giovedì 29 maggio 2008

Allarme per la cacca spaziale


Avreste mai immaginato che il problema più grosso che hanno i tre astronauti in orbita attorno alla terra nella Stazione Spaziale Internazionale è quello di come fare la cacca. Non è una barzelletta, infatti la toilette della Stazione Spaziale non funziona più.

Pertanto tre astronauti sono costretti, un po’ come si faceva una volta, a scendere nel cortile e farla nel cesso comune. Così negli ultimi giorni sono andati nella toilette della navicella Soyuz, che è parcheggiata accanto al Laboratorio Orbitante.
La NASA dopo aver sottolineato «l'importanza di avere una toilette funzionante nello spazio, così come del resto in ogni casa, è evidente», ha immediatamente lanciato l’allarme : Serve un idraulico spaziale”.
Cercare un idraulico?, è un po’ come cercare un ago in un pagliaio ma questo succede in terra. GPS

B16 show a Domenica In

Questa è 'bomba' che la Rai ha in serbo per la prossima stagione televisiva.
Secondo quanto affermato dal settimanale Chi, in edicola ieri.
Il B16 show andrà in onda durante la trasmissione Domenica In, leggerà la Bibbia, sarà la prima lettura televisiva e per la prima volta verrà letta integralmente il testo sacro per sette giorni e sette notti
B16 darà il via alla maratona, che continuerà con il rabbino capo di Roma. Poi la linea passerà a un sacerdote ortodosso e la staffetta continuerà……non è certa la partecipazione di Provenzano, noto studioso biblista.
Per evitare l’effetto “du marones” sarà intercalato da un Apicella show, che canterà sempre il testo sacro della Bibbia, ma in napoletano e sarà assistito da don Matteo Coppola.
L'arcivescovo Gianfranco Ravasi, sempre a Domenica In, illustrerà il senso della maratona.
L’idea forse è nata da Joyful Joy Hippo, il peluche che vi legge la Bibbia.
Si tratta di un ippopotamo che , temendo forse l’estinzione, ha ritrovato la fede e ora prega il Signore citando versi della Bibbia.
Joyful Joy Hippo è il primo peluche della linea Bible Buddies, creata dalla texana Learn the World per incoraggiare i bambini a imparare la Parola del Signore. Joyful o B16? Fate un po’ voi. ma non posso non ricordarvi il vecchio detto Indio: Quando sono arrivati loro avevano la Bibbia e noi la terra. Ci hanno detto: "Chiudete gli occhi e pregate"; quando abbiamo riaperto gli occhi, loro avevano la terra e noi la Bibbia (da un documento indio per i 400 anni della scoperta dell'America) GPS

mercoledì 28 maggio 2008

Siamo caduti sull’uccello

Arriva il primo stop al governo, battuto nell'aula della Camera su un proprio emendamento per due voti: 240 "no" contro 238 "sì". Tre gli astenuti. E’ polemica sulle assenze nel Pdl. Oltre 100 deputati assenti al momento del voto
Secondo quanto riferito in aula dal ministro per i Rapporti con il Parlamento, Elio Vito, l'emendamento bocciato dall'aula di Montecitorio riguarda un intervento sulla procedura di infrazione Ue rispetto alla distruzione di nidi e uova di specie di uccelli protetti.
L’ira del Bellachioma, "siamo caduti sull’uccello", è stata violata la mia privacy. Il Ghedini: c'è una precisa strategia svolazzante, questa è la politica degli uccelli paduli.
Ma si sa a Montecitorio si gioca di sponda, molti peones Pdl sopratutto “veterani” che dopo la spartizione della torta (potrone), sono rimasti senza l’osso, hanno mandato al Sire un pizzino "Certo siamo qui, tanto chi doveva capire con ieri ha capito!". Intanto sbivacchano sulle poltrone del transatlantico, cazzeggiano alla buvette o vanno a fumare una sigaretta nel bagno. Ve lo ricordate il monito Finiano “a Montecitorio lavoriamo dal lunedì al venerdì” di appena una settimana fa? Brunetta e…. con i “fannulloni di governo”?
Ma l’ uselin dela comare proprio lì dovea beccare……GPS

martedì 27 maggio 2008

La vendetta del toro

Anche quest'anno alla Feria de San Isidro a Madrid ha dimostrato chiaramente, ma forse non era necessario, i rischi che i "banderilleros" prendono ad entrare nell’arena con tori che, in alcuni casi, superano 600kg di peso. Poi ieri sera, il banderillero Juan José Rueda detto "El Ruso" è stato infilzato nella zona anale. La sua condizione è stata definita grave. Siamo rammaricati, ma noi continuiamo a fare il tifo per i tori.
Nelle foto il momento de la tremeda cogida a El Ruso GPS

Uno spione di Yeti

La notizia sarebbe stata diffusa dalla tv satellitare Al Arabiya, secondo la quale il leader di Al Qaeda Osama Bin Laden si troverebbe sul K2.
La soffiata è di uno spione di Yeti, che ha pure sbrodolato:
Al Qaeda” starebbe pianificando un nuovo 11 Settembre servendosi di cittadini arabi ma anche di europei convertiti all’islam".

Dalla serie oggi le comiche, anzi alle tragicomiche. Visto che se si continua a parlare di un nuovo attentato stile 11/9 c’è da preoccuparsi seriamente. La tempistica scelta, mancano pochi mesi alla fine del mandato presidenziale di Bush, il calo inarrestabile negli USA dell’ondata patriottica e della “paura” post 11/9 e deprodundis, la persistenza della ferma volontà di creare un “
qualcosa” per giustificare anche un eventuale attacco all’Iran a ridosso delle elezioni presidenziali del novembre prossimo.
La “matta magicaBin Laden è sempre lì, nella stessa manica… e messa sul tavolo verde quando si vuole…(fonte ariannaeditrice.it). GPS

lunedì 26 maggio 2008

In taxi con Silvia e Davide

Silvia e Davide sono due giovani consiglieri del Comune di Imola. Appena insediati si sono messi al lavoro, la loro prima proposta è quella di creare un servizio di trasporto notturno dedicato ai giovani.Così sul suo blog, Silvia Sassi, lancia l’idea e si avvia il dibattito, qui la discussione. La scorsa settimana il Consiglio Comunale di Imola ha formalmente approvata la mozione presentata dalla giovane consigliera comunale e dal collega Davide Tronconi conquistando il benestare di tutti, ricevendo zero voti contrari.
La giunta comunale, attraverso l’Assessore Mazzini si è impegnata ad attivare la sperimentazione di questo nuovo servizio in autunno prendendo come esempio l’esperienza positiva di Reggio Emilia.
A Imola già tutti parlano di “
Tutti in taxi con Silvia e Davide”, ma vediamo in dettaglio di cosa si tratta.
Il servizio prevede l’utilizzo di una tariffa simbolica nelle ore notturne del week end in modo da favorire l’utilizzo di taxi da parte dei giovani.
L’obiettivo è quindi quello di favorire l’uso dei mezzi pubblici da parte dei più giovani in modo tale da sensibilizzare la comunità sul problema sempre vivo, purtroppo, degli incidenti stradali.
Tutti i dettagli del progetto imolese verranno illustrati ed aggiornati sul
blog di Silvia Sassi.
Altri consiglieri comunali discutono di progetti simili, sarebbe interessante che comunicassero fra loro le loro esperienze. (fonte imola.in) GPS

A nudo i dipendenti del ministero Brunetta

“Penso che la Pubblica amministrazione debba essere trasparente. Per questo ho varato l' "Operazione trasparenza"
Ci poteva andare peggio, pensate solo se si fosse denudato il Brunetta. GPS

Leggere... ALLA GRANDE!

