sabato 9 febbraio 2008

Il fascista mutante

Era il 9 dicembre scorso, Gianfranco Fini, davanti all'Assemblea Nazionale di Alleanza nazionale dal pulpito sbraitava: "Comportarsi nel modo in cui sta facendo Berlusconi non ha niente a che fare con il teatrino della politica: significa essere alle comiche finali" e ancora "Da queste mie parole volutamente molto nette voglio che sia a tutti chiaro che, almeno per quello che riguarda il presidente di An, non esiste alcuna possibilita' che An si sciolga e confluisca nel nuovo partito di Berlusconi", «Io sono il presidente di Alleanza nazionale, non una pecora».
Del ruolo di Fini serbino nel ruolo di fido maggiordomo, non abbiamo mai avuto dubbi, ma dobbiamo confessare che anche per noi era difficile pensare che Fini si sarebbe fuso con Berlusconi.
“Non si può mai dire che cosa può diventare un fascista mutante: basta qualche telecamera per l’annuncio storico e le peggiori cose diventano credibili. Ma in compenso, per il principio dei vasi comunicanti, Fini nel travaso si ritrova improvvisamente delle reti tv a disposizione e un portafoglio molto più gonfio là dove batte il cuore” , questa ci sembra la spiegazione più puntuale e acuta, di Maria Novella Oppo sull’Unità di oggi.
Fini spegne la Fiamma, al funerale di Alleanza la banda del paese suona la marcia funebre. Vi devo confessare che ora sto ascoltando l'Inno alla gioia, su testo del poeta Friedrich von Schiller, è contenuto nel Quarto Tempo della Nona Sinfonia di Beethoven: è una marcia di gioia che ti ristora un po’ l’animo.
Non è del nostro parere Donna Assunta: “Fini tradisce le nostre bandiere” ci fa sapere incazzata come una bestia.
Allora ce da chiedersi, ma tutti i fascistelli sono mutanti? Pare di no, il tam tam nella rete sta già montando: FINI IL TRADITORE CE L'HA FATTA. Fini, più che mai, resta il nemico. Boicottare An in ogni momento e in ogni parte del mondo.(sono un pò megalomani, non fateci caso) Staremo a vedere come va ha finire.GPS

13 commenti:

Anonimo ha detto...

E' poi lo stesso Fini che disse che con Bossi non avrebbe preso neanche un caffè, salvo darsi la lingua in bocca alla successiva campagna elettorale. Fa tanto il rigoroso e il logico, poi non è altro che un manganellatore in doppiopetto per incantare gli allocchi. Un anno fa era finito, adesso canta vittoria, calando le braghe per il nano, cioè rinunciando al simbolo. Family day .. da divorziato. Prima indice il referendum, poi urla di andare a votare con questo porcellum. Che schifoso !!

fiammifero ha detto...

Se Fini è soprannominato " IL CACHETTA " un motivo ci dovrà pure essere o no?

Anonimo ha detto...

In Italia non servono 100 partiti, non serve un Parlamento, all'Italia serve un sistema autoritario di stampo Fascista, con un Capo del Governo che decide senza dover dar retta a 1000 parlamentari che hanno 1000 modi diversi di intendere la politica.

Anonimo ha detto...

l'unico buono e'stato Lui con tutti i suoi errori,gli altri pero' di errori ne hanno fatti piu' di Lui, il punto e che noi Italiani non siamo buoni a un cazzo siamo dei quaraquaqua anticamente ci hanno chiamati vigliacchi( disfida di Barletta) poi pecoroni e poi ancora coglioni vuoi vedere che hanno ragione tutte e tre?

Anonimo ha detto...

LUI E IL CASINI DUE INDIVIDUI DA SPUTARE . CI VENGONO A INSEGNARE L'ORA DI RELIGIONE D'ACCORDO CON IL LORO CAPO NANO SENZA PER ALTRO CHE LA CHIESA QUELLA DEL PAPA RAZZY MUOVA UN DITO. UNA VERA SCHIFEZZA PER QUESTI INDIVIDUI DIRE BIANCO EQUIVALE A FARE NERO. MA AI LORO FIGLI COSA INSEGNANO. dUE TRE FAMIGLIE ALLARGATE NON SI SA FINO A DOVE.
MA LA QUESTIONE MORALE DOVE è ANDATA A FINIRE OMUNCOLI

Anonimo ha detto...

la coerenza non è di questo mondo; tantomeno di questi politici: a loro quello che interessa veramente è la poltrona del potere con tutti i privilegi che si danno un giorno si e l'altro pure. Salvo poi parlare di riduzione dei costi per prenderci per il c...o

gattoff ha detto...

Fini è un grande, è un statista integerrimo e sempre coerente.
Da quando è stato scongelato da Silvietto non ci pensa manco un attimo, senza l'ombra di un pò di pudore,a farsi mortificare,insultare. L'importante che a farlo sia lui "Il Cavaliere".
Per il potere questo e altro ma arrivato a questo grado di servilismo c'è da farsi venire il vomito.
Infatti i suoi seguaci da duri e puri quali sono "Il popolo da 8 milioni di Baionette" seguono il capo gregge senza avere manco la dignitàdi emettere un belato di protesta.
Altro che impavidi eroi, sono delle cacchine.

agenzia pubblicità ha detto...

La politica italiana è divetanta solo comicità dove non esiste coerenza. Veltroni fa bene a staccarsi dalla sinistra massimalista per provare almeno una formazione politica nuova.

Anonimo ha detto...

gli elettori con un po' di dignità non dovrebbero darle nemmeno un voto!

Anonimo ha detto...

Sono sempre un pò divertito da chi con la demagogia , cerca di dare fumo negli occhi.posso essere d'accordo da uomo di destra che fini non sia stato il massimo della coerenza , ma scegliere di sparire per fare un favore a voi comunisti mi sembra proprio il massimo della comicità.
la scelta di fini sarà giudicata solo dagli italiani e siccome , voi comunisti, reputate scemi e ignoranti tutti quelli che non vi votano sarete puniti per questo peccato di arroganza e supponenza.
dopo come diceva saggiamente Esopo la volpe dice che l'uva è amara quando....... e siccome già fiutate il risultato del voto degli italiani cercate di seminare scompiglio.
credo che sia finita l'epoca dei sermonisulla moalità e sulla coerenza che ci propinate, se voste così bravi ad amministrare non avreste dubbi sulla vostra conferma.
ed in ogni caso guardate in casa vostra , con tutti gli schifi che avete fatto negli ultimi anni , uno per tutti la spazzatura che sommerge la campania , mentre bassolino e C. si godono i milioni di euro.
Certo della vittoria vi saluto con un sorriso di sufficienza.

blablabla ha detto...

vedi, caro "amico" di destra, così amante del finipensierocomportamento: la differenza tra gli elettori di destra e di sinistra e che gli ultimi sono estremamente critici sul modo di governare della sinistra. A voi di destra non piace ammettere che il vostro amato rappresentante non rappresenta noi cittadini ma il "cittadino"...ne dice peste e corna , salvo poi accucciarsi al suo pensiero pur di sedere sulla poltrona del comando

Liberazona ha detto...

è LA FORZA DELLA POLTRONA.

sALUTI

Vincenzo Gioia ha detto...

Cari amici di sinistra,

noto con dispiacere che il sapore della prossima sconfitta vi rende più acidi del solito.
Non temete: potrebbe anche vincere Veltroni.
E magari mostrarvi quanto, in fondo, i vostri paladini siano più berlusconiani di Bondi.