C.so Garibaldi 103 (P.zza Monti),
sezioni elettorali n. 1, 2
2 - Alfonsine - Negozio in galleria "Milleluci" P.zza Gramsci 26, sezioni elettorali n. 3, 4, 5, 6, 7, 8 e n. 9, 10 di Fiumazzo
3 -Longastrino - Sala Casa del Popolo, P.zza del Popolo 1, sez. elett. n. 12
4 - Filo D'Argenta - Casa del Popolo di via 8 settembre 44 n 2, sezione elettorale n. 11 di Filo di Alfonsine

BAGNACAVALLO:

1-Bagnacavallo - Sala delle colonne in Palazzo Abbondanza Via Mazzini,
sezioni elettorali n. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 e n. 10 di Boncellino e n. 19 di
Villaprati. Il seggio sarà disponibile a Villaprati alla "Cà di Prè" dalle
10 alle 12
2 -Villanova - Sala Blu Palazzone piazza 3 Martiri, sezioni elettorali n. 12,
13, 14
3 - Glorie - Sede PD, via delle Scuole, sezioni elettorali n. 15 e 16
4 -Rossetta - nuovo Centro Civico, area sportiva via Traversa Rossetta,
sezione elettorale n. 17 di Bagnacavallo e n. 8 di Fusignano
5 -Traversara - Centro Civico via Vecchia Traversara, sez. elett. n. 11
6 -Masiera - Centro Civico, sez. elettorale n. 18, dalle 8,00 alle 10,00

BAGNARA DI ROMAGNA:
1 - Sala Mandela Via Don Frontali 15, votano tutti i cittadini

CONSELICE:

1 - Conselice - Circolo PD, via Verdi 4, sezioni elettorali n. 1, 2, 3, 4, 5
2 - Lavezzola - Casa Comunale via Bastia, sezioni elettorali n. 7, 8,
3 - San Patrizio - Delegazione Comunale (ex scuole) sezione elettorale n. 6

COTIGNOLA:

1 - Cotignola - nuova sede PD di via Matteotti, sez. elettorali n. 1, 2, 3, 4, 7

2 - Barbiano - Casa Comunale piazza Alberico, sezioni elettorali n. 5 e 6

FUSIGNANO:

1 - Fusignano - Bocciodromo via V. Veneto, sezioni elettorali n. 1, 2, 3, 4, 5 e n. 6 di Maiano e n. 7 di San Savino
2 -Rossetta - nuovo Centro Civico, area sportiva via Traversa Rossetta,
sezione elettorale n. 8 di Fusignano e n. 17 di Bagnacavallo

LUGO:

1 -Lugo - Sede PD in corso Matteotti 25 - sezioni elettorali n. 1, 2, 3, 4, 5, 6,
7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21 e 26 di Ascensione
2 -Villa S.Martino - ex Scuole elementari via Provinciale Bagnara 78, sezioni
elettorali n. 23 e 24
3 - San Potito - ex Scuole elementari via San Potito 11, sez. elettorale n. 25
4 - San Lorenzo - ex Scuole elementari via 1°Maggio, sezione elettorale n.
28 e 22 di Bizzuno e 27 di Cà di Lugo
5 - Santa Maria in Fabriago - ex Scuole elementari via Martiri Fabriago 7,
sezione elettorale n. 29
6 - Belricetto - Sede Centro civico via Fiumazzo 391, sezione elettorale n. 30
7 -Voltana - ex negozio Nivea Piazza Unità 17, sezioni elettorali n. 31, 32, 33
8 - San Bernardino - Sede Centro civico via Stradone 47, sezione elettorale
n. 34
9 - Giovecca - ex Scuole elementari via Ferrara 7, sezioni elettorali n. 35

MASSA LOMBARDA:

1 -Massa Lombarda - Bocciofila via Dini e Salvalai 34, sezioni elettorali n.
1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8
2 - Fruges - Sede Centro Quartiere via E. Ricci 3, sezioni elettorali n. 9, 10

SANT'AGATA SUL SANTERNO:
1 - Sede PD piazza Umberto I° numero 6, votano tutti i cittadini.

