giovedì 24 ottobre 2013

A Casola 'Underground', incontro internazionale di speleologia



Dal 30 ottobre al 3 novembre un programma dedicato al mondo ipogeo


Discutere norme o vincoli di tutela, promuovere azioni di salvaguarda e divulgazione di conoscenza delle aree carsiche. Questi gli obiettivi di "Casola 2013 - Underground", l’incontro internazionale che riunisce centinaia di speleologi e che per la settima volta si svolgerà a Casola Valsenio, nel Parco della Vena del Gesso romagnola, importante area carsica dell'Appennino faentino, dal 30 ottobre al 3 novembre
Con il sottotitolo “C’è qualcosa che dovresti sapere...”, la manifestazione prevede un programma incontri, presentazioni, laboratori e momenti per le scuole per portare alla luce tutti i gioielli del mondo sotterraneo. Attesi lo scopritore della grotta Chauvet e gli addestratori degli astronauti dell’Esa. Da Houston si collegherà l’astronauta italiano Paolo Nespoli.
Organizzato dall’associazione Speleopolis, l’appuntamento vede la collaborazione del Comune di Casola Valsenio e dell' Unione dei Comuni della Romagna Faentina nell'ambito del progetto “Julius”. 
La manifestazione é rivolta sia agli speleologi che frequentano le cavità naturali e artificiali, sia a tutti quegli appassionati interessati alle tematiche relative a grotte e territori carsici, affascinati dal mondo ipogeo. 
Cinque giorni per radunare anche molti stakeholder dell’ambiente ipogeo e della montagna in generale, amministrazioni, enti e università.
In programma convegni, presentazioni di reportage, pubblicazioni e narrazioni, esposizione di esplorazioni, laboratori e didattica, mostre e visite guidate, dimostrazioni tecniche. 
Tra gli appuntamenti sono confermate le presentazioni del progetto Esa Caves, che ha visto per tre anni astronauti dell’Ente Spaziale Europeo coinvolto in addestramento in grotta; l’incontro con i “geografi del vuoto” che vedrà in sala l’alpinista Kurt Diemberger e la presentazione da parte della Federazione Speleologica Campana del XXII Congresso di Speleologia; l'incontro con Jean-Marie Chauvet, speleologo e fotografo francese che nel 1994 scoprì la grotta cui venne dato il suo nome e le i cui dipinti paleolitici sono tra i più antichi noti al mondo. (fonte Adnkronos) GPS
Per saperne di più qui (www.speleopolis.org)  

giovedì 3 ottobre 2013

Festa frutti dimenticati 2013

A Casola Valsenio, che si fregia del titolo di "Paese delle Erbe e dei Frutti Dimenticati", le antiche tradizioni contadine locali di coltivazione delle piante si esprimono anche nella salvaguardia di alberi da frutto di varietà ormai abbandonate o uscite di produzione, vive solo nei ricordi degli anziani. A questi frutti dimenticati la città dedica un doppio appuntamento autunnale con la Festa dei Frutti Dimenticati, in programma il 12-13 e poi il 19-20 ottobre.
Piante spontanee o coltivate negli orti e nei frutteti di casa per il consumo domestico fin dal tardo Medioevo, i frutti dimenticati sono perlopiù caratteristici della stagione autunnale e rappresentavano una preziosa scorta di cibo da conservare con cura per l'inverno. Salvati dall'estinzione e recuperati per la gioia di chi li ha conosciuti nel passato e di chi li vede per la prima volta, sono frutti profumati, dai colori caldi e dai nomi spesso originali: giuggiole, pere spadone, corniole, nespole, mele cotogne, corbezzoli, azzeruole, sorbe, pere volpine, uva spina, senza dimenticare noci, nocciole, melagrane, marroni.
La ripresa d'interesse verso i frutti di un tempo è rivolta anche al recupero di antichi metodi di conservazione, lavorazione e consumo alimentare. Per questo nel corso della Festa dei frutti dimenticati si svolge un concorso di marmellate e uno di dolci a base di marrone, mentre i ristoranti della zona propongono per tutto l'autunno la "Cucina ai frutti dimenticati". Si tratta di piatti che utilizzano i prodotti tradizionali del territorio sia secondo la consuetudine sia in modo moderno, proponendo una cucina gradevole, naturale e dal forte potere evocativo.
A Casola Valsenio i frutti dimenticati si sposano perfettamente con le piante aromatiche del locale Giardino Officinale, e danno vita a piatti straordinari come le insalate di sedano, ribes bianco e rosso in agrodolce, o di finocchio selvatico con tarassaco, cerfoglio e salsa di melograno, ottime se condite con l'olio extravergine Brisighello. Nei menù che si potranno assaggiare in questo periodo compaiono i risotti di pere volpine, l'arrosto di arista con castagne e lamponi o il rotolo di vitello al melograno, la crostata di marmellata di sorbe, le prugnole ripiene di noci e zabaione, il sorbetto alle corniole.
E ancora: la salsa di rovo e di gelso, le composte di corniole e di cotogne, la torta di mele selvatiche e i dessert con pere volpine, castagne, l'alkermes. Un gruppo di frutti dimenticati serve per preparare un antico piatto tipico, il "migliaccio", che richiede mele cotogne, pere volpine, mele gialle, cioccolato, pane, raffermo grattugiato, canditi, riso e, nella versione "antica", sangue di maiale in aggiunta.
Info: Pro Loco Casola Valsenio tel. 0546 73033 e www.terredifaenza.it