Voglio iniziare questa settimana segnalandovi un iniziativa, a mio avviso senza precedenti.
La storia è un po’ questa. Abbiamo uno scrittore Cristiano Cavina di Casola Valsenio, un libro “Alla grande!" e una Cittadina che l’addotta.
Che Volvera, comune in provincia di Torino, adotti uno scrittore e un libro, converrete che è una cosa che non sta in cielo e in terra. Invece a Volvera è proprio successo e hanno fatto qualcosa di “rivoluzionario”: Un’intera città si fa coinvolgere e dedica tutta se stessa ad un libro e al suo autore. L’iniziativa parte circa un anno fa, da un’idea dei giovani librai della libreria "Dinoitre", sostenuta e promossa dal Comune di Volvera. Così "Alla grande" edito dalla Marcos y Marcos,“è stato occasione di incontro e animazione culturale: letto, prestato tra amici, discusso nelle scuole, commentato nei negozi, passa di mano in mano, dai nipoti ai nonni, dal sindaco al parroco, fino all'allenatore di calcio. Nascono laboratori di lettura e scrittura, mostre, rappresentazioni teatrali, giochi di strada sulla trama del romanzo”.
“Perché un libro può consolidare il senso collettivo di una comunità. E promuovere la lettura significa anche valorizzare il confronto, lo scambio tra persone vicine e lontane, favorire l'integrazione. Queste le convinzioni che hanno mosso le istituzioni cittadine di Volvera.”
«L'iniziativa "Un libro in comune: Volvera legge… Alla grande" - dice il sindaco di Volvera Attilio Beltramino - è finalizzata a realizzare l'idea di creare una grande comunità di lettura attraverso un libro che per mesi diventa occasione di incontro e di animazione culturale. Un unico libro per un unico Comune, un unico libro che viene letto, prestato, passato di mano in mano: qualcosa in grado di coinvolgere tutti, un modo per vivere la cultura come sistema per sentirsi vicini e simili gli uni agli altri».
La conclusione di questa originale avventura, è avvenuta ieri, dopo 5 giorni di eventi dal 21 al 25 maggio. Il clima è stato quello della festa di paese: giochi di strada, l'albero della cuccagna, i giochi di un tempo, animazione, spettacoli, aquiloni, letture e proposte gastronomiche liberamente ispirate ad "Alla grande". Naturalmente non poteva mancare la partita di calcio tra Volvera e Casola Valsenio e la partecipazione entusiastica di Cristiano Cavina. (di Cristiano Cavina vi avevamo già parlato QUI e QUI)
L’idea è originale proprio perché cambia la prospettiva: non si tratta solo di vendere libri, di promuovere uno scrittore e la sua casa editrice, ma di mettere al centro i lettori e coinvolgerli nel racconto portando il libro nella loro vita quotidiana, un libro in particolare, per respirarne l’atmosfera fino in fondo.
Volvera è la prima città in Italia a proporre questo tipo di evento. Ne seguiranno altri? Sindaci, assessori… (fonte ecodelchisone.it) GPS

sabato 24 maggio 2008

Vada per il baratto

Rifondazione chiede la grazia per Anna Maria Franzoni e lo fa in editoriale su 'Liberazione' a guida Pietro Sansonetti.
Sarebbe «bello e saggio » si legge su Liberazione, se il ministro della Giustizia avviasse le pratiche per la grazia alla 'mamma di Cogne' e che poi il presidente Napolitano la controfirmasse.
Lidia Ravera con la consueta acutezza sintetizza anche il nostro pensiero:
«Il discorso sulla pietà è troppo importante; bisogna stare attenti a non inquinarlo »
«la grazia si concede quando il reo è confesso, e la Franzoni non si è pentita, anzi si è sempre dichiarata innocente».
“mi sembrerebbe esagerato ora premiare la Franzoni con la grazia: potrebbe quasi essere visto come un privilegio, un riconoscimento a chi comunque ha visibilità, come se fosse una vip. Mentre se fosse una rumena sarebbe subito appesa a testa in giù»
Il Sansonetti era quello che, durante il governo Prodi, un giorno si e l’altro si chiedeva:”che ci facciamo ancora nel governo noi di sinistra?”. E’ stato accontentato, “noi di sinistra” non sono più al governo, non sono più in parlamento e non sono più nei salotti televisivi.
Forse sono proprio questi ultimi che mancano di piùa noi di sinistra” e così, di fronte a una condanna definitiva per un crimine ignobile, l’infanticidio, si cavalca un fatto di cronaca per ritrovare la visibilità perduta. Un invito per il Sansonetti nella discarica di "Porta a porta" a questo punto mi sembra inevitabile.
Ora noi una soluzione al dilemma l’avremmo, perché non pratichiamo il baratto? Fuori “la mamma di Cogne, dentro il Sansonetti. A guadagnarci sarebbero solo i rifondaroli. GPS

venerdì 23 maggio 2008

Te la do io l’atomica

L'Italia comincerà a costruire centrali nucleari di nuova generazione. Lo ha annunciato ieri Claudio Scajola, ministro dello Sviluppo economico del nuovo governo Berlusconi, nell'intervento tenuto all'assemblea di Confindustria all'auditorium. "Durante questa legislatura verrà posta in essere la prima pietra per la costruzione di un gruppo di centrali nucleari di nuova generazione nel nostro paese".
Un vero e proprio annuncio show con effetto “atomico”, specialità del regno Bellachioma IV.
Mentre a livello mondiale i paesi scelgono sempre di più eolico e solare, il risparmio energetico e l'efficienza e sempre meno l'energia nucleare, noi si gira alla rovescia.
Gli impianti di nuova generazione, a cui si riferisce il Ministro, esistono? Pare, ci dicono gli esperti, che siano ancora ad un livello embrionale quelli di quarta generazione e che potrebbero essere
pronti fra 20-25 anni.
De profundis: non riusciamo neanche a smaltire le patine fritte e i rifiuti normali, che accadrà con i rifiuti nucleari? Per fortuna nostra, anche questo è un pirotecnico bluff. (l
a vignetta da
Matra blog) GPS

Italia che vai setta che trovi

Sono un milione e mezzo (circa il 3% della popolazione), più donne (64%) che uomini, più adulti (64%) che adolescenti ma senza distinzione di reddito, livello d’istruzione e classe sociale, gli italiani a rischio setta.
In un’Italia di anime perse, la setta — di qualsiasi oscurità essa si nutra (il 49% sono psicosette, il 15% pseudo- religiose, il 18% magiche e il 18% predicano spiritismo e satanismo)— esercita un fascino che era giudicato molto pericoloso già nel 1998, alla vigilia del Giubileo e del nuovo millennio: dopo due anni di indagini, il Dipartimento di Pubblica sicurezza consegnò al ministero dell’Interno un dossier di 100 pagine (il 10% delle quali dedicato a Scientology) che conteneva la descrizione di 34 nuovi movimenti religiosi e 36 movimenti magici capaci di «provocare una completa destrutturazione mentale negli adepti, conducendoli spesso alla follia e alla rovina».
L’anno scorso la Digos di Bari a sgominato Arkeon, psicosetta con oltre 10 mila adepti in tutta Italia.
Lorita Tinelli, presidente del Centro ricerche abusi psicologici (Cesap) e psicologa:
«Ho visto persone annullare il proprio sé mettendosi nelle mani di un guru. Le sette, ormai, soddisfano i bisogni di ogni età ed estrazione sociale: scordiamoci lo stereotipo dell’adolescente imbambolato» (fonte corriere.it) GPS

giovedì 22 maggio 2008

Il Nikita è rimasto nudo?

Nicola Vendola, detto anche il Nikita, è presidente della regione Puglia e candidato alla segreteria del Prc. Una creatura multiforme perché comunista, omosessuale, cattolico, poeta. ecc.
La sua nomina alla segreteria di Rifondazione comunista sembrava cosa fatta, tanto che si muoveva e dichiarava già nel ruolo.
Infatti pochi giorni fa, dopo il faccia a faccia tra il segretario del Pd Veltroni e il nuovo coordinatore di Sinistra Democratica Claudio Fava, con l’ obiettivo di attivare un "patto di consultazione" che consenta al movimento di confrontarsi con i democratici sul piano programmatico anche se non sono in Parlamento, a Nikita il “patto” non è piaciuto. Secco il niet, "il partito che Veltroni ha immaginato di costruire con la sua deriva neo centrista difficilmente può inglobare la nostra voce. Noi, del resto, abbiamo l'ambizione di parlare con la nostra ugola". Il Nikita è di quelli che continua a vedere nel più vicino il nemico da combattere e così gli sfugge il peccato originale del “ruzzolone“; mi pare che non ci sia niente di nuovo sotto il sole. Ma l’ugola al Nikita gliela strozzata oggi il Ramon Mantovani:
"Le firme alla nostra mozione sono 104, ovvero il 48% dei consensi del Comitato politico nazionale, Vendola è al 40%, le altre mozioni si fermano al 12% dei consensi". E' questo il quadro di adesioni alla mozione che fa riferimento all'ex ministro Paolo Ferrero, che viene delineato da Ramon Mantovani, e che lo porta a fare questa previsione: "Vinceremo il congresso in 3/4 delle regioni e proporremo una gestione unitaria del partito e non della maggioranza". Una posizione che Mantovani definisce contraria rispetto a quella di Nichi Vendola che, spiega, "ha in mente di esprimere una direzione maggioritaria". Tanto è vero, aggiunge, "che nella nostra proposta la scelta del segretario è affidata al Comitato politico nazionale. Loro hanno già deciso e non si è mai visto nella storia dei comunisti che qualcuno alzasse il dito per dire "voglio essere il segretario". (fonte affaritaliani.it) GPS

