venerdì 23 novembre 2007

Nel paese dei Balocchi

Tutto il mondo politico è impegnato a parlare della nuova legge elettorale che dovrebbe superare la porcata del "porcellum" varato voluto dalla CDL nella scorsa legislatura. Oggi la CDL non c’è più e non c’è più Forza Italia. Sembrano spariti anche i responsabili di quel aborto, visto che nessuno oggi non ne riconosce più la paternità.
In campo ci sono vari modelli, un sistema elettorale "semplice, per un nuovo bipolarismo, un po' tedesco, un po' spagnolo, un po' italiano", chi aggiunge il modello italiano doc tipo regionale, modello salto del cavallo, modello circolo dell’inciucio, modello fai secco i pirla ecc.
Poi, dopo la autoclonazione, si è aggiunto il modello Silvio Berlusconi.
Per uno che gli è bastato scendere in piazza a Milano, saltare sopra un auto e fondare in 5 minuti il Partito del Popolo delle libertà è stata una bazzecola.
I principi ispiratori del suo modello, li ha anticipati mercoledì, parlando ai suoi deputati:
“Se avremo la maggioranza per consentirci di governare, bene. Altrimenti per il bene del Paese, dovremo allearci con la più grande forza nel centrosinistra e fare come in Germania” Insomma, per chi non avesse capito, se avrà la maggioranza, governerà. Se non avrà la maggioranza, governerà lo stesso.
I contenuti della proposta saranno illustrati a Veltroni nel già annunciato incontro, però dopo a quello con Fini. E già far arrivare il Berlusca secondo, è una mossa a rischio.
Il modello Berlusconi ha però un indubbio vantaggio, è semplice, chiara ed efficace.
Infatti, il modello Belusconi prevede che i voti per Silvio Berlusconi si contano, quelli a suo sfavore vengono annullati. Non c’è trucco, non c’è inganno.. e soprattutto non ci saranno brogli! La proposta di Berlusconi è stata subito entusiasticamente accolta dal leader di Forza Italia, che l’ha portata al presidente del Partito del popolo della libertà che l’ha approvata e promulgata in diretta televisiva a reti unificate. Il parere negativo di Fini, Casini, Bossi, ecc.. è ampiamente compensato dalle entusiastiche adesioni di Bondi, Cicchitto ed Emilio Fede. Berlusconi, stanchissimo, dopo il nuovo parto è ad Arcore.
In un paese normale, un soggetto a rischio di questo tipo, invece di farlo partecipare alla discussione sulla legge elettorale di un paese normale, sarebbe gentilmente e doverosamente accompagnato ad un presidio del CIM (centro d’ igiene mentale). O no? GPS
-------------------------------------------------------------------------------
(se ritieni questa notizia interessante puoi votarla su Alice OKNOtizie. Basta andare QUI e cliccare OK)

2 commenti:

Antonio Candeliere ha detto...

concordo

barbara ha detto...

bello, ... sono daccordo