Scarica il programma della Festa dei Frutti dimenticati che si svolgerà nei due weekend. Sabato 12 e Domenica 13 ottobre – Sabato 19 e domenica 20 ottobre. Dal sito della Proloco di Casola Valsenio il Programma in pdf QUI
Sempre on line il regolamento scaricabile per partecipare alla "Festa dei frutti dimenticati" sempre dal sito della Proloco di Casola Valsenio

Per saperne di più è’ on line anche il sito della Festa dei Frutti dimenticatidi Casola Valsenio.
Qui si parla di azzeruole, noci, avellane, prugnoli, mele della rosa, corniole, melegrane, corbezzole, giuggiole, pere volpine, cotogni, marroni e nespole.
La loro storia e tradizione, il recupero culturale e materiale, le proprietà e l’uso nella gastronomia e oltre 50 ricette dei ristoranti del territorio.
Poi gallerie di immagini dei frutti esposti e delle bancarelle nelle varie edizioni e naturalmente non mancano i video.

mercoledì 21 agosto 2013

Domenica 1 settembre: Monte Battaglia Luogo di storia e di pace



Programma:
ore 09.00 posa di una corona di alloro ai cippi di S. Apollinare e S. Rufillo
ore 09.30 ritrovo a Monte Battaglia
  ricostruzione storica dal vivo di un avamposto americano in cobelligeranza con i partigiani.
  set fotografico allestito dall'Associazione foto-culturale Giovanni Magnani di Borgo Tossignano
ore 10.30 illustrazione del percorso storico-didattico e del materiale informativo realizzato dall'ANPI di Casola valsenio.
  scoprimento dei nuovi pannelli storici e presentazione della brochure informativa su Monte Battaglia
ore 11.00 cerimonia commemorativa con l'intervento con l'intervento di Massimo Mezzetti
  Assessore alla cultura e allo sport della regione Emilia Romagna
ore 12.00 pranzo allo stand gastronomico organizzato sul posto
ore 15.00 musiche e canti popolari con il gruppo "Briacabanda"
dalle ore 16.00 pizza fritta, canti e musiche popolari 

lunedì 22 aprile 2013

Giovedì 25 aprile e sabato 27 aprile torna la Festa di Primavera a Casola Valsenio

Sboccia l'allegoria a Casola Valsenio. Per il 115° anno ritornano infatti a sfilare i carri allegorici di festa e di pensiero. L’appuntamento è per giovedì 25 aprile per le vie e le piazze del centro storico del paese, con il momento clou della sfilata rappresentata dai “Carri allegorici” nel pomeriggio.
Sabato 27 aprile, invece, come novità apprezzata e inserita in questi ultimi anni, si svolgerà la suggestiva e coinvolgente Notte di Primavera. Una sfilata in notturna degli stessi carri che per l’occasione si arricchiranno di giochi di luce e musiche legate ai temi e alle allegorie rappresentate dai carri.
Questo il programma della Festa del 25 aprile:
Dalle 10.00 per le vie del centro storico prenderà il via il mercato di primavera, con bancarelle e varietà di prodotti mentre nella piazzetta della Biblioteca luna park e area giochi. Dalle 11.30: in Piazza Sasdelli ci sarà invece l'apertura stand gastronomico a cura della Pro loco.
Il pomeriggio si apre alle 14.30 con i concerti in sfuilata delle bande “G. Venturi” di Casola Valsenio e “Banda giovanile” città di Budrio a cui farà seguito in via Roma la sfilata della Segavecchia accompagnata dai bambini della scuola materna “S.Dorotea”, centro per l’infanzia “Lo Scoiattolo” e Corpo Bandistico “G. Venturi” di Casola Valsenio. Alle 15.30 sarà di scena l'allegoria con la sfilata dei carri di gesso.
Il pomeriggio si chiuderà con il concerto delle Bande musicali e alle 20.30 per il rogo della Segavecchia accompagnata dagli artisti “Stonature” di Katia Rindone e Viviana Pirazzini. Dalle 13.00 nella sala Nolasco Biagi (Biblioteca Comunale) verrà aperta la mostra “Mezzaquaresima” Storia dei carri di festa e di pensiero, curata dal Circolo Fotografico Casolano e dai Creativi Sopra la Media. L'ingresso alla festa è di € 2,00 e sotto i 10 anni gratuito