Nude contro il cancro

Decisamente il Senio mormora questo mese si è fatto avvinghiare dalle amazzoni. Oggi vi proponiamo queste e per un po’ non se ne parla più.
Queste amazzoni sfilano per Londra per una buona causa, infatti lo fanno per beneficenza a favore di un Centro di Oxsford, impegnato nella lotta contro il cancro. (fonte repubblica.it) GPS

Che tempo che fa

A Manciano, nella rossa Toscana, ieri è stato diffuso il seguente volantino,il cui contenuto riportiamo per intero:
«Calendario venatorio 2008-2009, le Regioni italiane comunicano l’apertura della caccia per la seguente selvaggina migratoria: Albanesi, Cossovari, Talebani, Zingari, Extracomunitari in genere. E’ sospesa, da questo momento, la caccia ai Comunisti in quanti entrati a far parte di specie in via di estinzione, restando salva la possibilità di cacciarli nelle Zone di ripopolamento quali: Case del Popolo, Coop, Centro sociali e altre zone dove non si lavora, vista la pelle coriacea e la testa particolarmente dura, della sopraindicata selvaggina è consigliato l’uso di armi a Canna Rigata a più di cinque colpi e di grosso Calibro: Carabine, pistole, ecc. In presenza di grossi branchi è ammesso l’uso di Bombe, Gas obici, ecc. Non esiste inoltre un limite giornaliero di capi da abbattere essendo considerata selvaggina nociva». (fonte La striscia rossa Unita.it) (la vignetta da
VignetteBC ) GPS

mercoledì 21 maggio 2008

La camorra non affitta

Roberto Saviano, autore del libro Gomorra, non riesce a trovare casa a Napoli. I proprietari di un appartamento nel quartiere Vomero, che lo scrittore voleva prendere in affitto si sono rifiutati di consegnargli le chiavi.
Secondo quanto riferisce il quotidiano Il Mattino, dopo un mese di trattative, i proprietari della casa avrebbero detto no a Saviano perché essendo finito nel mirino del clan camorrista dei Casalesi non sarebbe gradito.
Questo è soltanto l'ultimo rifiuto per Saviano. Sono ben 6 gli appartamenti visionati dallo scrittore che però non ha ancora una casa.

Roberto Saviano si trova ora nella condizione di senzatetto (ma spesso viene usato il termine inglese homeless, cioè persona senza casa o senza fissa dimora), chissà se col decreto Maroni ci sia la possibilità di emettere un bando di espulsione. W l’Italia GPS

100 Chilometri del Passatore

La prossima edizione della mitica 100 Chilometri del Passatore (valida come CAMPIONATO ITALIANO FIDAL 2008 100 KM SU STRADA), con il classico - affascinante - tracciato da Firenze a Faenza si svolgerà tra sabato 31 maggio (con partenza da Firenze - Piazza della Signoria - alle ore 15.00) e domenica 1 giugno 2008 (con arrivo in Piazza del Popolo, a Faenza).
La 36esima edizione della "100 km del Passatore" è stata presentata a Faenza nella sala incontri di Banca di Romagna.
A 12 giorni dal via ufficiale risultano oltre 1.100 gli atleti ed amatori attualmente iscritti. Insieme ad una nutrita schiera di italiani, tra cui oltre cento donne, si registra la presenza di una sessantina di atleti provenienti da 15 Paesi esteri (Brasile, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceka, Russia, Slovenia, Svizzera, Ungheria, Usa e - è la prima volta - Libano).
A proposito delle iscrizioni, la segreteria sportiva dell'Associazione informa che da quest' edizione non saranno più accettate iscrizioni a Firenze e che l'ultimo giorno utile per iscriversi è fissato per la giornata di sabato 24 maggio; inoltre, tutti i podisti non tesserati Fidal, insieme al modulo di partecipazione, devono consegnare il certificato medico di idoneità.
Confermato il controllo degli atleti (col consueto ‘chip elettronico'), effettuato dai giudici Fidal, tramite sei postazioni fisse e mobili, per garantire il regolare svolgimento della gara da parte dei partecipanti. Per quanto riguarda i premi della ‘Cento', infine, oltre a quelli Fidal e di classifica, sono previsti riconoscimenti per i recordman maschile e femminile, per i gruppi podistici, per il vincitore del Gran Premio della Montagna "Francesco Calderoni", assegnato dalla Uoei al fondista che passerà per primo sul Passo della Colla (913 metri slm, al 50° km), giungendo poi al traguardo di Faenza. Premi anche ai migliori atleti toscano, romagnolo e faentino. Per saperne di più, regolamento, elenco iscritti, modulo iscrizione e orari QUI GPS

martedì 20 maggio 2008

Non pomiciate col porco spino

Nel decreto legge su immigrazione e sicurezza, finemente mimetizzata tra i vari commi, è stata infilata una norma che con questi temi ci sta come i cavoli a merenda, cioè non c’entra assolutamente nulla.
La norma inserita e entrerà in vigore subito dopo l'approvazione da parte del consiglio dei ministri di domani.
Essa, concede la possibilità a chi è imputato per reati commessi prima del 31 dicembre di 2001 di chiedere la sospensione del dibattimento per due mesi in modo da valutare se accedere al patteggiamento.
La norma, guarda un po’ le coincidenza che scherzi ti fanno, consentirà anche al Presidente del consiglio di far sospendere il processo in cui è imputato insieme a David Mills e che è quasi arrivato a sentenza. Primo consiglio dei ministri e primo decreto ad personam.
Non solo come scrive oggi
R-estistenza-Infinita, Monnezza napoletana? “Prima devo ripulire la mia.”, aggiungo: Sicurezza? “Prima sempre la mia”.
Ma non ci avevate raccontato che era cambiato, trasformato, che aveva fatto una “rivoluzione culturale” in un campo di rieducazione democratica presso le suore Suore di Carità di Maria Bambina?
Non andate poi a dire che non vi avevo avvisato, pomiciare con un porco spino si diventa così! (foto) GPS

Uno sopra all’altro

E’ avvenuto nel Northwest Regional Airport vicino Roanoke in Texas, due aerei uno decollava e l’altro atterrava. Peccato, lo hanno fatto ambedue nello stesso momento. Cosa vuol dire non sincronizzare bene gli orologi. Fortunatamente i piloti sono sani e salvi (fonte il corriere.it) GPS

Il futuro, ritorno al baratto

Quando casualmente sono capitato nel sito, ho subito pensato: questa è una genialità.
Proporre la permuta pure e semplice dei prodotti, cioè lo scambio in natura o baratto è un’idea brillante.
Una volta, l’uomo lo faceva, attuava il baratto: che era lo scambio in natura di una cosa con un’altra. Allora questo sistema comportava ovviamente non poche difficoltà: per esempio, se offriva cinque maiali per avere un bue, l’uomo doveva trovare un venditore che avesse un bue e soprattutto che avesse bisogno di cinque maiali. Oggi c’è la rete che rende tutto molto più facile. Nel terzo millennio, potere acquistare un computer in cambio… un quarto di pecora, mi fa impazzire.
Più o meno così credo che sia nato il sito PersoPerPerso, per vendere e acquistare oggetti inutilizzati… senza denaro. Nel portale ideato da Michele Marino di Palermo, è possibile dare un valore e cedere ad altri quegli oggetti che ogni famiglia ha conservato da qualche parte della casa.
Per la compravendita si usa una moneta solo virtuale, denominata per l’appunto “valore”, da pagare ci sono solo le spese di spedizione. Gli intenti di questa nuova area di scambio sono riconducibili alle tre “erre” specificate nel sito, che stanno a significare: risanare, restituire e ristabilire. Ogni utente sia al momento della registrazione sia in seguito ad ogni inserimento di un oggetto, ritenuto idoneo e consentito, riceve da parte di
PersoPerPerso dei bonus “Valore”; ad ogni oggetto inserito l’utente attribuisce un appropriato valore di stima , proprio come se lo stesse realmente vendendo, e nel momento in cui l’oggetto sarà richiesto e “prelevato” da un altro utente acquisirà tali “Valori” che si aggiungeranno al suo conto personale
“Persoperperso – dice Michele Marino, fondatore del portale – dà un valore a tanti oggetti che riteniamo inutili, dando la possibilità, attraverso la cessione, di acquisirne altri. Da pagare ci sono solo le spese di spedizione a carico del destinatario. L’obiettivo è anche quello di porre un freno allo spreco e al consumismo e dimostrare che l’attuale, indebita produzione dei rifiuti, è un problema che i cittadini possono in parte risolvere da soli”. Il sito, pur essendo ancora poco conosciuto, a pochi mesi dalla sua creazione, nello scorso fine settimana ha avuto più di tremila contatti. GPS

lunedì 19 maggio 2008

Aridatece "er puzzone"