BRISIGHELLA:

1 - Brisighella - Circolo ARCI via Barduzzi 10, sezioni elettorali n. 1, 2, 3, n. 9 di Villa Vezzano

2 - Fognano - Sala Unione dei Comuni via Saffi 2, sezioni elettorali n. 4
e 5 di Fognano, n. 6 di San Cassiano, n. 7 di San Martino in Gattara
e n. 8 di Zattaglia
3 - Marzeno - Circolo ARCI via Moronico 1, sezioni elettorali n.10 di
Marzeno e sezioni elettorali n. 33 e 34 di Borgo Tulliero

CASOLA VALSENIO:
1 - Vecchi Magazzini via Fondazza, votano tutti i cittadini.

CASTEL BOLOGNESE:

1 - Ex chiesa S.Maria della Misericordia in via Emilia Interna 86, votano
tutti i cittadini.

FAENZA:

1 - Faenza - Sala delle associazioni via Laderchi 3/A, sezioni elettorali n. 3, 5, 6, 7, 18, 19, 20 ,21, 22
2 - Faenza - Sede Consiglio di Quartiere Borgo via Saviotti 1, sezioni
elettorali n. 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31
3 - Faenza - Sede Circolo Arci "La Quercia" via Ravegnana 29/A, sezioni elett. n. 1, 2, 13, 14, 15, 16, 17, 23, 35, 36, 37, 38, 53, 54, 55, 56
4 - Faenza - Centro Sociale Cappuccini via Canal Grande, sezioni elettorali
n. 4, 8, 9, 10, 11, 46, 47, 48, 49 e sezioni n. 50, 51, 52 di Errano
5 - Granarolo - Sede quartiere Piazza Manfredi 1, sezioni elettorali n.44, 45, 57
6 - Reda - Sede Quartiere via Birandola 100, sezioni elettorali n. 39,40, 41, 42
7 - Santa Lucia - Sede Circolo ARCI via S. Mamante 69, sezione elettorale  n. 32
8 - Pieve Cesato - Sede Casa del Popolo Via Castellina 8, sezione elettorale
n. 43
9 - Borgo Tulliero - Sede Circolo ARCI via Moronico 1 Marzeno, sezioni
elettorali n. 33 e 34 di Borgo Tulliero

RIOLO TERME:

1 - Centro Sociale Primavera via Monsignor Tarlombani 4, votano tutti
i cittadini.

SOLAROLO:

1 - Sala adicente al Circolo Arci "House of People" in piazza del Popolo

(fonte Pd Ravenna) GPS





domenica 23 dicembre 2012

Buone Feste

Mario Monti abbandona i Centrini

La “discesa in campo” di Mario Monti, premier dimissionario dopo 401 giorni trascorsi a Palazzo Chigi pare abbia fatto flop.
La melina del passo avanti o passo indietro tanto strombazzata dai centrini ricicloni, sia quelli della Panda sia quelli con il Crocefisso, si sta rivelando un disastro. Un fatale boomerang che non ha certo giovato neanche all'immagine di super partes che al premier tecnico veniva riconosciuta.
Per mesi e ogni santo giorno i nostri, in modo patetico e sconfortante come orologi a cucù, si sono incaponiti tanto che a bocca aperta non sapevano far altro che pronunciare “Agenda Monti”, convinti di fare una gran cosa per il Super Mario.
Ma la magica parolina pronunciata dal “centrino” di Casini-Fini-Montezemolo puzzava di rancido, assomigliava molto più ad un mega pannolone utile soprattutto per assorbire e mascherare le peggiori porcate, le disastrose bischerate e giravolte politiche.
L’impresentabile “centrino” e la truppa a codazzo dei transfughi del Pdl in cerca di riciclo sperava di aggrapparsi alla santa “Agenda Monti”, soprattutto per non sparire dal Parlamento.
Mario Mario ha oggi abbandonato i centrini: “Il mio nome sulla lista? Non ci ho mai pensato”, ma il tormentone dell’Agenda Monti di dietro al “Non mi schiero con nessuno”,”Non mi candido”, non è terminato.
Il Super Mario non si candida ma sta per candidarsi, ma questo non vuol dire che si candiderà ma per adesso sta fuori. Si sente exstra partes ma dal di dentro, si sente dentro ma dal di fuori, assomiglia sempre più ad una trottola statica. Come si dice intermini raffinatamente politici: che due maroni. GPS