La Notte di primavera del 27 aprile
La parentesi notturna della festa di primavera di Casola Valsenio si aprirà alle 16.00 il mercato di primavera, con bancarelle e varietà di prodotti, luna park e divertimenti per bambini.
Come sempre verrà aperto anche lo stand gastronomico mentre nel parco Cavina si potrà partecipare al laboratorio con legno e materiali di recupero a cura di Sergio Spada.
Alle 21.30, in via Roma, prenderà il via la sfilata notturna dei carri allegorici con musiche e luci installate su ogni carro che renderanno più suggestiva e particolare la sfilata. Alle 23.00: in Piazza Oriani si terrà la premiazione dei carri a cui farà seguito una festa fino a tarda notte. L'ingresso alla serata è di 3,00 euro e sotto i 10 anni gratuito.
In caso di pioggia il 25 aprile la festa sarà rinviata a domenica 28 aprile e nel pomeriggio del 30 aprile (Riccardo Isola Ufficio Stampa Comune Casola Valsenio)
Per saperne di più e scaricare il programma della festa dal Sito Proloco Casola Valsenio
Infine per comprendere i “Carri di gesso e di pensiero di Casola” è utile vedere questo Video da Antenna 306 QUI GPS

giovedì 18 aprile 2013

Marini chi?

Fumata nera dunque per Franco Marini presidente della Repubblica. 
Alla prima conta si ferma a 521 voti invece dei 672 richiesti per raggiungere la maggioranza dei 2/3 dei 1007 grandi elettori. 
Il Partito Democratico ha dato indicazione ai suoi di votare scheda bianca non solo alla seconda, ma anche alla terza votazione, in attesa di mettere una pezza alla megagalattica cagata. Lo riferisce l'agenzia Agi citando fonti parlamentari.GPS

mercoledì 17 aprile 2013

Profumo di sabotaggio


 

Se avete deciso di non sostenere più la mia candidatura alla 

Presidenza della Repubblica e vi siete buttati su Rodotà

sappiatelo, sarete perdonati solo dopo la Festa di Primavera e la 

sfilata notturna dei carri. GPS

lunedì 15 aprile 2013

La Capa grillina aspetta i vostri consigli


Noi ve l’avevamo raccontata, poi voi potete fare anche gli gnorri.
Ve li ricordate seduti tra i banchi quando i “grillini” avevano cercato di leggere la Costituzione ma quasi nessuno ci aveva capito una mazza?
Tanto che la Capa grillina, stordita da quel testo partitocratico, oltre a farsi fregare il portafoglio, aveva imposto al Crimi la lettura di Pinocchio.
Decisamente la Lombardi, capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera, non riesce ad azzeccarne una nemmeno per sbaglio e così registra l’ennesima gaffe.
Oggi scaglia pure sull'età minima che deve avere un Presidente della Repubblica.
Intervistata da Radio Radicale:”Una certa età anagrafica? Non mi pare che sia scritto in Costituzione”. Invece si! le ricorda l'intervistatrice:”È 50 anni”.
Dopo le tante sciocchezze, come sapete, la “Roberta Lombardichiede alla Gggente cosa fare” su Facebook: “Tutti mi dicono che sono cretina, mica sarà scritto anche questo nella Costituzione. Che faccio? Aspetto vostri consigli”. GPS

domenica 14 aprile 2013

Un bel Vaffa alle quirinarie targate M5stelle



Il consigliere grillino Daniele Berti, ex candidato sindaco delle 5 stelle a Legnano, è stato colto da un attimo di lucidità e da una botta di buonsenso.  Il cinquestellino non gliela proprio più fatta ed è scoppiato. 
Manda un bel “vaffa” al Casaleggio e definisce per quello che in realtà sono sono le quirinarie: una “pagliacciata
Sentite cosa scrive sul suo blog:
"Potrebbe non fregare a nessuno,ma lunedì mi rifiuto di buttare nel cesso altri secondi della mia vita per votare il candidato presidente della repubblica italiana con questa pagliacciata di quiriurinarie...
Da che è mondo, dopo una elezione spuntano nomi degli eletti con le preferenze ricevute o spuntano simboli con un tot di voti ricevuti.
Io voglio sapere quanti voti ha ricevuto il mio candidato preferito che non figura tra i primi 10, voglio sapere se è arrivato undicesimo o centotrentaduesimo, lo voglio sapere cazzo, è un mio diritto,ma voglio anche sapere per curiosità quante preferenze hanno ricevuto gli altri,tutti gli altri...Che minchia di trasparenza è sta cosa ???
Ma vogliamo chiedere il minimo a Casaleggio e soci o dobbiamo sempre dire signorsi ?? .....  Impariamo ad entusiasmarci sulle cose serie, le proposte di legge, non ste cazzate..."
Un bel Vaffa alle quirinarie, in perfetto stile grillesco, ci mancava proprio.
Intanto i grillini domani potranno continuare a votare per il loro candidato al Quirinale e lo potranno fare finché non azzeccano il nome giusto: Beppe Grillo. GPS