Umberto Eco la settimana scorsa, nell´ambito del ciclo "Elogio della politica", all´Università di Bologna, nella sua lezione ci ha parlato della creazione di nemici immaginari da parte della "cattiva politica".
Il Professore sostiene che : “Avere un nemico è importante non solo per definire la nostra identità ma anche per procurarci un ostacolo rispetto al quale misurare il nostro sistema di valori e mostrare, nell´affrontarlo, il valore nostro”….. “Pare che del nemico non si possa fare a meno. La figura del nemico non può essere abolita dai processi di civilizzazione. Il bisogno è connaturato anche all´uomo mite e amico della pace”.
Le parole di Eco ci hanno alquanto turbato,(chiedo venia per la non ortodossa e spericolata interpretazione) chi non ha un nemico "er puzzone" è uno stressato della madonna.
Noi siamo l’esempio vivente delle parole di Eco. Da quando ci siamo messi ad usare “il maggior rappresentante dello schieramento a noi avverso” abbiamo avvertito i primi sintomi, ma la nostra depressione è aumentata col passar dei giorni. Poi il cosiddetto nuovo clima politico dellla pax berlusconiana ha fatto il resto. Un terribile effetto collaterale ci ha colpito, per darvene un’idea: la sensazione era quella di pomiciare un porco spino.
Pertanto, dopo la lezione di Eco, abbiamo ripristinato il nostro nemico "er puzzone" a portata di schioppo (questa l’abbiamo copiata dal Borghezio):Il Bellachioma.
Poi visto che ci sentiamo già meglio e non ci vogliamo far mancare niente, ne scegliamo un altro. Ma nella lunga lista la scelta è ardua, allora abbiamo deciso l’alternanza temporale, cioè ogni tre mesi se ne cambia uno.
Iniziamo con Brunetta, la mascotte di Bellachioma IV, ministro della funzione pubblica (foto). Nella scelta la carica non c’entra nulla, è stata determinante la dimensione, non si sa mai. Adesso però elencate i vostri puzzoni. (la vignetta riveduta e corretta è da
Mauro Biani) . GPS

Date a Cesare ciò che è di Cesare

Mentre il Papa arrivava in città la sindaco diessino Marta Vincenzi partecipava a una manifestazione in sostegno alla 194, la legge sull’aborto che lei ha sempre difeso. Dando il benvenuto al pontefice durante la visita all’ospedale Gaslini di Genova, la prima cittadina della Lanterna, laureata in filosofia ed ex preside di un istituto superiore, militante del Pci dal 1974, già presidente della Provincia e poi parlamentare europea, ha fatto un discorso forte affermando che bisogna evitare di «trasformare l’etica in un campo di lotta politica» e che «il comportamento etico non è stabilito in partenza una volta per tutte».«Non dandoci come obiettivo l’individuazione del bene assoluto che non spetta alle istituzioni dello Stato democratico perseguire - ha detto il sindaco di fronte al papa con un possibile riferimento ai temi eticamente sensibili - operiamo per il bene collettivo, affinché i cittadini possano orientare le loro condotte di vita senza imposizioni o limitazioni. Pensiamo che favorire nuovi spazi di autonomia, libertà e responsabilità personali sia il miglior modo per aiutare la stabilità sociale». Il sindaco ha fatto riferimento al teologo evangelico tedesco Dietrich Bonhoeffer: «Il comportamento etico non è stabilito in partenza e una volta per tutte, ma nasce con la situazione data». Citazione colta ed efficace, che il sindaco ha immediatamente accompagnato a un’altra frase di Bonhoeffer, il quale affermava che «missione dei fedeli laici è di configurare rettamente la vita sociale, rispettandone la legittima autonomia e cooperando con gli altri cittadini secondo le rispettive competenze e sotto la propria responsabilità».Non si ricordano negli anni recenti interventi così fermi da parte di amministratori locali che hanno ricevuto il Papa. La prima cittadina non si è infatti limitata a rivendicare la laicità delle istituzioni (laicità che la Chiesa non mette in discussione: l’autonomia delle istituzione politiche risale alla frase di Gesù «date a Cesare ciò che è di Cesare e a Dio ciò che è di Dio), ma ha affermato che l’etica nasce con la situazione data, contestando di fatto l’universalità di quei «valori non negoziabili» a cui spesso il pontefice fa riferimento. (fonte Claudio Caprara). Finchè c’è Marta c’è speranza. GPS

Condominio solidale

Vi avevo già parlato di Imola “città solidale” e di alcune esperienze straordinarie (Casa Guglielmi) che si attuando. Andrea Bondi sul suo blog ne segnala un’altra che vale la pena rilanciare.
Si tratta del progetto “Condominio Solidale” a cui la trasmissione televisiva di Michela Gabanelli Report, ha dedicato recentemente un servizio ed è
inserito nella rubrica “Good News. (Il video presentato dalla Gabanelli dura 9 minuti)
Che cosè il condominio solidale?
Si tratta di una Palazzina completamente inserita nella realtà urbana di Imola, l’ edificio è composto da 13 mini appartamenti, tutti senza barriere architettoniche. Il Condominio Solidale costituisce un' esperienza innovativa nella residenzialità assistita per anziani: la struttura, infatti, promuove e valorizza l'autogestione degli ospiti in un contesto assistito, che permette di ritardare o di evitare il ricovero in casa di riposo.
La struttura sorta a Imola circa un anno fa, ospita anziani soli o in coppia con una ridotta autonomia sul piano fisico, ma con sufficienti capacità cognitive, è completamente inserito nella realtà cittadina, servito da mezzi pubblici. Attualmente le persone ospitate sono 15, che giornalmente vengono assistite, 24 ore su 24 , da 20 volontari di Auser ed Antea, che in stretto contatto con il medico di base, si occupano anche dell'assistenza infermieristica.
È interessante osservare come una delle assistenti di base viva, addirittura, con la propria famiglia all’interno del condominio, che finisce per diventare una “comunità familiare allargata”, dove tutti conservano la propria autonomia e le proprie abitudini. Il tutto, infatti, è rivolto ad evitare che le persone anziane, soprattutto quelle sole, siano costrette a finire anzitempo in strutture di ricovero dove la qualità della vita, soprattutto dal punto di vista psicologico, ha un crollo verticale.
Inoltre, il costo per ogni persona che vive nel condominio solidale é pari alla metà dei costi che la collettività dovrebbe sostenere se queste persone vivessero in una casa di riposo. GPS
Per saperne di più QUI

venerdì 16 maggio 2008

Ammazza la sfiga

La notizia è di quelle sotto traccia, protagonista negativo della vicenda è il calciatore dell'Inter Luis Figo.
Il fatto è apparso su un articolo-accusa di quotidiano la settimana scorsa, in cui si informava che il giocatore nerazzurro avrebbe travolto e ucciso con la sua auto un povero gatto nero, colpevole, a suo dire, di portare sfiga alla sua squadra.

