venerdì 2 maggio 2008

Chi me la fatta in testa ? si chiese il Grillo

Per poche ore mercoledì 30 aprile, i redditi degli italiani (TUTTI) erano pubblicati su internet.
I dati sono stati pubblicati sul sito
www.agenziaentrate.gov.it che, appena si è diffusa la notizia, è stato preso d'assalto da migliaia di visitatori, tanto che le pagine erano visibili con difficoltà e il sito, quasi in tilt. Poi è intervenuto, che sollecitudine, il garante della privacy ed ha bloccato tutto.
Ma la rete non la ferma neanche il signor garante, infatti da ieri Primo Maggio su eMule si possono scaricare i file in formato Excel e TXT accuratamente suddivisi per comune contenenti i dati pubblicati poche ore prima nel sito dell’Agenzia delle entrate.
Ora personalmente sono convinto che la maggioranza degli italiani stavolta sono d'accordo con Visco: pubblicare i redditi di tutti on line è una prova di trasparenza, che soltanto ipocriti ed evasori possono temere.
In un paese normale le dichiarazioni dei redditi devono essere consultabili dachiunque, ognuno deve corrispondere alla spesa pubblica in proporzione allapropria capacità contributiva, in modo trasparente e pubblico. In un paese normale il fisco è una cosa seria e la trasparenza è il modo più efficace per renderlo tale.
Invece, apriti cielo, proprio quelli che fino a ieri hanno sbraitato di trasparenza, oggi si incazzano come caimani, quando hanno visto pubblicati i loro redditi.
Tanto più che è dal 1973 con il D.P.R. 600/1973, che gli elenchi dei contribuenti sono consultabili da chiunque, e per la durata di un anno, presso i comuni. Ciò che ha fatto Visco è stato solo di metterli online, dato che oggi esiste internet. Quindi dove sta lo scandalo?
Contro questo provvedimento, se ne sentono di tutti i colori. Si va affermando addirittura, che in questo modo, la mafia e la camorra, avrebbero avuto un sistema in più per taglieggiare, chiedere il pizzo o sequestrare.
E’ proprio il caso di ripetere il vecchio detto: La madre degli imbecilli è sempre incinta.
Non è altro che l’ ennesima patacca per lanciare fumo negli occhi dei babbei. Chi vuole taglieggiarti, rapirti, bruciarti il negozio per estorcere il pizzo, non ha certo bisogno d’andare a smanettare in un sito, per raccogliere informazioni.
Punta di diamante di questa controffensiva contro la trasparenza, Udite!, Udite! è il nostro Grillo nazionale che, sentite cosa afferma: «Follia, questa è follia. Dopo l’indulto che ha liberato le carceri, questo ex governo di imbelli, presuntuosi e deficienti fornisce ai criminali le informazioni sul reddito e l’indirizzo di casa dei contribuenti. Pagare le tasse così è troppo pericoloso, meglio una condanna per evasione fiscale che una coltellata o un rapimento”.
Ma perché tanta incazzatura caimanica? Perché questa reazione isterica? Vedete un po’ voi. Viene fuori che il nostro Grillo, auto proclamatosi paladino dei "precari", della trasparenza, dei contro ogni casta, ecc, ecc, ha un reddito, ricordiamocela questa cifra, di 4.272.591 euro, reddito del 2005, pari a 356.049 euro lordi al mese, insomma come 3236 lavoratori precari, a contratto per 1100 euro lordi al mese.
Ora a noi di quanto guadagna il Grillo, sinceramente non ce ne frega proprio una mazza.
Quello che invece, un po’ ce le fa girare, è questo accumulare miliardi sfruttando la rabbia reale di chi guadagna 800-100 euro e non arriva alla fine del mese! Ma stavolta però, vista la reazione di molti grillini credo che il giocattolo si sia rotto, ora la "merda" che ha sparso col ventilatore a 360 gradi, rischia di tornargli addosso. Poi come abbiamo visto, ognuno il suo lato B lo parcheggia dove vuole. GPS

10 commenti:

Anonimo ha detto...

"pari a 356.049 euro lordi al mese, insomma come 3236 lavoratori precari, a contratto per 1100 euro lordi al mese"

356.049:1100= 323,6

ah.. la matematica!

er0n ha detto...