sabato 13 aprile 2013

Nel segreto del clic Casaleggio ti vede, Dio no



Le "quirinarie" del M5S, votazioni col clic per individuare i candidati grillini al Colle, sono state attaccate da un hacker , lo annuncia lo stesso Grillo  sul suo blog.
"Le votazioni per il Presidente della Repubblica di giovedì sono state oggetto di attacco di hacker”. Ma cosa è successo?
 “Il processo di certificazione quindi ha funzionato e non si può dire che il voto online non sia sicuro",  ce lo spiega l’esperto (si fa per dire) Messora del M5S: "Qualcuno ha voluto dimostrare il contrario, ma il sistema ha funzionato”. Ha funzionato così bene che tutto è stato annullato. MA QUESTI GRILLINI CI SONO O CI FANNO? GPS

mercoledì 10 aprile 2013

Come in Egitto proseguirà con Pinocchio



Per protesta i parlamentari del Movimento 5 Stelle, ieri sera, hanno simbolicamente occupato il Parlamento. 
Seduti tra i banchi i “grillini” hanno letto la Costituzione ma quasi nessuno ci ha capito una mazza.

Per fortuna che tra i grillini che leggevano la Costituzione c’era il Scilipoti anche lui basito e stordito da quel testo partitocratico.

Pertanto i portavoci hanno stabilito che la rivoluzione come in Egitto continuerà con la lettura di Pinocchio. GPS

domenica 7 aprile 2013

Dedicata ai Piddini che vogliono salvare Troia




Il Pd è diviso tra Atene e Sparta e quelli che vogliono dare una mano al Pdl sempre compatto su Troia. (imput Il Bolognino) GPS

sabato 30 marzo 2013

Robe da psichiatra



 
Saranno loro, in assenza del governo, a mandare avanti i lavori parlamentari, cercando consenso sulle riforme “necessarie” all’Italia. Saranno loro, accompagnati però dal governo Monti, che resta in carica “ad interim”. GPS

giovedì 28 marzo 2013

Andiamo a vedere le carte del Grande Buffone



I grillini, almeno quelli che si sono manifestati e abbiamo visto all’opera (si fa per dire), sembrano arroganti, inaffidabili, impreparati, disarmanti imbranati e anche un pò pirla.
Danno l’impressione di essere stati catapultati in parlamento per un Bingo dovuto ad un tilt del flipper.
Se non staccano il microchips, qualcuno li avvisi, il Grande Megafono incarognito cliccherà sul reset “Tutti a casa” e li convincerà che il Bingo vinto era su “Scherzi a parte”.
 Il Grande Buffone miliardario di fatto inciucia con Berlusconi e di fatto gli sta garantendo la sopravvivenza politica e l'impunità giudiziaria, aldilà di tutti i bla bla.
Fra i vincitori del Bingo dicono che ci sono molti bravi ragazzi, laureati, puliti e incensurati e hanno una voglia di cambiare il mondo.
Non credo che siano disposti a farsi castrare dai 2 Guru che vogliono mantenere la scena e continuare a volteggiare sulle macerie del paese.
Anche il più scadente giocatore di poker si accorgerebbe che ci troviamo di fronte ad un megagalattico bluff.
Napolitano decida dunque di mandare Bersani alla prova del Parlamento. Andiamo a vedere le carte e naturalmente tutto in diretta streaming. Se vincono quelli del microchips, niente scorciatoie o pastrocci, quando si sono fatti è andata sempre peggio, si ritorni al voto. GPS

mercoledì 27 marzo 2013

Venturino il grillino con le mani nel vasino



Il vice presidente dell’Ars ed esponente del Movimento 5 Stelle, Antonio Venturino,
è stato sorpreso a bordo di un’auto della regione Sicilia con tanto di lampeggiante. 

Il povero Venturino si è sentito come colto con la mani nel vasino della marmellata e, non potendo fare molto altro, ha provato a reagire come un vecchio politico navigato, negando l’evidenza. 