In una Italia di cucù, dove nel 2008 ancora si crede all'oroscopo, dove la superstizione e' testimoniata dalle maggiori trasmissioni televisive che lasciano ampio spazio a prognostici stellari incentivando credenze popolane come se ancora vivessimo nel più profondo e vergognosamente ignorante medio evo dell'anima, dove maghi e divinatori spillano legalmente soldi agli ingenui e ai disperati, la notizia non stupisce più di tanto. (fonte sestopotere.it)
Speriamo almeno che l’Inter perda lo scudetto, così almeno il micio non sarà morto invano. GPS

Mi consenta, apro la caccia

Non so se ve ne siete accorti, ma da alcune settimane a questa parte e probabilmente lo sarà ancora di più nel futuro, le tv del Bellachioma e quelle allineate al vento che tira, non ci martellano più con minuziose interviste a quelli che non arrivano alla fine del mese, ai precari, alle morte bianche, agli sbarchi clandestini, ai minuziosi servizi sui furti in villa ecc, fra un po’ scomparirà pure l’monnezza napoletana. Oggi si punta tutto sulla caccia al rom.
Il neogoverno italiano per la verità non fa molta differenza, rom, zingari, romeni , agli albanesi, stranieri, vagabondi, nomadi, straccioni, froci, streghe, stanno tutti nel gran calderone. Si esaltano conseguentemente i roghi, i pogrom, la giustizia fa da te.
La gran macchina della paura è in moto, funziona a pieno regime e “pure oliata dalla manina della camorra”, ma questo è una quisquiglia. Finalmente ci sentiamo tutti più tranquilli e in pace ci possiamo vedere la nuova puntata del Grande fratello.
E’ evidente che populismo e demagogia hanno assunto una tale preoccupante sproporzione che ben poco hanno ha che fare con l’esigenza della sicurezza. Non sono certamente io ha sottovalutare il problema.
Ma questa caccia al rom, con i giornali e TV della destra che spingono per la “estirpazione” dei rom dall’Italia, il tutto in nome della “sicurezza”, cui tutti, ovvio, teniamo particolarmente è una vigliaccata subdola e inaccettabile. I delinquenti rom, e i delinquenti di tutti i colori, vanno presi, messi in galera e lì tenuti. Che cosa c’entra questo con l’espulsione di un “popolo”?
Fra l’altro la cosa non è neanche nuova: Hitler ordinò la loro totale eliminazione. E li decimò nei forni crematori. Stalin e il comunismo fecero più o meno la stessa cosa del nazismo, nei gulag. Adesso ci prova il governo del Popolo delle libertà (la parola libertà, non sembra è una barzelletta)
Ora i rom. A chi tocca dopo? Spero che ad esempio a Napoli, la prossima rivolta di portata anche maggiore, sia rivolta contro i clan camorristici che tengono sotto scacco la città da 100 anni e hanno causato la morte di migliaia di persone, tra cui molti bambini. Abbiate pazienza, la speranza è l’ultima a morire. (Le vigneta da Diario acido e da Maramotti Unità.it ) GPS

giovedì 15 maggio 2008

Vendo la moglie

Solo martedì vi segnalavo Vu comprà una Melita, oggi pare che facciamo il bis.
Dovete sapere che il sig Paul Osborn, un britannico di 44 anni ha una bellissima moglie. Fin qui niente di male, le cose si complicano quando viene a sapere, che la bellissima gli pianta le corne.

Il Paul Osborn si inbufalisce e medita la vendetta.
La trovata, per punire la moglie traditrice, è quella di metterla in vendita su eBay.
Il singolare annuncio è apparso nei giorni scorsi sul sito inglese della popolare casa d'aste online e la descrizione contenuta nell'inserzione era molto esplicita:"Vendo al miglior offerente moglie bugiarda e traditrice". L'asta, partita da 0,01 sterline, ha raggiunto le 500 sterline in poco tempo e le offerte fioccavano sempre più in alto.
Appena inserita, l'inserzione ha subito fatto il giro del mondo
Paul pero è finito nei guai e la polizia sta analizzando la questione per vedere se è stato commesso qualche reato. Pare proprio che le mogli non si possono vendere, almeno su eBay. (fonte tgcom.it) GPS

Borghezio Ipse dixit

Sono Borghezio, sono talebano e guardiano della rivoluzione. Le mie imprese sono note:
Incominciai nel 1993 col picchiare un bambino marocchino, tanto per vedere l’effetto che faceva.
Sono stato neofascista, nell’ambito di Ordine Nuovo e ho fatto comizi col gruppo neofascista di Forza Nuova. Ero a Klagenfurt, in Austria, al convegno internazionale dell’estrema destra populista e xenofoba promosso dal Fpoe, il movimento di Haider, coi rappresentanti del partito razzista belga Vlaams Blok.
In un convegno dei giovani padani Alain de Benoist, cima della destra radicale europea, padre del “differenzialismo etnico”, nuova frontiera del pensiero razzista, per la preservazione delle diverse identità culturali, nazionali e religiose (alla Pera!) ho riproposto con forza i retaggi dell’intolleranza xenofoba.
Perciò non ho nessuna difficoltà ad affermare che “Mussolini è stato un grande statista padano”e alle adunate dei Volontari Verdi, apro sempre il coro che viene intonato con più entusiasmo con: “E noi che siamo Padani / abbiamo un sogno nel cuore / bruciare il Tricolore / bruciare il Tricolore”. Ecc. ecc
Oggi il nostro Borghezio ci propina uno spaccato dell’attualità politica:
“Berlusconi tende la mano e lo può fare perché sa che dietro ci sono i leghisti con lo schioppo in spalla. Noi siamo i vecchi combattenti, non abbiamo mai appeso lo schioppo al chiodo e mai lo faremo, rimarremo rivoluzionari e la garanzia del cambiamento. Di Berlusconi tutto si può dire meno che non sia intelligente, perciò lo sa e ne terrà conto. Il cambiamento si fa soltanto con la forza, la coerenza e l'onestà. Noi siamo i guardiani della rivoluzione, siamo i talebani del cambiamento” (fonte affaritaliani.it).
Un mio amico padano, mi spiega sempre che fra chi ha votato Lega c’è tanta gente perbene, non lo metto in dubbio. Aggiungo però che, chi da retta questo squallido individuo un po’ pirla lo è. Oh no? GPS

mercoledì 14 maggio 2008

Cose dell’altro mondo

Strane coincidenze
"E' possibile credere in Dio e negli extraterrestri" e "si può ammettere l'esistenza di altri mondi e altre vite, anche più evolute della nostra, senza per questo mettere in discussione la fede nella creazione, nell'incarnazione e nella redenzione". Lo afferma il direttore della Specola vaticana, padre José Gabriel Funes, in una intervista all'0sservatore romano.
Per dirla con san Francesco, se consideriamo le creature terrene come 'fratello' e 'sorella', perché non potremmo parlare anche di un 'fratello extraterrestre'? Farebbe parte comunque della creazione". (fonte ansa.it)
Vi ricordate i toni di Camilleri qualche tempo fa: "Berlusconi è qualcosa che non ci appartiene. È un extraterrestre rispetto alla democrazia. Non ha la più lontana concezione di cosa possa essere una democrazia.” E non aveva tutti i torti.
Oggi l’evoluzione, il Bellachioma (democratico?) ha aperto all'opposizione, spiegando che anche “il gabinetto ombra della tradizione anglosassone»», uno «strumento di osservazione» dell'operato del governo, può essere di aiuto”.
Oh mio Dio …cose dell’altro mondo o come dice oggi
Dagospia: Cavaliere buono o cavaliere troia? GPS

martedì 13 maggio 2008

Hanno trombato il rospo

Ve lo ricordate il Lamberto Dini, detto il rospo. Quello che solo alcuni mesi fa andava ripetendo in continuazione: "Berlusconi è uno corretto, Prodi è da sfiduciare".
La correttezza del Bellachioma stava tutta in “una lunga catena di promesse (o di illusioni) che sulla base degli affidamenti di Berlusconi aveva consentito a Dini (era febbraio) di sperare nella presidenza del Senato, a fine aprile in un ministero di peso (l’Economia, più realisticamente la Difesa) e poi, in un progressivo appassimento di ambizioni, l’impegno di palazzo Chigi si era ridotto a due sottosegretariati”.
Ma ieri sera poco prima del Tg delle 20, Lamberto Dini ha scoperto che il Bellachioma lo ha trombato. Il rospo ci è rimasto male. Molto male. Malissimo.
«Berlusconi non è stato di parola, è stato scorretto...» Ma va, non ci possiamo credere!
Così ieri sera, un rospo triste e sconfortato ha scoperto di avere in mano un pugno di mosche.
Ma visto che la speranza è l’ultima a morire, non gli resta che il ventilato spacchettamento dei ministeri, per ambire al Ministero dei Voltagabbana. GPS

lunedì 12 maggio 2008

Ho il latte alle ginocchia

Questa crociata contro Travaglio, sinceramente mi fa venire il latte alle ginocchia.
Il fatto. Travaglio nella trasmissione “Che tempo che fa” di Fabio Fazio sostiene che Schifani non è degno di essere presidente del Senato in quanto ha parecchie amicizie con persone condannate per mafia. E si chiede se qualcuno ha pensato di chiedergliene conto prima di farlo diventare la seconda carica dello Stato.
"Ho solo citato un fatto scritto già nel mio libro e in quello di Lirio Abbate, giornalista dell'Ansa minacciato dalla mafia e cioè che Schifani aveva avuto rapporti con persone poi condannate per mafia. È agli atti societari della Sicula Brokers fondata da lui, Enrico La Loggia, Mino Mandalà, condannato come boss mafioso, e Benny D'Agostino, condannato per concorso esterno”, ha detto Travaglio.
Ora se le cose dette da Travaglio sono false, lo Schifani ha tutte le possibilità, i mezzi e il diritto di contestarle e attivare ogni azione in sua difesa. In democrazia mi pare funzioni così. Se invece le cose dette sono vere, siamo di fronte ad una squallida e inaccettabile censura.
Forse ci siamo così tanto abituati a giornalisti zerbino e lecca lecca, che quando ne troviamo uno sulla piazza che fa il suo mestiere ci scandalizziamo pure.
Per chi si è perso lo “scandalo” di “Che tempo che fa” rivedere video QUI . GPS

