mercoledì 20 febbraio 2008

De Gregorio il portavalori

Questo è uno dei primi manifesti della campagna elettorale 2008. La faccia esposta è quella di Sergio De Gregorio. Quel De Gregorio socialista e direttore de L’Avanti fino al 1994; in seguito si iscrive a Forza Italia, poi alla DC di Rotondi e nel 2006 si presenta alle elezioni con Italia dei Valori. Una volta eletto senatore nell’ IdV , il De Gregorio, per diventare presidente della commissione Difesa si prostituisce ai voti della CdL e fa di nuovo il salto della quaglia. Per la storia di “Italiani nel mondo” vedi QUI intanto per ridere o piangere.
Ora, dice lui, è autonomo promotore degli italiani nel mondo, nonché difensore della sacralità e unicità della famiglia. Insomma è mezza tacca ma molto conosciuto sul mercato, come gran turista della politica. Sentite cosa scrive il megalomane nel suo blog:“Ho assunto con Sua Santità l’impegno di rafforzare nel mondo l’identità cattolica", capito che mandato?
Se lo viene a saperlo il povero Gesù Cristo a Pasqua non risorge più.
L’altro giorno ha solennemente dichiarato:”La confluenza di Italiani nel mondo nel Partito del Popolo delle Libertà rappresenta la naturale evoluzione del nostro movimento”. Finalmente d’accordo, nella cloaca massima i valori De Gregoriani sono nel loro posto naturale. GPS

1 commento:

Marcoooo ha detto...

ma se è il rappresentante degli italiani nel mondo, che cazzo pubblica i manifesti qui?
proverò a chiamare l'infoline... lol
l'infoline, come chat erotiche...

la soglia del ridicolo è abbondantemente superata