Se proprio non si può fare a meno dell’auto blu, non ha infatti detto che vi rinuncerà, basta cambiarle il nome in “auto di servizio”. Il cinquestellino di turno annaspa imbarazzato e si becca pure il Vaffa dal Brunetta che è il massimo. GPS

martedì 26 marzo 2013

Crimi, il cinquestellino che manco Grillo tiene sveglio

Contro i parlamentari che dormono in aula il Movimento 5 Stelle ha sempre fatto una campagna aggressiva e violenta.
Il Grillo blog, per spiegare a cosa serviva un questore del movimento, ha pubblicato una foto che ritraeva onorevoli e senatori "dormiglioni".
Adesso abbiamo provveduto ad aggiornare lo “stato delle cose” aggiungiendo un +1. Il capogruppo grillino al Sentato Vito Crimi, è stato infatti "beccato" anche lui a schiacciare il suo pisolino in aula.
Il Crimi è quello che aveva stupidamente ironizzato sul capo dello Stato dicendo: "Grillo aveva tenuto sveglio Napolitano” durante le consultazioni al Quirinale. Ma il nostro Vito manco Grillo lo tiene sveglio. GPS

sabato 23 marzo 2013

Il meglio del meglio del PDL

E' in corso a Roma la manifestazione del Pdl a sostengo di Berlusconi.
Al termine tutti a prendersi un bel gelato all’Antica Mignotteria del Corso paga Papi GPS

lunedì 18 marzo 2013

La prima cannocchia di Francesco Primo



Va bene fratelli e sorelle Buona sera.

Va bene Buona notte e Buon riposo!.

Va bene saldare il conto dell’albergo e pagare per accendere le candeline in chiesa.

 
Questa cosa però che il Francesco Papa, come primo atto del suo pontificato, non sia andato a trovare subito un povero malato terminale di Uveite, non ci è piaciuta proprio. (imput Pellescura) GPS

mercoledì 13 marzo 2013

Bergamo di sopra deve sapere

Fra le notizie più importanti del momento, dopo solo alla corrida del Conclave, si segnala la decisione del Maroni di non dimettersi da segretario federale della Lega Nord.
La notizia è arrivata nelle redazioni dei giornali ma quasi nessuna se l’ è filata. Nonostante il ruttino del Bossi:”Uno che presenta le dimissioni poi non può ritirarle, i militanti si aspettano che Maroni passi la mano”.
La motivazione dei maroniai è altrettanto chiara: “Deve restare segretario perché altrimenti il progetto della macroregione si indebolirebbe”.
Dopo la batosta elettorale, rintanati a Bergamo di sopra, rilanciano e dicono chiaro e tondo che "qualcuno trama contro la macroregione".
Qui la cosa si fa seria, chi può essere? La Cia o il Mossad, Servizi deviati o la Digos, il Gabibbo o il Mago Otelma? Sia chi sia, il mondo occidentale e il paese tutto deve sapere! Principalmente a Bergamo di sopra. GPS

martedì 12 marzo 2013

Il Grillo rinuncia ai rimborsi e noi rinunciamo alla Samanta

Comunicato ufficiale del Senio mormora

Il Grillo rinuncia ai contributi pubblici, non previsti per lui dalle leggi in vigore.

In realtà i cinquestellini non hanno rinunciato a una mazza in quanto non ne hanno proprio diritto.

Il Senio mormora comunica che rinuncia alla Samanta, la gnocca della Vallata (foto).

Minghi, appena letto il nostro comunicato su Twitter, si è precipitato da noi: GPS anche tu sei un eroe!

NO Minghi, non fare il grullino, non me la da proprio. GPS

sabato 9 marzo 2013

Carpe diem per il M5s

Oggi vogliamo dedicare ai neo parlamentari cinquestellini una poesia. Poi andate a dire che non voglio bene ai grillini.
L’imput è nato dal neo senatore M5s Cotti su Twitter : "Casaleggio ha detto che se decidessimo di dare l'appoggio a qualche partito lui lascerebbe il M5s". Allora mi sboccia:
O vergine cogli l’attimo che fugge, cogli la rosa quando è il momento che il tempo lo sai, vola. E lo stesso fiore che sboccia oggi, domani appassirà" (il professor John Keating, interpretato da Robin Williams, quando affronta il tema del Carpe diem con i suoi allievi)
Certo che questi hanno più culo che anima. Dopo la vittoria alle elezioni, gli si presenta pure il Carpe diem per liberarsi dalla fattucchiera fantascientifica, paragnosta e gran figlio di paragnosta.
Pensate, non saranno necessari rituali esoterici di magia nera o affidarsi ad incantesimi di magia bianca. Non serviranno i più comunemente oggetti a punta come cornetti, corna, forbici, puntali e neppure, il modo più soft, portare al collo la Medaglia Miracolosa o la Medaglia di S. Anastasia.
L’attimo fuggente è solo un piccolo e modestissimo appoggio. Appogiate chi vi pare ma appoggiate, se non ora quando! GPS