Vu comprà una Melita

Questa che vedete non è un’amazzone che si allena nella Valle del Senio in attesa del L'equiraduno Internazionale delle Amazzoni in programma nel prossimo fine settimana a Riolo Terme, ma è la sexy diavolita, Melita Toniolo.
Dovete sapere che da qualche giorno molti internauti erano in eccitazione.
Infatti il sito
Bidplaza, famoso perché spesso fa aste curiose e anomale, l’ aveva messa all’asta. In somma un bel Vu comprà una Melita.
Chi alla fine offriva la maggior somma, si sarebbe aggiudicato niente di meno che una serata con Melita Toniolo. Non affannatevi per fare la vostra offerta. L’asta di Melita Toniolo era tutta una bufala.
E’ stata la stessa Melita a smentire la “compravendita”, perchè lei non ne sapeva assolutamente nulla. “Sono assolutamente sconvolta da questa notizia. L’idea di un’asta su di me lede la mia immagine” (fonte
Haisentito). Ho mi fa un po’ di pubblicità gratuita? GPS

Hoka Hey, Hoka Hey

Veltroni e il Governo ombra
Nel governo ombra del Pd ci sono Piero Fassino (Esteri), Marco Minniti (Interno), Pierluigi Bersani (Economia), Enrico Letta (Lavoro, salute e politiche sociali), Matteo Colaninno (Sviluppo Economico), Lanfranco Tenaglia (Giustizia). Questi i nomi dei ministri-ombra piu' significativi, presentati in una conferenza stampa dal leader del Pd, Walter Veltroni, che presiede il governo-ombra. Assenti big come Massimo D'Alema, Arturo Parisi, Beppe Fioroni. I ministri del governo ombra sono 21 per ricalcare esattamente quelli del governo Berlusconi anche se non c'e' quello per i Rapporti con il parlamento (tale compito e' affidato ai capigruppo Antonello Soro e Anna Finocchiaro) e al suo posto c'e' quello delle Comunicazioni. Maria Pia Garavaglia sara' il ministro ombra dell'Istruzione, Roberta Pinotti della Difesa, Alfonso Andria delle Politiche agricole, Ermete Realacci dell'Ambiente, Andrea Martella delle Infrastrutture e trasporti. E ancora: Vincenzo Cerami ai Beni culturali, Giovanni Melandri alla Comunicazione, Sergio Chiamparino alle Riforme per il federalismo, Mariangela Bastico ai Rapporti con le Regioni, Linda Lanzillotta alla Pubblica amministrazione e innovazione, Vittoria Franco alle Pari opportunita', Beatrice Magnolfi alla Semplificazione normativa, Maria Paola Merloni alle Politiche comunitarie, Michele Ventura all'attuazione del programma, Pina Picerno alle Politiche per i giovani. Del governo ombra, che e' presieduto da Veltroni, fanno parte anche il vice segretario Dario Franceschini e i capogruppo di Camera e Senato Soro e Finocchiaro. Enrico Morando svolgera' la funzione di coordinatore del governo ombra, mentre Riccardo Franco Levi ne sara' il portavoce. Veltroni si e' detto "molto contento e soddisfatto" negando che ci siano state "difficolta' e rifiuti; nulla di tutto questo". Il leader del Pd ha sottolineato che il governo ombra avra' "un compito di iniziativa politica e programmatica, sara' uno degli strumenti dell'opposizione per rispondere all'azione del governo Berlusconi ma anche per individuare soluzioni alternative e servira' a far crescere il consenso che - dice - sono sicuro ci sara' nei prossimi mesi". Le donne presenti nel governo ombra sono nove (il 43%) a fronte delle quattro presenti nel governo Berlusconi (19%). (fonte Agi.it)
--------------------------------------------------------------------------
Personalmente non mi mancava il "governo ombra" (Direzione o Segreteria non era tutto più semplice?) Serve, dicono, per fare un’opposizione più efficace e puntuale. Mettiamola lì .
Ma avere pure l'indecenza di litigarci sopra è troppo.
Se non si è ancora capito che i continui litigi e la rissossità all´interno di un partito o di una coalizione hanno schifato; se non si è ancora capito che questo bla,bla non interessa nessuno ed è solamente percepito come “cosa vostra”, utile solo al vostro culo, siamo ridotti male.
Forse sto esagerando? O Forse anche noi dobbiamo incominciare a gridare "Hoka Hey"?
Intanto che ci pensate, guardatevi (QUI) questo video.
Il cantante comasco Davide Van De Sfroos canta "Hoka Hey", che parla del massacro di Siux nel famoso eccidio di "Wounded Knee".(con tanto di traduzione del testo in italiano, se si clicca more info).
"Hoka Hey" era il grido di guerra di Cavallo pazzo che significa: È un buon giorno per morire!, che suona come: Andiamo piddini, così ci fanno secchi. Si può fare. GPS

sabato 10 maggio 2008

Caccia alla volpe

Nell’ ambito della “Settimana della bonifica 2008” organizzata dalla Bonifica Renana, avrà luogo, domani 11 maggio, una spettacolare iniziativa nella Valli di Campotto, tra Bologna e Ferrara.
Addirittura una caccia alla volpe con tanto di cavalieri di Bologna Hunt, vestiti come nelle campagne inglesi.
La caccia ci dicono gli ideatori è simulata.
Il bolognino riferisce che le volpi sono alquanto preoccupate, tanto che hanno subito inviato un e-mail all’organizzazione, per assicurarsi che anche i cani siano stati avvisati che si tratta di una finta e che si scherza.
Che Diana gliela mandi buona. GPS

venerdì 9 maggio 2008

Ultimissime dal Re Bellachioma IV

Come sottosegretario ai Trasporti circola il nome dell'ex capogruppo alla Camera dell'Udeur, Mauro Fabris. Degno erede del suo ex segretario Clemente Mastella, verrebbe ricompensato di aver affossato il governo Prodi. (fonte Unità.it)


Mauro Fabris, vicentino in quota Udeur, fu eletto alla Camera nel 2001 in Provincia di Ravenna e io il paraculo l’ho pure votato! Che penitenza mi aspetta? GPS

Un’ eccellenza europea, la nuova centrale di Telecontrollo di Hera

Inaugurata ieri a Forlì un’eccellenza europea: è il “Polo regionale telecontrollo reti” di Hera, che controllerà in tempo reale oltre 2.000 impianti, collegati a 60.000 km di reti acqua, gas e teleriscaldamento, nelle 6 province servite dal Gruppo. Questo polo futuristico si trova in via Balzella. E’ il più grande centro d’Italia per numero di servizi e punti telecontrollati e uno dei più grandi d’Europa, utilizza le migliori tecnologie disponibili sul mercato.
E' paragonabile solamente alle centrali operative che gestiscono i sistemi di trasporto (marine, ferrovie ecc.) e le reti elettriche. Il Polo regionale di telecontrollo garantisce il governo delle reti, assicurando continuità e sicurezza del servizio, su livelli che consentiranno raggiungimenti di standard superiori rispetto a quelli del passato e omogenei su tutto il territorio: una rete intelligente dunque che si avvale di un sistema capillare di sensori su rete e impianti, per un governo elettronico e centralizzato in tempo reale.