Vedo che non hai capito il problema.
Grillo è un libero professionista. Non un dipendente statale. Se Grillo per me molte battaglie ora fa 250 apparizioni l'anno e fa il tutto esaurito, permetterai che in un regime di libero mercato, in una situazione simile, dato l'eccesso di domanda, l'offerta aumenti i prezzi e la domanda vi si adegui. Io mi preoccuperei piuttosto di PERCHE' centinaia di migliaia di italiani PAGANO VOLONTARIAMENTE un comico di tasca propria (cosa che ahimè non avviene nella stampa italiana). Forse c'è una ragione se tanti corrono a sentire quello che racconta Grillo. Forse nessun altro lo dice...
A parte questo (mera economia) vedo che da bravo romagnolo non sai come funzionano le cose in sud italia.
Prova ad aprire un impresa in Campania, o in Sicilia, o in Calabria... e poi ti accorgerai che c'è un "sistema" all'interno del quale si muove l'economia. Se se all'interno non hai problemi se sei all'esterno.. sei fuori mercato.
Se hai la sfiga di produrre beni o servizi appetibili nonostante il "sistema"... bhe allora o menti sugli introiti o puoi chiudere o misteriosamente va a fuoco l'attività.
Produrre un elenco del genere può aver senso in un paese avanzato e civile, ma purtroppo non è il nostro caso.
Il "sistema", ben analizzato da Roberto Saviano, è un ordine economico estremamente efficente. In una struttura così ben articolata le informazioni che sono state immesse sono ampliamente utilizzabili per ottimizare le risorse (uomini, armi, nascondigli)in relazione al migliore investimento possibile (persona senza scorta dalle entrate maggiori)...
Per finire ti consiglieri di rileggerti qualche testo di matematica, potrei prestarti quelli di mio figlio, 5° elementare.
Se guadagni 4 milioni lordi
sono (calcolo irpef 2005) 2.443.987 euro annui (cui ovviamente devi togliere tutte le altre imposte e addizionali comunali).
Parliamo di 203.665 mensili al netto di irpef. Io non so che razza di precari intendi assumere tu... ma neanche in CINA ne trovi che lavorino alla cifra che hai buttato lì.
Infine chiediti... su 56 milioni di redditi pubblicati per qualche ora... Come mai sei venuto a sapere proprio di quel reddito specifico?
Una possibilità su 56 milioni...
Pare incredibile...
Posso ipotizzare che tu l'abbia letto su un giornale? Magari uno di quei giornali che vive sui 600 milioni reali di "finanziamento" annuale che lo stato gli passa. Lo stato, non il libero mercato.

Il Senio mormora ha detto...

Caro erOn, ho già detto che di quanto guadagna il Grillo, sinceramente non ce ne frega proprio una mazza.
Quello che volevo evidenziare è la speculazione che sistematicamente fa, nello sfruttare la rabbia reale per le “mille porcate” di questo paese.
Lo so, per i “inox cri cri” il Capo ha sempre ragione. Se fa delle mastodontiche canocchie, ho dice delle inconfessabili forcalate, non conta.

A proposito per gli smemorati :
Ecco cosa scrisse in un post del suo blog il 24 febbraio 2008

Si può dare di più...
"Io non ho mai chiesto niente a nessuno. Però ho sei figli, tutti a carico, e un V day alle spalle. Da quando si è saputo che a Bologna ci ho rimesso 80.000 euro ho perso il rispetto dei miei concittadini. Che figura ci faccio in giro? Sono la vergogna di Genova. Nessuno mi fa più un prestito e quando mia moglie mi manda a comprare il latte devo pagare in contanti! Se la libertà non ha prezzo, un V day comunque mi costa un casino. I miei parenti mi vogliono internare, non mi riconoscono più. Mettetevi una mano sul portafoglio e comprate il dvd del V day per finanziare il prossimo V Day del 25 aprile sulla libera informazione, la più importante. Chi vuole può riceverlo gratis (gratis, una parola che mi fa rabbirividire), ma dovrà fare i conti con la sua coscienza e con mio fratello. Che diventa matto! Beppe Grillo"

Ora se tu vuoi continuare mettermi la mano sulla coscienza e scucire i tuoi soldi per comprare le sue minchiate, così lui può comprare il latte a credito, certo gli dai un aiutino. Il tuo lato B lo appoggi dove vuoi. AT Salut GPS

er0n ha detto...