giovedì 20 dicembre 2012

Prova etilometro per il M5s

Il capogruppo del Movimento Cinque stelle alla regione Emilia Romagna Andrea Defranceschi, qualche giorno fa, è stato fermato da una pattuglia stradale.
Sottoposto alla prova dell’ etilometro, il tasso alcolico è risultato “molto“ positivo, pertanto gli è stata ritirata la patente di guida.
Il cinquestellino Defranceschi ha ammesso: Ho sbagliato e pagherò (fai diversamente).
La conferma del fattaccio ci viene oggi anche dalla testimonianza del BologninoSi era Bevuto tutto quello che aveva detto Grillo”. GPS

mercoledì 19 dicembre 2012

Ai rosiconi di terra, di mare e dell’aria

Il PD è l'unico partito (+ Sel) ad indicare il candidato alla Presidenza del Consiglio, unico partito ad averlo fatto attraverso elezioni “primarie di coalizione” a doppio turno.
Il PD è l’unico partito a presentare alle elezioni politiche candidati eletti attraverso le “primarie parlamentari” nella misura del 91%.

Tutto il resto è fuffa.

Tabellone per gli smemorati quelli veri e quelli mascherati:
Pd : primarie (camera e senato) per 860 su 945 parlamentari, pertanto il 91% dei candidati è scelto dai cittadini.
Al segretario, alla direzione nazionale in accordo con quelle regionali, spetterà la scelta di un 9% per cento di candidati, per avere la possibilità di candidare persone di comprovate capacità o provenienti dalla società civile.
Questione delle deroghe, l’articolo 22 del regolamento del partito prevede il limite dei 15 anni di legislatura alle spalle, ai commi 6 e 7, si prevedono le deroghe.
Il comma 6 prevede che tali deroghe siano “deliberate dal Coordinamento nazionale con il voto favorevole della maggioranza assoluta dei suoi componenti, su proposta motivata dell’Assemblea del livello territoriale”.
Il comma 7 pone invece un tetto: le deroghe possono essere concesse a non più del “10% degli eletti del Partito Democratico nella corrispondente tornata elettorale precedente”. Stiamo parlando di 206 deputati e di 112 senatori per un totale di 318, pertanto il regolamento prevedeva un massimo di 31 deroghe. Ne sono state concesse 10, pari al 30% e tutti i derogati dovranno partecipare alle primarie dei parlamentari e andarsi a cercare i voti dei cittadini se vogliono essere candidati.
Esclusi dalla competizione, i sindaci dei Comuni con più di 5mila abitanti, i presidenti di Province e Regioni, e i consiglieri regionali a meno che non vi sia stato uno scioglimento dell'assise.

Si vota con la doppia preferenza di genere, per garantire la presenza femminile nelle liste che dovrà essere il 33%.

A questo punto anche Lorenzo Jovanotti in Serenata rap consiglia ai rosiconi di terra, di mare e dell’aria: “affacciati alla finestra amore mio”:

Grillo : primarie farsa (20.000 vototanti per 1400 candidati 15 voti a cranio)