venerdì 8 marzo 2013

Fatti anche tu il tuo Resort in Costa Rica

Fatti anche tu il tuo Resort in Costa Rica


NB: Ai grillini con il microchips sconto del 100% GPS

Dai Ferrero Rocher ai Resort di lusso

Una volta era l’elegante e raffinato Ambrogio il prototipo di autista, maggiordomo e tuttofare. Infatti, quando nella lussuosa limousine la signora avvertiva “un certo languorino” ed esprimeva “la voglia di qualcosa di buono”, l’impeccabile Ambrogio con voce suadente annunciava di tenere i Ferrero Rocher anche in macchina.
Poi siamo precipitati al Francesco Belsito autista del Sempreduro Bossi, spicciafaccende, tuttofare e pure tesoriere della Lega Nord.
Lui viaggiava in un Porsche Cayenne, niente Ferrero Rocher ma lauree fantasma, diamanti, giro di assegni con investimenti in Tanzania.
Della serie “aiutiamoli a casa loro”. Da notare la mutazione dell’ autista alle finanze.
Svolta confermata, infatti da ieri veniamo a sapere che l'autista di Beppe Grillo ha tredici società aperte in Costa Rica, in un paese dove la trasparenza è zero, per compiere operazioni immobiliari, investimenti, costruzioni, incluso il progetto per un resort di lusso.
Della serie “100% trasparenza...in Costa Rica e 100% voti...in Italia”.
E pensare che il Fabrizio De Andrè ce l’ha cantata tante volte: “e a un dio fatto in culo non credere mai”. GPS

giovedì 7 marzo 2013

Quelli che sono belli dentro

I giudici della quarta sezione penale del tribunale di Milano hanno condannato Silvio Berlusconi a un anno di reclusione e due anni e tre mesi sono stati inflitti a Paolo Berlusconi per la vicenda dell'intercettazione Fassino-Consorte.

L'ex premier era chiamato a rispondere dell'accusa di rivelazione di segreto d'ufficio. Il fratello per concorso in rivelazione di segreto d'ufficio.

La Papi girl Michaela Biancoforte, la bionda amazzone sudtirolese, si è incaponita: Berlusconi è bello dentro.
Cosa ci tocca fare per campare stamattina, essere d’accordo (foto) con la Michaela.

domenica 3 marzo 2013

Pizzarotti svela perchè il Grillo porta la maschera

I giornali oggi ci informano che è ufficiale l’accensione dell’inceneritore di Parma.
Ai bei tempi della caciara Beppe Grillo (il 27 settembre 2012): “L’inceneritore qui non lo faranno mai oppure dovranno passare sul cadavere di Pizzarotti”.
Allarmati ci siamo subito informati, notizie certe ci hanno tranquillizzato, il Pizzarotti si è scansato ed è vivo e vegeto.
Anzi a tutti quelli che chiedono come sta e una spiegazioni sul tema dell’inceneritore, risponde con una nota su Facebook:
Stiamo preparando una cronistoria delle attività svolte e di quelle future, per inquadrare meglio il problema dopo tante informazioni parziali sui vari media.
Il Comune di Parma patrocina il progetto “Rifiuti?Risorse!” indirizzato alle scuole per sviluppare sensibilità ai temi della raccolta differenziata e della corretta gestione dei rifiuti... L’obiettivo deve essere rifiuti zero.
Nell’attesa se li porta tutti Beppe Grillo nella sua Villa al mare in Toscana. Lo avete visto ieri con la maschera? Si stava esercitando per affrontare il puzzo dei rifiuti che arriveranno da Parma.
Come vedete il Grillo quando promette una cosa in campagna elettorale, la mantiene. GPS

venerdì 1 marzo 2013

Il Grillo Show è stantio

Non credo che 8 milioni e passa di italiani abbiano votato ed eletto la compagine targata M5S, 109 deputati e 54 senatori, al parlamento col solo ed unico obbiettivo di continuare a vedere lo show del loro Comico portavoce senza pagare il biglietto.
Se così non è e dietro quel voto c’è anche altro, qualcuno dovrebbe dire al sommo portavoce se si punta tutto sulla commedia forse si rischia di scivolare verso la tragedia.
Perchè spesso lo show è come il gioco, è bello fin che è corto o almeno ad una certa ora si abbassa il sipario, si spegne la luce e domani è un’altro giorno.
Gli interrogativi della Minghinina questa mattina al supermercato:
Non danno fiducia nè alla destra nè alla sinistra, evvabbè!
Non possono governare perchè non hanno i numeri, evvabbè!!
Non vogliono governare perchè non ne sono capaci e non vogliono insozzarsi le mani nelle squallide cose dell'amministrare la res pubblica, evvabè!!
Ma che caxxo vi siete candidati a fare???
Volete rivotare fino a quando non raggiungete il 51%?
OK noi ci siamo. Vendere la pelle dell’orso prima di averlo preso può risultare poco salutare è molto fastidioso, parola della Minghinina. GPS