Una sala di quasi 400 mq, uno schermo gigante di 60 metri quadrati, 100 mila punti controllati a distanza in tempo reale, un sistema 3D per rappresentare gli impianti principali, 90 monitor, 30 postazioni, una squadra di 60 operatori, un call center tecnico attivo 24 ore su 24, doppie linee di comunicazione in fibra ottica e un sistema antincendio autonomo a gas speciale: sono queste le caratteristiche principali del “Polo Regionale telecontrollo reti” inaugurato giovedì dal Gruppo Hera.
Rispetto ai sistemi tradizionali, gli operatori di sala hanno sotto controllo, in ogni momento, la situazione delle segnalazioni esterne di pronto intervento e degli allarmi da telecontrollo, grazie anche alla presenza di tre monitor per postazione, che permettono di avere il quadro completo per gestire una segnalazione di allarme/pronto intervento.
Inoltre un sistema esperto è in grado di guidare e supportare l’operatore negli interventi di telegestione, sulla base delle esperienze capitalizzate sull’intera rete gestita, garantendo così la massima sicurezza.
Il centro sarà inoltre collegato con la stazione radar del Sistema Idro Meteorologico Regionale e con le stazioni pluviometriche dell’Arpa e con l’Ufficio Cartografico Regionale. Dispone inoltre di una sala dedicata alle Unità di Crisi che, in caso di necessità, può ospitare, ad esempio, la Protezione civile. (fonte romagnaoggi.it) GPS

giovedì 8 maggio 2008

Una Desdemona made in Casola Valsenio

Il paese delle erbe e dei frutti dimenticati non è solo un paese di scrittori e grandi intellettuali, ma è anche fucina per giovani musicisti ed attori di fama nazionale. Ne è un classico esempio Monia Visani, cantante e musicista, che interpreta in questi giorni Desdemona in "Othello Opera Rock". Uno spettacolo cantato con musiche che spaziano dall’hard rock alle ballate romantiche, con coreografie e impianto scenografico di grande impatto.L'opera è andata in scena a Salerno e a Roma e, in questi giorni, è in scena a Milano.
A sei anni di distanza dall’esperienza di Rent, Michele Carfora e Gabriele Foschi tornano in scena insieme in un nuovo, emozionante spettacolo musicale nato in collaborazione con l’Olanda: Othello Opera Rock.
Interamente cantato e suonato dal vivo Othello Opera Rock mette in primo piano non più le interazioni e la psicologia dei personaggi, ma le sensazioni, i sentimenti e gli stati emotivi che li portano a compiere le loro scelte e il loro destino. In questo contesto Othello, Desdemona, Iago, Cassio ed Emilia diventano personaggi forti, passionali, istintivi nella loro accezione più profonda e primordiale.
La sua struttura narrativa, lo sviluppo drammaturgico, l’energia della musica rock e l’intervento di un codice fisico studiato e creato appositamente per la messa in scena, lo rende uno spettacolo unico, innovativo ed imperdibile.
L’impianto scenografico, costituito da tubi di ferro, aiuta lo spettatore ad immedesimarsi nella stessa sensazione di vuoto che i personaggi vivono nella tragedia.
Gli attori nell’arco della rappresentazione si arrampicano, sono sospesi a mezz’aria nel vuoto, cantano rovesciati, dando un senso di instabilità e di mancanza di gravità che rappresenta il pensiero irrazionale e distorto dei personaggi.
La partitura composta da musicisti olandesi spazia dall’hard rock alle ballate romantiche, mantenendo un gusto musicale raffinato in stile angloamericano. I testi sono interamente in italiano e sottolineano fedelmente le atmosfere della tragedia shakespeariana.
Cinque cantanti, una rock band di cinque elementi e quattro danzatori che incarnano i "maligni pensieri", figli e burattinai dell’inganno della mente umana. Una rilettura in cui ogni uomo è al tempo stesso vittima e carnefice, uno spettacolo emozionante e senza precedenti.
Monia Visani si diploma all'Istituto Tecnico Commerciale per Programmatori e attualmente è iscritta all'Università degli studi di Bologna. Contemporaneamente coltiva la sua passione per la musica iniziando lo studio del flauto traverso con il prof. Domenico Banzola e diplomandosi nel 1999 presso il Conservatorio "G. Rossini" di Fermo. Ha partecipato all'incisione del cd "Missa" di Alfredo Impullitti come primo flauto e ottavino con musicisti del calibro di Paolo Fresu, Tino Tracanna, Gianluigi Trovesi e Pierre Favre. Si esibisce in concerti come solista, in duo con pianoforte, ma anche in formazioni da camera, jazzistiche e orchestrali. Attualmente insegna musica presso la scuola comunale di Casola Valsenio. Parallelamente inizia lo studio del canto con la prof. Tania Bellanca e segue un corso di canto jazz con la prof. Diana Torto. Nel 1997 partecipa al "Granaglione Jazz" con un quartetto vocale a cappella; nel 2000 si esibisce al Teatro Comunale di Bologna interpretando Mary Poppins nell'omonima commedia musicale; interpreta, inoltre, la parte di Maria Maddalena in una rielaborazione del Jesus Christ Superstar con il gruppo Canticum. Ha vinto diversi concorsi canori; nel 2000 frequenta l'Accademia della canzone di Sanremo.(Riccardo Isola Ufficio Stampa Unione dei Comuni)
La Compagnia della Quarta sarà, il 24 maggio 2008 al Teatro Lolli Via Caterina Sforza 3, Imola
Per saperne di più vai al sito sito Compagnia della Quarta GPS

La Riviera romagnola veste la bandiera blu

Il prestigioso riconoscimento, giunto alla ventiduesima edizione, è stato assegnato a 104 realtà italiane. In Emilia Romagna l’hanno conquistata 8 località sulle 10 che ne avevano fatto richiesta.
Ecco le otto bandiere: Comacchio (Ferrara); Lidi Ravennati, Cervia (Ravenna); Cesenatico, San Mauro Pascoli (Forlì-Cesena); Rimini, Misano Adriatico, Cattolica (Rimini)
L’assessore al Turismo del Comune di Ravenna , Andrea Corsini, in occasione della conferma anche quest’anno dell’assegnazione della bandiera blu da parte della Fee (Federazione per l’Educazione Ambientale) ai lidi ravennati ha dichiarato soddisfazione per il riconoscimento “a dimostrazione della qualità delle acque e dei servizi di cui sono provviste le nostre spiagge”. L’assegnazione della Bandiera Blu avviene dopo una rigorosa selezione attraverso l’esame comparato dei dati acquisiti ed elaborati direttamente dalla Fee Italia relativi a qualità delle acque, qualità della costa, servizi e misure di sicurezza, educazione ambientale.
La Bandiera Blu 2008, ancora una volta per la città di Cervia, località ai vertici del panorama nazionale, per la capacità di coniugare qualità ambientale e sviluppo del territorio. GPS

Re Bellachioma IV

Sono 21 in totale i ministri del regno Bellachioma IV. 12 con portafoglio:
Esteri Franco Frattini; Economia Giulio Tremonti; Interno Roberto Maroni; Giustizia Angelino Alfano; Difesa Ignazio La Russa; Att.produttive Claudio Scajola; Welfare Maurizio Sacconi; Pol.Agricole Luca Zaia; Ambiente Stefania Prestigiacomo; Infrastrutture Altero Matteoli; Universita'-Ricerca Maria Stella Gelmini; Beni Culturali Sandro Bondi.
Sottosegretario alla presidenza del Consiglio: Gianni Letta.
Sono 9 senza Ministri senza Portafoglio.
Riforme Federalistiche: Umberto Bossi, Funzione Pubblica: Renato Brunetta, Rapporti con il Parlamento: Elio Vito,Semplificazione: Roberto Calderoni, Affari Regionali: Raffaele Fitto,,Politiche Comunitarie: Andrea Ronchi, Pari Opportunità: Mara Carfagna, Attuazione del Programma: Gianfranco Rotondi,Politiche Giovanili: Giorgia Meloni .
Ma il vero volto, si fa per dire, del regno Bellachioma IV che vale la pena guardare, non negli occhi ma dal basso verso alto, dove la politica recupera l’etica, vicino alle esigenze della gente e che riporta la politica a misura dei veri bisogni dell’italiano comune. QUI GPS