Pdl : nominati dall'alto 100% candidati scelti dai cittadini = 0

Lega : nominati dall'alto 100% candidati scelti dai cittadini = 0

Centro : nominati dall'alto 100% candidati scelti dai cittadini = 0

Arancioni : nominati dall'alto 100% candidati scelti dai cittadini = 0

Sinistra Radicale : nominati dall'alto 100% candidati scelti dai cittadini = 0

Destra radicale : nominati dall'alto 100% candidati scelti dai cittadini = 0

Altri :nominati dall'alto 100% candidati scelti dai cittadini = 0

Se non trovate la differenza gli unici che vi possono salvare sono i Maya. GPS



martedì 18 dicembre 2012

Grillankhamon Epurator

Nel 1000 a.c il Faraone Tutankhamon in Egitto inventò il culto religioso del Disco solare.
Il simbolo, un logo ante litteram, era un Sole da cui partivano i raggi che trasmettono la vita sulla terra.
Dopo la magnificenza e lo splendore iniziale, qualcosa andò storto e presto iniziarono le epurazioni. Finì che il Faraone fu smembrato proprio dai suoi fervidi adepti e imbalsamato andò a regnare nel mondo degli inferi.
Oggi, poi dicono che la storia non si ripete, Grillankhamon si è inventato il culto del Disco stellare, il simbolo 5 Stelle (queste non irradiano una mazza) ma hanno il bollino Blu incorporato.
Come ai tempi dei Faraoni anche da noi è iniziata la stagione delle epurazioni.
Le espulsioni a catena in tutta l'Emilia-Romagna (qui Casaleggiolandia è iniziata prima) sotto il segno delle 5 Stelle sono a metà strada fra il tragico, la farsa e il ridicolo.
Grillankhamon Epurator ha vietato, con tanto di lettera dell’avvocato, l'utilizzo del disco 5 Stelle al consigliere civico di Forli', Raffaella Pirini, eletta con la lista "Destinazione Forli", rea di aver preso posizione pubblicamente a favore della già espulsa Federica Salsi per la questione sul “Punto G” e contro la sua partecipazione a Ballarò.
Lo comunicano abbacchiati gli stessi cinquestellini forlivesi della lista "Destinazione Forlì" dal loro sito: "Grillo ci ha espulsi ma noi rimaniamo dentro al Movimento 5 Stelle", “E’ stata per noi una pugnalata alla schiena”.
Grillankhamon Epurator ha fatto il salto di qualità, siamo passati dalle epurazioni personali alle epurazioni di massa, come andrà a finire forse è già scritto nella storia. GPS

lunedì 17 dicembre 2012

Crosetto King Konk, la piccina del PDL e l’ autocritica

Ieri all'Auditorium di via della Conciliazione a Roma dal palco della manifestazione “Le primarie delle idee” organizzata da Giorgia Meloni e Guido Crosetto, la Giorgia proprio nel giorno in cui il Pdl avrebbe dovuto celebrare le sue primarie, poi cancellate dal ritorno in campo di Silvio Berlusconi, non ha usato giri di parole:
Noi oggi scegliamo un altro centrodestra perché quello che c'è non va bene e non vogliamo accontentarci. Vogliamo un centrodestra in cui Scajola e le sue case, chi è accusato di mafia e chi ruba migliaia di euro venga cacciato fuori” e fra le braccia di Kink Konk arriva a minacciare la scissione dal partito fra gli scroscianti applausi dei meloniani e crosettiani.
Dopo essere stata insieme tanti anni, la Meloni è stata anche ministro di Berlusconi invece di andarsi a seppellire, fa autocritica.
Un pò come la Monica Lewinsky che proprio ieri (strana coincidenza) ha dichiarato di aver imparato a non mettere in bocca le cose che fanno male. GPS

domenica 16 dicembre 2012

Perchè è fallita la rivoluzione padana

Di fronte al nuovo scandalo che si è abbattuto sulla Regione Lombardia, il Celeste si era subito affrettato ha dire: Qui da noi non c'è Batman (il Fiorito della Lupa).
Forse non ci saranno i Batman ma qualche Ramb(in)o non glielo lo cava nessuno.
Nell’infame e bastardo girone del rimborsa pantalone abbiamo anche qui trovato l’eccellenza lombarda targata Sole dell’Alpi, che va segnalata e da non perdere.
Il consigliere Pierluigi Toscani della Lega Nord, è accusato di essersi fatto rimborsare circa 8 mila euro tra cartucce per la caccia, win for life, frutta e ortaggi, lemonsoda, ostriche, caramelle, pizze, cannoli, ciambelle, torta sbrisolona, zucchero semolato, farina, cracker, biscotti, coppe di gelato, salsicce di Norimberga, lecca-lecca, ecc.
Ma sentite come si discolpa l’audace guerriero padano per l’acquisto improprio delle cartucce per la caccia:
"Sulle cartucce da caccia c'è stato un malinteso: l'impiegata ha registrato questo scontrino che io non ricordavo nemmeno di avere, lei pensava fossero cartucce della stampante, si è sbagliata”. (sic)
Ossignur! Finalmente svelato l’origine del tragico fallimento della gloriosa Rivoluzione del Popolo Padano.
Le truppe scelte vichinghe del Bossi, Calderoli e Borghezio avevano nei “milioni di fucili” cartucce per le stampanti.
Dai... questi legaioli, diamo a Cesare quel che è di Cesare, sono in pirlaggine sempre imbattibili. GPS