Week end a Speleopolis

In attesa del prossimo Raduno internazionale di Speleologia che si terrà tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre, Casola Valsenio torna ad essere al centro delle attività degli amanti dell'universo ipogeo.
Nel primo fine settimana di marzo, sabato 2 e domenica 3, il Consiglio direttivo della Società speleologica italiana si ritrova infatti nel paese collinare per assolvere al proprio ruolo e per incontrare l’Associazione Speleopolis e l'Amministrazione comunale.
Un appuntamento importante e preparatorio in vista dell'incontro speleologico del prossimo novembre. Nel 2010, la Ssi ha conferito a Casola Valsenio il titolo di "Speleopolis-Città amica degli speleologi" ufficializzando la solidale collaborazione nata in molti anni di appuntamenti condivisi.
Nei giorni 2 e 3 marzo 2013 i soci, inoltre i sostenitori e gli amici dell’Associazione “La Scintilena” si ritroveranno a Casola Valsenio per festeggiare insieme i dieci anni della nascita del blog “La Scintilena”, il primo blog notiziario di speleologia e uno dei più visti al mondo. Sabato sera al casone degli Olmatelli, istituzioni, speleologi e umanità varia si ritroveranno per una cena tra amici per passare insieme un momento conviviale memorabile.
I festeggiamenti per i 10 anni di attività del blog e dell’associazione "La Scintilena” assumono un carattere nazionale, anzi internazionale, visto che all’evento parteciperanno anche speleologi svizzeri, e la sede della festa con gli amici e i simpatizzanti si sposta nelle località simbolo della speleologia italiana: Casola Valsenio. (Ufficio Stampa Comune Casola Valsenio Riccardo Isola) GPS

giovedì 28 febbraio 2013

Non habemus Papam, habemus il raglio dei somari

Il foglio vergognosamente destroso “La Voce”, questa mattina ci illumina che in quel di Casola Valsenio il “PDL gioisce”. Meno male e noi che pensavamo fossero spariti.
L’allegria dei nostri berluscones è dovuta, la “Voce” conferma, al loro strabiliante successo elettore e soprattutto hanno raggiunto l’orgasmo perchè: “Qui Grillo non ci supera”.
Con grande sbrodolata soddisfazione spiattellano, ad un giornalista pirla che manco controlla i dati che sono pubblici, le cifre della loro “fantascientifica” (sic) impresa.
A Casola abbiamo raggiunto alla Camera dei deputati un mitico 16,76% e al Senato addirittura 1l 18,12%. La coalizione (Pdl-Lega Nord) poi non si tiene e scavalca al 21,01% alla camera e al 22,37%. Chiudono con l’immancabile allegria il Pd perde!
Noi decliniamo subito ogni responsabilità, non vogliamo essere coinvolti. Da anni predichiamo che i berluscones locali, non solo non ci stanno con la matematica, ma è proprio la testa che manca
Iniziamo dall’orgasmo o meglio dal coito interruptus perchè alla camera il Grillo si becca 19.01% contro il 16,76% del PDL.
Passiamo alla “fantascientifica” impresa, il Pdl perde sul 2008 alla Camera il 12,62% e la Lega Nord, che a Casola aveva raggiunto nel 2010 il 14,26% crolla al 3% con un meno 11%. La coalizione di centrodestra colleziona un secco 20,20 meno.
Infine il Pd che perde, a Casola Valsenio il Partito Democratico ottiene il 41,91%, la percentuale più alta di tutti i Comuni della Romagna Faentina, confermando il risultato della Camera 2008 e migliorando (+1,88) quello delle Regionali 2010
.Oggi Casola non avrà un Papa, pèrò non si fa mancare il raglio dei somari, se no che favola sarebbe. GPS 

