mercoledì 15 giugno 2011

Beato Antonio da Montenero di Bisaccia

Come avrete potuto notare il vento del quorum ha avuto effetti collaterali e reazioni imprevedibili. Chi ha festeggiato e brindato, chi ha pianto, chi ha fatto conto di niente, chi l'ha presa bene, chi (succede nella Valle del Senio) ha giurato che da ora va a caccia dello struzzo molliccio, ecc.
Pensavamo di non esserci persi niente, ma quando abbiamo sentito suonare le parole del Di Pietro, colpito da un’improvvisa metamorfosi buonista sulla via del quorum, abbiamo subito pensato che fosse cascato dal trattore.
Ma il novello Beato Antonio da Montenero di Bisaccia con quel “non possiamo chiedere le dimissioni del governo solo in nome dei referendum”, “perché non vogliamo strumentalizzare questa vittoria”, oltre a farci venire il latte alle ginocchia ci ha convinto che ha perso una occasione per stare zitto,
Voler a tutti i costi fare la pipi nel corso della festa, non sta bene, è fuori luogo e soprattutto appare una maldestra ed irritante operazione di “bastian contrario”, insomma una furbata da 4 soldi.
E’ troppo se chiediamo ai vertici del centrosinistra che non è più la stagione di sbavare per partecipare ad una puntata di Italia’s got talent, per battere il Principe dei Venti? GPS

1 commento:

Saamaya ha detto...

a meno che, lui, pure, abbia mille paure sul "dopo"..!