sabato 15 dicembre 2012

Aspettando il Mario Monti

Il centrodestra squagliato è in piena tribolazione, Casini e company sono letteralmente imbalsamati, i cosiddetti moderati del centro del Centro Riciclone sono confusi e come adepti estasiati dalla luce celeste aspettano il verbo in uno stato di trance profonda.

Dotti emeriti pataccari, pennivendoli alla vaselina, tuttologi all'amatriciana, maghi Otelma mitragliati nel futuro, insomma tutto il bel Paese in trepida attesa del “Cosa Farà Mario Monti?

E proprio tutti partecipano al tragicomico tormentone. GPS

venerdì 14 dicembre 2012

Robe da @pontifex

Si sa “cinguettare” troppo su Twitter, è scientificamente provato, fa rincoglionire. Da giorni i media ci propongono il B16 concentrato a twitterare tutto il santo giorno.
In attesa che Padre Georg intervenga a metterci una pezza, nel frattempo i risultati sono già ampiamente inquietanti.
Ieri una delegazione di giuristi Ugandesi, guidata dalla presidente del parlamento, Rebecca Kadaga é stata ricevuta (pausa Twitter) da B16 presso la Basilica di San Pietro, lo riporta il quotidiano ugandese Daily Monitor.
Dovete sapere che la nostra Rebecca Kadaga spruzza pace e amore da tutti i pori, infatti è promotrice nel suo paese della Pena di morte per gli omosessuali, regalino di Natale per il Vaticano.
L’incontro con la Rebecca deve aver gasato B16 che stamattina ha prontamente dichiarato che i matrimoni gay sono "un attentato alla pace".
Come si fa a benedire una figura politica criticata e censurata a livello internazionale per voler introdurre la pena di morte contro le minoranze sessuali? ... prossimamente su @pontifex.
Intanto il Corvo ci informa che in quel di S. Pietro si sta già lavorando per la candidatura di Rebecca Kadaga a premio Nobel per la Pace. GPS

mercoledì 12 dicembre 2012

All’attacco ADESSO, Primarie PD per i parlamentari



Il PD farà le primarie per permettere ai cittadini di scegliere i loro candidati in Parlamento. La decisione è stata presa nell'incontro tra il Segretario Pier Luigi Bersani e i Segretari regionali e annunciata da Enrico Letta:
"Se le elezioni si svolgeranno il 17 febbraio faremo le primarie il 29-30 dicembre. Vogliamo continuare a giocare all'attacco. Lunedì 17 dicembre in Direzione decideremo i particolari"
"Sappiamo di chiedere uno sforzo eccezionale ai nostri militanti e ai nostri elettori, ai limiti dell'impossibile, ma vogliamo cambiare davvero la politica", sottolinea Pierluigi Bersani. "Lanciamo a noi stessi questa nuova sfida".
Come dice Luca Monduzzi su Facebook, bisognerà apparecchiare nuovamente la tavola della democrazia e preparare un lauto pranzo. Lo faranno i soliti volontari, invitati saranno gli italiani, che, ancora una volta si abbufferanno e senza neanche ringraziare prenderanno l'uscio.
Comunque abbia inizio IO NON VOGLIO IL FALSO, la lotta alla contraffazione delle Primarie. Alla faccia del Porcellum e del Masturbatio Grillorum. GPS