Guarda... non fa una piega il suo discorso: in preparazione del primo Vday non vendeva i dvd e non faceva una pubblicità così visibile, ma chiedeva semplicemente versamenti su un CC. Credo sia realmente possibile che alla data del 8 settembre fosse in rosso di 80.000 euro.
Al contrario l'imprenditore Grillo è stato più furbo per questo secondo Vday: Pubblicità più spinta e più visibile, più richieste ai visitatori.... Sarà palese vedere risultati ben maggiori dopo questo...
Ma non mi preoccupano le divisioni ambigue (quello che è di Grillo/quello che è del Vday)

Di sicuro però tu intendi che molte delle attività che fa, delle apparizioni e degli spettacoli, risentono positivamente (a livello di affluenza e pubblico) dell'apporto del Blog e del Vday. Bhe questo è palese e mi pareva lo fosse proprio dai 4 milioni ricavati.
D'altronde pensa al fenomeno delle teorie cospirative in seguito all' 11 settembre, ai milioni di libri venduti e al grosso mercato che ha alimentato... è una regola antica quanto l'uomo stesso.
(bada bene però, i numeri ci aiutano a dividere i milioni di dollari mossi delle teorie cospirative dai miliardi di dollari mossi dalle guerre conseguenti il 9/11...

Concludendo: a me va bene che centinaia di migliaia singoli cittadini mettano mano al portafoglio per pagare un comico, perchè si identificano nelle sue idee o perchè semplicemente trovano un momento per ridere...
Mi preoccupo quando:
a) E' lo stato a dare a qualcuno autonomamente dei soldi (tanti, e con che modalità? chi decide? Perchè? A che diritto? Con che conseguenze?......)
b) Sono grandi aziende o grossi finanziatori occulti a tenerti in vita economicamente (un uomo può impegnarsi gratuitamente, un azienda NO)

Ho letto gli articoli di http://new-italy.net ... mi paiono un po' da fantapolitica... intendo che c'è troppo da lavorare per guadagnare troppo poco. Se i visitatori pagassero ... ci starebbe come discorso... ma per un blog che di visitatori ne fa 200.000 ma di soldi ne fa ben meno (non vi sono pubblicità, ricordalo, quindi nessun rientro diretto e sicuro se non la vendita di DVD...)

er0n ha detto...

PS... hihih
io il primo DVD l'ho scaricato... il secondo non ne ho avuto bisogno perchè ero lì...

PS2
Grazie dello spazio.
Levo le tende.

Social_ambientalismo ha detto...

Combinazione tutti i giornali e molti blogger appena apparsi i redditi su internet sono corsi a vedere il reddito di Grillo. Proprio dopo il successone di Venerdì. Non sembra strano? A mio parere Grillo, anche se non approvo tutto quello che dice, ha un reddito proporzionato a quanto sta facendo. Sta riattivando il cervello di migliaia, forse milioni di cittadini, che finalmente aprono gli occhi e si svegliano dal coma farmacologico creato dai media. Se si è arrabbiato, è perchè si è sentito colpito. Ci va un coraggio da leoni ad esporsi su certi temi. Se fosse meno famoso, forse avrebbe già fatto la fine di molti altri che hanno provato a denunciare certe sciatterie.

Anonimo ha detto...

Grillo dirà tante forcalate ma la disfatta della sinistra era stata annunciata...

Nausea ha detto...

Finalmente il trombone ha gettato la maschera... Un solo aggettivo: patetico! Il nuovo governo non si è ancora insediato e già è di nuovo culo e camicia con 3conti.. del resto dopo aver aderito 7 volte ai condoni tombali del succitato, era il naturale epilogo. Per capire che fosse miliardario non c'era certo bisogno di vedere il suo 740, però così si è potuto quantificare quanto schifo possa fare uno che piange miseria perché ci ha rimesso 80mila euro con l'organizzazione della sua farsata, considerato che tale cifra la alza in 4,45 gg. Perciò insieme a patetico aggiungerei LAIDO. Il V-day2 non era manco finito e già era pronto il dvd da vendere, altro che pippe..

Anonimo ha detto...

In Finlandia però:
1. come dice lei vige grande onestà, ognuno si fa i cavoli suoi.
2. se a qualcuno salta in mente di rubarti in casa, anche senza aggredirti, ti fanno il culo!!! a maggior ragione se sei straniero.

Questa condizione in Italia non c'è, anzi c'è sempre più spesso il magistrato progressista di turno che scarcera...

Pepito Sbazzeguti

Anonimo ha detto...

"Trasparenza" significa anche sapere chi si appropria dei dati pubblicati....
Vi ricordete lo slogan di prodi nel 2006?
"LA SERIETA' AL GOVERNO"
ahah..

p.s. notizia fresca fresca, a Roma buco di 7 (sette) miliardi nelle casse del comune.

Fortunatamente su Roma è sorto un nuovo sole...