lunedì 10 novembre 2008

La carica degli onorevoli robot

«C`è profonda insoddisfazione per come vanno le cose qui dentro. Ci vogliono soldatini obbedienti, almeno ci lascino parlare». Nell’ultima riunione della Commissione Bilancio i deputati Pdl avevano avanzato alcuni emendamenti alla Legge Finanziaria, il relatore di maggioranza, il siciliano Gaspare Giudice, li aveva pure approvati, poi però è arrivato il sottosegretario Vegas che a nome del ministro dell`Economia ha bloccato tutto. Quelli dell’ opposizione sono usciti per protesta.
Se l’opposizione è uscita per protesta, i peones del Pdl si sono incavolati come belve.
«Questo Parlamento è stato ridotto a un «votificio». Non c`è discussione. Veniamo comandati con un sms sul cellulare e via».
Poi salta su anche Fini che pare non voglia più fare lo zerbino: “ci troveremmo pur tuttavia in presenza di una situazione che non soltanto sarebbe anomala ma che, a mio modo di vedere, sarebbe politicamente deprecabile"
Così oltre 50 peones, deputati del Pdl, scontenti di essere “trattati come soldatini” e onorevoli robot si sono autoconvocati nello scorso weekend a Subiaco per discutere di dove va il Pdl. In sostanza per protestare contro i vertici del gruppo parlamentare e del partito di Sua Immunità.
Il messaggio è chiaro “state attenti perché qui c`è una pentola in ebollizione". (fonte la stampa)
Vassalli e valvassori robot alzano le antenne, percepiscono già che la luna di miele sta giungendo al termine. Il calo dei consensi è in atto, la crisi economica li fare esplodere e si stanno riposizionando. Il suono della tromba potrebbe trasformarsi in uno sganassone, le spade laser dei cloni possono essere molto dolorose. GPS

1 commento:

XPX ha detto...

Anche Paolo Guzzanti ha parlato di tutto ciò ...