martedì 11 dicembre 2012

M5s alla ricerca della democrazia che non c’è

Non c’è pace per i Grillini. Reduci dalla cagata pazzesca 2.0, frastornati dal risultato delle Parlamentarie, rivelatesi poco più di un mediocre gioco della “mosca cieca con un clik", i cinquestellini un pò rintronati non trovano di meglio che porsi qualche modestissimo interrogativo.
Alcune semplici domandine come, quanti sono stati gli elettori cinquestellini, quanti hanno votato e quanti voti. Qualcuno arriva addirittura ad interrogarsi e osa porre persino problemi di democrazia a Casaleggiolandia, per arrivare al ma Casaleggio si tiene i soldi?, sembrano proprio una cose inaudite.
Così il Grillo stavolta sbrocca direttamente sui i suoi attivisti o meglio, come dicono al M5s, apre il confronto: “Basta fare domande", "Non mi rompete i coglioni con la democrazia", "Fuori dalle palle che mi crede antidemocratico".
Il confronto è completato, chi ha avuto ha avuto chi ha dato ha dato. Questo sì che è vero esempio di democrazia.
Per i grilllini non fiori ma una colletta per la seduta da un medium. GPS

lunedì 10 dicembre 2012

Le parlamentarie ad Arcorlandia

La scorsa settimana vi avevamo segnalato le “parlamentarie” di Casaleggiolandia, oggi siamo a parlarvi delle “parlamentarie” ad Arcorlandia.
Se un grillino può essere candidato al parlamento con poco più di venti clik di media anche ad Arcorlandia non hanno scherzato.
Ieri, domenica 9 dicembre, in quel di Arcore si è svolto il summit del Pdl. Alla corte del Cavaliere, Angelino Alfano, Daniela Santanchè, Paolo Romani, Ignazio La Russa, Maurizio Lupi, Vittoria Brambilla, il coordinatore lombardo Mario Mantovani e il Celeste Roberto Formigoni.
L’incontro è stato definito dai partecipanti “molto positivo, molto costruttivo”, per di più il padrone di casa “ha già pronti tutti candidati” per le prossime elezioni.
Risolto pure il problema delle primarie già annunciate dall’Alfano e tanto care alla Meloni.
Si è pensato bene di annullarle e di ripiegare sulle “parlamentarie”, infatti a riunione quasi sciolta si è proceduto alla votazione.
Presidente di seggio il Celeste, scrutatori l’Alfano e la Santanchè, votanti uno. Con un solo clik del Papi sono risultati eletti tutti i suoi candidati.
Il centrodestra al ritorno del suo cavaliere ristuccato, come nel più sublime degli horror, è dunque pronto guidare le fresche milizie del Pdl (nella foto) a nuove e vittoriose imprese. GPS

Nella Valle del Senio estinto l’ultimo T Rex

Il “cacciatore di dinosauri” Ray Standford, il mese scorso, ha ritrovato presso un campus della Nasa nel Maryland un’impronta di dinosauro e la notizia ha fatto subito il giro del mondo
Bella roba, quando nel 2009 noi lo avvistammo nella Valle del Senio se ne ebbe eco fino a Misileo.
La notizia è di quelle fresche fresche di giornata, quel dinosauro avvistato in Valle oggi si è estinto.
Vissuto in questi anni anche grazie alla protezione della Vena del Gesso, un pò come succede alla Valle Senio quasi sempre priva di nebbia, ma poi alla fine il T-Rex targato Pdl ha tirato le cuoia.
Ne da il triste annuncio lo stesso T-Rex dal blog intestato a Pdl di Casola Valsenio che interrompe da oggi le pubblicazioni:
“Credo che ai casolani che dal 2009 hanno seguito questo piccolo spazio di azione politica con curiosità, talvolta con ironia compassionevole, talvolta con inespresso interesse, fosse ormai noto il distacco che ho maturato nei confronti dell’azione politica del Pdl – il partito al quale avevo aderito nel 2001 - e soprattutto di Silvio Berlusconi.
Oggi, il ritorno imprevisto e a mio giudizio sbagliato del Cavaliere nella politica italiana accelera una decisione che avrei voluto assumere in privato nella primavera del 2014, alla scadenza del mio mandato consiliare e cioè l’addio alla politica.
Non credo sia necessario argomentare a lungo, perché le motivazioni risiedono tutte nei pessimi risultati dei nostri governi che hanno mortificato i principi liberali delle origini, nella scelta di troppi uomini (e donne) indegni e inadeguati, nelle vicende personali e nella labile moralità del leader.
Ora non intendo più candidarmi a nulla e prendendo atto dell’ennesima delusione, mi chiedo quante volte occorra essere sconfitti in una vita.
Sono stanco e me ne vado accostando silenziosamente la porta affinché nessuno tragga disturbo da questo gesto che non è protesta e non è proposta. E’ un saluto definitivo a tutti coloro che hanno usato un po’ di benevolenza verso un povero don Quijote de la Mancha che non cerca più mulini”. Fabio Piolanti
Ci hanno sempre raccontato che i dinosauri si estinsero a causa dell’impatto tra la terra e un gigantesco asteroide. Adesso dovremo riscrivere la storia e narrare che l'ultimo dinosauro, si è suicidato. GPS

