lunedì 3 marzo 2008

Alla grande fiera dei simboli

Alla grande fiera della presentazione dei simboli dei partiti presso la direzione centrale del ministero dell'Interno, c’ è stata rissa fin all’ultimo. Ormai l'elenco è definitivo, alle prossime elezioni potranno concorrere 181 simboli.
Siamo nella media, alle elezioni del 2001 furono presentati ben 186, 174 furono nel 2006.
Nel grande magma non mancano, stranezze, fantasie e stupidità: ci sta la lista col cane "Il Veltro" e quella del "Delfino", oltre ad un cavallo bianco, i gabbiani delle "Le Ali".

Poi il"Nucleo Tremmista", gli "Impotenti esistenziali", il partito del "Pane pace lavoro", il partito dei "Giovani Poeti d´azione", i "No ai Pacs", i "Io non voto", la lista "No Mondezza", un «Zarlenga Omnia», un «Casinò Centro Italia», con tanto di tappeto e roulette.
Ci fermiamo col "Partito internettiano". Per chiudere vi ricordo che c’è un candidato premier che si chiama Antonio Di Dio. E’ stato pure presentato, con tanto di candidato presidente, anche il simbolo de “Il Loto”: un partito per l'uomo, l'amore e l'armonia.
Sottolineiamo questo evento, primo perché eravamo stati fra i primi a dare la notizia della sua costituzione a Bellaria – Igea Marina il 14 dicembre scorso, secondo perché i “lotini” hanno trovato nel Senio mormora, in piccola ansa oasi dove se la sono girata, rivoltata e menata per oltre 2 mesi con 90 commenti al post, stabilendo il record dei commenti a questo blog. (per i più curiosi QUI).
Allora dovete capire che i “lotini”, attaccati al polpaccio, ci sono diventati un po’ simpatici. GPS