venerdì 13 giugno 2008

Liberi tutti

La frittata è fatta. Lo scandaloso disegno di legge contro le intercettazioni è stato approvato in Consiglio dei Ministri all’unanimità. I “cuochi di Arcore” che erano ai fornelli, hanno sfornato la polpetta avvelenata e fottuto anche i legaioli. Dopo l’annuncio di ieri “c’è l’accordo”, il Maroni oggi dice, un po’ sconsolato: “Non ho visto ancora il testo”. Ma non è stato approvato all’unanimità?
La polpetta avvelenata sfornata è pure strabica, vi rammentate: il “pugno di ferro contro l’illegalità”, il “prima di tutto sicurezza” e la “tolleranza zero”? Bene i “cuochi di Arcore” hanno tutto sciolto in padella. I nuovi criminali individuati sono invece i giornalisti: “ le pene per i giornalisti che pubblicano il testo di intercettazioni prima dell'inizio del processo. Rischiano fino a 3 anni di carcere, prevista una maximulta per i loro editori”
Sterilizzere le inchieste e imbavagliare la stampa. OK, FATTO! = CONDONO BIS
Date un’ occhiata ad alcuni dei reati per l’indagine dei quali non sarà possibile disporre intercettazioni:
-Soppressione, falsificazione o sottrazione di atti o documenti concernenti la sicurezza dello Stato
-Utilizzazione dei segreti di Stato
-Infedeltà in affari di Stato
-Associazione sovversiva
-Attentato contro i diritti politici del cittadino
-Cospirazione politica mediante associazione
-Banda armata
-Peculato
-Abuso d’ufficio
-Turbativa d’asta
-Millantato credito
-Illecita concorrenza con minaccia o violenza
-Sequestro di persona
-Violenza privata
-Furto
-Rapina
-Estorsione
-Truffa
-Usura
-Associazione a delinquere
(fonte
Anonimo Italiano)
Ragionevolmente sappiamo tutti qual è lo stato della giustizia in Italia, di delinquenti (quelli veri) se ne prendono sempre meno, quando si prendono a cacciarli dentro è una via crucis e il più delle volte non ci si riesce. In questa situazione la “polpetta avvelenata” fa chiarezza : LIBERI TUTTI, perché quelli che almeno si acchiappavano, da oggi non sarà più possibile.

3 commenti:

emanuela ha detto...

La frittata non è ancora cotta.
C'è ancora da fare la battaglia in Parlamento e tra la gente, se la sinistra si sveglia!
Dobbiamo sperare solo su Di Pietro?

Il Senio mormora ha detto...

Cara Emanuela speriamo proprio di no.

Riccardo ha detto...

Da liberale e da giornalista mi si rivolta lo stomaco

credo che Bruno Leoni o un Einaudi in questo momento si staranno rivoltando nella bara vedendo a cui hanno "dovuto" lasciare il testimone politico - liberale in Italia

Più libertà di delinquere per tutti!!!

ma occhio che se lo scrivi diventi un delinquente più delinquente...

Paradossismo italico

Saluti libertari