sabato 8 dicembre 2012

Quando i grillini fanno Flooop

E’ inutile menare il can per l'aia, le mitiche Parlamentarie a Casaleggiolandia si sono rivelate un mega fiasco, una cagata pazzesca 2.0.
Da Casaleggiolandia dopo due giorni di inutile attesa, nella speranza che il duo della monarchia assoluta verticale dall’alto facesse conoscere alla democrazia orizzontale dal basso i risultati ufficiali con dati trasparenti e definitivi, arriva solo che i voti sono stati poco più di 90.000.
Allora sul web tutti a fare i conti: tre voti a testa, circa 30.000 votanti, 1400 candidati, quindi la matematica dice che in media ognuno di loro ha preso poco più di 22 voti.
Con questi voti non si entra manco nel consiglio di Frazione di Borgo Rivola.
Nonostante tutto dalle nostre parti però i Grillini oggi dichiarano: “Il risultato in Emilia-Romagna è straordinario".
Così straordinario che in Emilia Romagna alle mitiche Parlamentarie del M5s hanno partecipato poco più di 1000 elettori. Per avere un parametro di riferimento, alle primarie del partito dei “morti viventi” cioè il Pd, sono andati ha votare in 440mila.
Ognuno si faccia la sua opinione, a nostro avviso le Parlamentarie a Casaleggiolandia restano la cagata pazzesca 2.0 di inizio secolo. GPS

venerdì 7 dicembre 2012

B16 ha cambiato l’immagine del suo profilo su Twitter

Il sito theonion.com questa volta si è superato, con uno scoop strepitoso e in anteprima mondiale, anticipa l’immagine di profilo del papa su Twitter:
“Benedetto XVI, appena sbarcato su Twitter, ha subito pubblicato una foto con Dio mentre si godono le vacanze estive”. “
…Relaxing on his papal yacht with God”. GPS

mercoledì 5 dicembre 2012

Le parlamentarie: da Bin Laden alla Corrida

Essere capaci di coniugare la democrazia orizzontale dal basso con la monarchia assoluta verticale dall’alto bisogna riconoscere che è gara dura. Perciò grande è il casino sotto il cielo di Casaleggiolandia che fa le “parlamentarie”.
Siamo convinti che la maggior parte dei 1400 candidati grillini che aspirano a far parte delle liste elettorali per le prossime elezioni politiche, siano persone perbene e sinceramente motivate al cambiamento.
Ma d’altronde se il convento della “democrazia da dietro” passa solo un video alla Bin Laden, oramai nessuno al mondo usa più questa forma di comunicazione, uno che fa, si adatta e partecipa alla versione attualizzata della Corrida.
I candidati nei loro video messaggi su Youtube, come dice Crozza, fanno tanta tenerezza.
Con quel loro unanime: meglio credere, obbedire, combattere è commovente.
Come poi si faccia a scegliere, in quel marasma, la persona da votare basandosi solo su un video di qualche minuto e due righe di curriculum vite, valutarne la competenza in materie di governo, resta ancora un mistero.
Prima di candidarsi e votare sarebbe stato opportuno aver aspettato che Casaleggiolandia avesse risposto alle 20 domande (sotto) che girano sul web sulle parlamentarie.
Perchè, quando crollerà la mega buffonata, il rifugiarsi a frignare nel "ma io eseguivo solo gli ordini!", farà emergere solo una irrefrenabile brama: la riabilitazione del Mago Do Nascimento.