mercoledì 27 febbraio 2013

Una “Crocetta” ci salverà

Ok, siamo in un cul de sac. Il “bello” è che ci siamo tutti e nessuno faccia il furbetto, non è più la stagione. L’Italia elettorale di questo fine febbraio 2013 ha partorito una “gioiosa macchina dell’ ingovernabilità”.
In questo gaio farsi del male entrano a gamba tesa il Grillo ed il M5S e da ora in poi devono cuccarsi il loro 25% di responsabilità, le bevute devono andare pari.
Dunque il centrosinistra ha la maggioranza assoluta alla Camera, quella relativa invece al Senato e così non si governa.
La prima cosa da fare sarebbe chiuse le urne dire che ci siamo sbagliati, è stato un voto “inutile”, tutte quelle croci sulle schede non hanno partorito una mazza, chiudiamo baracche e baracchini e fra un paio di mesi ci riproviamo sperando di fare meglio.
Ma già si sente l’odore di supercazzole, allora cerchiamo di mettere alcuni puntini.
Il paese era totalmente in mano alla destra oggi non lo è più, cerchiamo di ricordarlo. Piaccia o non piaccia il PD e Sel sono arrivati primi, hanno la maggioranza alla camera e la possono trovare al Senato.
Nonostante tutto il bel Paese col voto ha rifiutato il centrodestra, piaccia o non piaccia.Poi il rifiuto poteva e doveva essere più netto? Vero! Ma questo ha passato il convento.
Bersani ha il diritto e dovere di cercare di dare un governo a questo paese.
Ammucchiate per Governissimi d’emergenza abbiamo già dato, dopodichè c'è una nuova forza che entra per la prima volta in parlamento, votata dalla gente, con cui provare a fargli scoprire le carte ed è sicuramente meglio che parlare con il Papi e il Rigor Montis.
Anche perchè qualche tiro dovranno pur correggerlo, ad esempio il “Bombardiamo il Parlamento” , “Non si accorderemo con nessuno”, il “Tutti a casa” da domani sarà più complicato spararlo, per arrivare fino al siamo “l’unica opposizione” senza una maggioranza e un governo diventa incasinato assai.
Allora si metta sul piatto i contenuti: falso in bilancio, legge sul conflitto di interesse, legge sui partiti, tagli della politica, legge elettorale ad esempio e si vada a vedere le carte.
Inoltre alla variegata armata targata M5S, 109 deputati e 54 senatori, che ha appena preparato le valigie per Roma capitale, chi glielo va a dire: disfate le valigie eravamo su scherzi a parte.
Ecco perchè il Grillo oggi si è affrettato ha definire “meraviglioso” il modello siciliano e ha fatto intendere che un sistema simile potrà essere seguito anche a livello nazionale. Insomma, dopo tante croci che sembravano inutili, forse una “Crocetta” ci salverà.
Bersani non avrà smacchiato completamente il giaguaro ma stavolta rischia di candeggiare il Grillo. GPS

lunedì 25 febbraio 2013

I sondaggi elettorali sono proibiti?... e allora noi vi diamo i risultati

Dalle nostre parti in Romagna ha sempre operato ”E strolg de Mzé, che sun iciapa incù, ui ciaperà dmè” (L’astrologo di Mezzano, che se non ci prende oggi, ci prenderà domani).
L’ultima volta che si è fatto sentire, in occasione delle elezioni amministrative del 2009, sulla ruota della Valle del Senio e dintorni e “Strolg de Mzè” fece una quaderna secca.
Visto che i sondaggi sono proibiti, per gli exit poll e le proiezioni è un cincinino presto, noi passiamo direttamente ai risultati.
Parola de e “Strolg de Mzè”:
SMACCHIATORE DI LEOPARDI
Camera +5,1
Senato  +5,4
Ultima ora: E Strolg de Mzé avverte tutti i ciuccia matita:
I Marxisti per Tabacci per rappresaglia se la sono passata in mezzo alle chiappe e incitano forsennati al Ciucciatela pure! GPS

giovedì 21 febbraio 2013

La fuga dei cervelli ferma il declino

Dopo l’incredibile canocchia del Giannino, il leader naif di “Fare per fermare il declino”, su master e titoli accademici conseguiti negli Usa, nel centrodestra è scattata la caccia ai suoi voti.
Proprio ieri con le dimissioni in mano ma ancora candidato premier, roba da "convergenze parallele", ha precisato:
I nostri voti? Maroni se li può scordare! Non li avrà mai”.
Il diktat del nostro Oscar non ha certo scoraggiato i famelici avvoltoi.
Infatti il Maroni ha lanciato subito l'appello agli elettori di Fare per fermare il declino “delusi” dai zero titoli:
Come segretario federale della Lega Nord, dico che noi abbiamo contenuti sovrapponibili ai suoi. Poi noi le lauree, altro che Chicago Booth School Of Business, garantiamo sull’ unghia e con pochi schei quelle albanesi dell’ Università Kristal di Tirana. Quindi votate Maroni. Non fermeremo la fuga dei cervelli e il declino ma promettiamo il 75% dei titoli al Nord. GPS