martedì 6 maggio 2008

Arrivano le amazzoni

Nel paese collinare il 16, 17 e 18 maggio la settima edizione dell'equiraduno riservato a sole donne
Per tutti gli amanti del cavallo uno degli eventi più originali e affascinanti a livello nazionale è sicuramente quello che si svolge a Riolo Terme (Ra). Originale in quanto si tratta di un raduno riservato solo ed esclusivamente alle donne. Affascinante perché prende vita fra le bellezze dell'Appennino emiliano-romagnolo, tra dolci colline, torrenti, boschi, rocche e castelli che caratterizzano il comprensorio turistico delle "Terre di Faenza": un paradiso per gli amanti dell'ippoturismo! L'Equiraduno Internazionale delle Amazzoni, questo il titolo evocativo dell'evento, in questo 2008 prenderà vita nei giorni 16, 17 e 18 maggio e toccherà i comuni di Riolo Terme, Casola Valsenio, Brisighella, Faenza, Castel Bolognese.
Gli itinerari che condurranno le Amazzoni alla scoperta di questo territorio sono un attento mix di natura, cultura ed enogastronomia locale, unendo molteplici interessanti aspetti all'insegna di un turismo eco-compatibile e responsabile. Si andrà dal divertimento di una tranquilla passeggiata in campagna alla scoperta di fenomeni geologici inconsueti come la Vena del Gesso Romagnola e i Calanchi di Argilla Azzurra che costellano il morbido profilo collinare di elementi insoliti, dall'attraversamento di suggestivi borghi ai percorsi della Corolla delle Ginestre: itinerari, praticabili oltre che a cavallo anche a piedi e in mountain bike, che permettono di cogliere appieno la ricchezza dell'ambiente di questo spicchio di Romagna. I percorsi segnalati della Corolla (circa 55 Km a piedi, circa 70 Km a cavallo e in mountain bike) sono praticabili interamente o per parti, in una o più giornate, usufruendo dei servizi forniti dalle strutture ricettive poste lungo il percorso.
Il tutto, ovviamente, senza trascurare la degustazione di prodotti tipici come il pregiato olio d'oliva di Brisighella e gli apprezzatissimi vini DOC, ma anche le conserve, la frutta, i dolci caserecci, i prelibati primi piatti (tagliatelle, cappelletti, strozzapreti), le erbe aromatiche e lo Scalogno di Romagna IGP, che attenderanno le Amazzoni lungo le diverse tappe del percorso.
Il cavallo, che nel tempo ha sempre dimostrato validità e versatilità in ogni campo, resta quindi un fedele compagno ed il mezzo ideale per trascorrere momenti di svago e di relax in armonia con la natura, andando a scoprire anche "angoli" nascosti difficilmente raggiungibili con altri mezzi. Tutti i giorni, poi, prenderanno vita interessanti eventi, come la "Festa delle Amazzoni", la "Cena di Gala" alla quale parteciperanno rappresentanti del mondo equestre nazionale e personaggi famosi, la sfilata e la benedizione dei cavalli davanti all'imponente Rocca di Riolo Terme.
La manifestazione, organizzata dall'Associazione Ippoverde con il patrocinio del Comune di Riolo Terme, è giunta alla sua settima edizione in un crescendo di partecipanti provenienti da diversi paesi d'Europa (principalmente Germania, Austria, Francia, Svizzera) oltre ad una nutrita rappresentanza d'amazzoni nostrane in arrivo un po' da tutte le regioni d'Italia. (comunicato stampa)
PS:per l’amazzone della foto a sinistra non garantiamo la sua iscrizione GPS
Per saperne di più: programma, modulo iscrizioni QUI

Anche il rosso di B16 non tira

Una sorta di bocciatura che non poteva non provocare polemiche, o almeno malumore, presso la la Santa Sede. L'assenza di Benedetto XVI, nell'annuale classifica compilata da Time sui cento personaggi più influenti del Pianeta - pubblicata in anteprima, qui in Italia, da Repubblica. Non solo per la decisione in sé, ma per il suo essere accompagnata, in parallelo, dalla scelta di citare altri leader religiosi. Come il Dalai Lama e il Patriarca ortodosso Bartolomeo I.
Dopo aver masticato male dal Vaticano hanno fatto sapere:
'Mi fa molto piacere - dice padre Lombardi, direttore della Sala Stampa della Santa Sede - che il Papa non ci sia, perchè sono stati utilizzati criteri assolutamente estranei a valutazioni sull'autorità religiosa e morale del pontefice.” (fonte Ansa). Ti pareva, anche il mio cane non vuole la salsiccia. Poi in Italia la notizia è quasi stata ignorata, una coincidenza? GPS

I ragazzi Pinguino di ImoLug

Franco mi invia questo post che volentieri pubblico:
Andrea Bondi un giovane pieno di idee al servizio dei cittadini di Imola!
Ebbene sì, a soli 24 anni è gia assessore!
Nel 2003 consegue il diploma al liceo scientifico Rambaldi Valeriani e nel marzo del 2008 la Laurea in Ingegneria informatica a Bologna.
E’ giunta voce da un’ uccellino, che nel suo ufficio in comune, sopra la sua scrivania si trovi un computer totalmente Open Source .
La bandiera colorata di windows è stata schiacciata da un bel pinguino, se tutta l’amministrazione comunale, provinciale , regionale, “statale” adottasse un pinguino proprio come ha fatto il nostro caro amico si avrebbe un risparmio economico inimmaginabile!!
Quanti computer ci sono nel tuo comune? E nella tua provincia? E nello stato?
Linux , un sistema operativo in grado di ridurre i tempi di inattività grazie alla sua stabilità e sicurezza, garantendo all’ utente un’ ambiente di lavoro con software Open Source: fogli di calcolo, database, grafica, programmazione, multimedia ecc…….
Supponiamo che un comune avesse intenzione di acquistare per la propria amministrazione 10 PC con windows xp professional, oltre al costo della macchina avrebbero come spesa extra “ 1900 € ” soltanto di licenze del sistema operativo, manodopera di installazione ” 300 € ” il pacchetto office “ 900 € “......Per non essere penalmente punibili il comune spenderà la bellezza di “ 3100 € iva inclusa “.
Supponiamo che si utilizzi invece Software Open Source:
* manodopera di installazione e configurazione : 300€
* sistema operativo Linux: GRATUITO
* software aggiuntivi: GRATUITI
In totale il comune avrà risparmiato la bellezza di 2800€ , solo nei costi di licenza, ma nel futuro ridurrà anche i costi di Manutenzione causati da virus, spyware ecc…..
Adottare un pinguino vuol dire avere a disposizione, “nel nostro caso” 2800 € da investire dove meglio si crede, o preferite (parer mio) buttarli nel pattume?
Se tutta la gente che ci amministra seguisse il consiglio di Bondi, avremmo un’Italia un po’ meno spendacciona. Che ne dite? Beltrandi Franco
---------------------------------------------------------------------
Per chi vuole saperne di più delle esperienze Open Source a Imola dal sito di Andrea Bondi:
Imola può risparmiare con Voip, e-procurement ed Open Source
La Diffusione dell’Open Source nel Comune di Imola (con tanto di ordine del giorno del Consiglio Comunale, di delibera di Giunta e studio “Sviluppo del Free Libre Open Source Software nel Comune di Imola”)
Infine una visita, consigliata, al sito dei I ragazzi Pinguino di ImoLug QUI

lunedì 5 maggio 2008

Che famo?

(da “Periodico di filosofia da ridere e politica da piangere, un’idea di Sergio Staino” ) Emme 2 oggi (come tutti i lunedì) con l'Unità. GPS

Meglio le tette che la monnezza

Le fotografie di seni prosperosi coperti solo dalle mani di una modella su quattro maxi cartelloni pubblicitari, che si estendono per una ottantina di metri, stanno creando non pochi disagi alla circolazione stradale.
Tutto ciò accade a Napoli, nel quartiere di Fuorigrotta dove da qualche giorno, come riferiscono i residenti, tantissimi automobilisti fanno frenate improvvise oppure soste troppo prolungate per dare una occhiata alla pubblicità.
Le foto sono utilizzate per la campagna promozionale di una compagnia di navigazione nazionale. (fonte kataweb.it).GPS

E la chiamano foca "monaca"


La rivista scientifica Journal of Ethology svela che in Antartide alcuni ricercatori dell'Università sudafricana di Pretoria hanno osservato per 45 minuti i brutali tentativi di un giovane maschio di foca di accoppiarsi con un pinguino reale.

La foca di circa 100 chili di peso si è sdraiata sul miserello pinguino (circa 15 chili di peso) e ha cominciato a strusciarsi sul poveretto cercando di penetrarlo.

Ora, è vero che sono numerose le specie animali che non disdegnano il "famolo strano", ma le perversioni, se tali possono chiamarsi, riguardano al massimo specie simili.

Il caso osservato dai ricercatori sudafricani è invece il primo in assoluto, documentato, di tentato accoppiamento tra un mammifero e un uccello.(fonte la repubblica.it). E' proprio il caso di dirlo, fortuna che si trattava di una "monaca". GPS