A Casaleggiolandia:
1 – Chi è o chi sono gli amministratori del Portale?

2 – Dove è fisicamente il server su cui è il Portale?

3 – Chi ha accesso alle informazioni sensibili?
4 – Come vengono scelte le persone che hanno accesso al Portale come amministratori?

5 – Quali metodologie di sicurezza vengono adottate?

6 – Quanti iscritti vi sono sul Portale?

7 – Quanti degli iscritti operano regolarmente?

8 – Come sono suddivisi per regione e provincia gli iscritti e gli attivi?

9 – Come si pensa di garantire trasparenza nelle votazioni?

10 – Chi e come certificherà che le votazioni sono libere, reali e che il conteggio sarà corretto?

11 – I verbali dei risultati come verranno resi pubblici?

12 – Si prevedono “terze parti” che saranno abilitate al controllo e alla certificazione del voto?

13 – Nel caso di problemi di accesso o di attacco hacker, come si pensa di rendere possibile il voto?

14 – Sarà possibile per tutti i cittadini verificare le operazioni di voto, scrutino e proclamazione degli eletti?

15 – Nel caso di controversie o ricorsi chi e come si deciderà?

16 – Ogni votante avrà una certificazione dell’avvenuto voto verificabile in ogni momento anche a valle della chiusura delle votazioni?

17 – Le informazioni sul voto essendo dati estremamente sensibili, da chi verranno gestite, archiviate e rese inaccessibili?

18 – Come verranno proclamati gli eletti?

19 – Vi sono state deroghe per la scelta dei candidati, rispetto alle varie regole, post e comunicati politici?

20 – Quale sarà la “struttura di comunicazione” che sarà destinataria dei fondi dei gruppo parlamentari?   GPS

martedì 4 dicembre 2012

Il cinguettio di B16

A sole 24 ore dal lancio del nuovo account ufficiale di B16, il Papa ha già raggiunto quota mezzo milione di "follower" che lo seguiranno.

"@pontifex" e' attivo da ieri mentre il primo tweet (max 140 carateri) sarà inviato dal Papa il 12 dicembre, ma i naviganti sono avvisati "nessun following".

Quelli di pontifex precisano che B16 va a cinguettare su Twitter per incoraggiare i blogger cattolici e abbia abbandonato definitivamente Facebook perchè Dio lo aveva cancellato dagli amici. GPS (la vignetta è di Matt)

Monsignor Fisichella non contestualizza i pugni chiusi

Le cronache di oggi ci fanno sapere che il Monsignor Fisichella, partecipando alla presentazione del libro di Ferdinando Adornato, in casi come questi si dice: Dio li fa poi li accoppia, ha detto di essere profondamente turbato e scandalizzato:
"Vicino a Bersani c'erano due ragazzi e una ragazza. Bersani aveva le mani libere, ma chi era con lui salutava a pugno chiuso. Mi domando e vi domando: cosa c'e' di nuovo in questo?".
E noi che pensavamo che il Fisichella fosse di bocca buona. Infatti quando la Segreteria di Stato aveva eretto il Papi a “Uomo della provvidenza”, il ruolo di Monsignore capace di contestaulizzare le porcate (un pò il il Calderoli d’OltreTevere) era toccato a lui.
Non si era affatto turbato a contestaulizzare le bestemmie, neanche un cincinino di fastidio per il bunga bunga, perchè era un aiuto alle “ragazze bisognose”, versione Caritas e manco si era accordo che puzzavano come ha detto ieri l’Emilio Fede. Non solo, per il bene che faceva in giro, Lui divorziato e con 30 escort gli si dava pure l’ostia consacrata.
Manco una piega e silenzio di tomba sui saluti romani dei Fiorito che abbondavano all’elezione della Polverini e sopratutto di Alemanno che la Curia appoggiava.
Uè ragassi non siam mica qui a pulirci il culo con l’ortica, niente pugni chiusi, ma giù con le bestemmie che il Fisichella ci manda dritto tutti in paradiso. GPS